L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church
Forum RP de l'Eglise Aristotelicienne du jeu en ligne RR
Forum RP for the Aristotelic Church of the RK online game
 
Lien fonctionnel : Le DogmeLien fonctionnel : Le Droit Canon
 FAQFAQ   RechercherRechercher   Liste des MembresListe des Membres   Groupes d'utilisateursGroupes d'utilisateurs   S'enregistrerS'enregistrer 
 ProfilProfil   Se connecter pour vérifier ses messages privésSe connecter pour vérifier ses messages privés   ConnexionConnexion 

[Ap 59] Scioglimento Maximiliann - Penelope_
Aller à la page Précédente  1, 2
 
Poster un nouveau sujet   Répondre au sujet    L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum -> Provincia Ecclesiae Italicarum Gentium -> Tribunale Archiepiscopale dell'Arcidiocesi di Pisa
Voir le sujet précédent :: Voir le sujet suivant  
Auteur Message
penel0pe_



Inscrit le: 07 Aoû 2017
Messages: 5

MessagePosté le: Sam Aoû 19, 2017 9:59 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Sorrido annuendo a ogni sua singola parola...

non ho nulla da aggiungere procuratore al racconto fatto da messer del Grillo, tranne due cose se permettete...

che si, è bene non mettere barriere a chi ami, perchè è appunto il veder felice chi ami che rende felici a sua volta, scusate il gioco di parole....

ma è pur vero però, che quando si tiene a una cosa, si lotta, si prova, ci si parla. Sopratutto, quando si vede che l' altro si allontana, si può almeno provare a capire ed insieme cercare di tener vivo cio' che era.
Come detto anche da lui, egli non ha neanche provato a farlo, e per me questo è stato il segno che forse ciò che ci legava non era poi che un fuoco di paglia svanito alla prima tempesta.
Sono stata io a parlarne, io ad affrontare il discorso, io ad essere presente nelle taverna da sola, pur di avere un suo segno.

Per quanto riguarda mia figlia, Elena, nacque a Berat, poco prima che il matrimonio con Koron avesse fine. Decidemmo che sarebbe rimasta con il padre. Amavo il suo essere protettivo il suo essere padre e sapevo cosa aveva sofferto rinunciando di vivere accanto a Tito ed Alessandro, i nostri primogeniti, per via della separazione.
Cosi decidemmo che lei sarebbe rimasta con suo padre, protetta da tutto, e solo al compimento degli 8 anni sarebbe ritornata a me... e così fu.
Il non averla vista crescere mi ha fatto mettere davanti all' amore coniugale, l' amore di madre. Se questa è una colpa accetterò le conseguenze.

Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
almalibre



Inscrit le: 06 Mar 2015
Messages: 880

MessagePosté le: Lun Aoû 21, 2017 3:06 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Il Procuratore, dopo aver ascoltato con attenzione le deposizioni di entrambi i coniugi, prende la parola:

*Messer Maximiliann e Dama Penelope_, ho ascoltato e ben valutate le vostre decisioni sulla richiesta di annullamento di questo matrimonio. Non ho altre domande da porre e nulla da obiettare e, qualora Sua Eccellenza il Presidente della Corte volesse porre altre domande, vi prego di restare insieme a me in attesa ed in silenzio.*
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé Visiter le site web de l'utilisateur
shalama



Inscrit le: 29 Juil 2014
Messages: 1248

MessagePosté le: Lun Aoû 21, 2017 5:28 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Bene procuratore allora, in assenza di domande prego, procedete con la requisitoria
_________________

Visitate l'Abbazia Cistercense di Fornovo
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
almalibre



Inscrit le: 06 Mar 2015
Messages: 880

MessagePosté le: Mar Aoû 22, 2017 10:48 am    Sujet du message: Répondre en citant

Grazie Vostro Onore

disse il Procuratore rivolta all'Illustrissimo Presidente della Corte che le aveva appena chiesto di chiudere il dibattimento qualora non avesse ulteriori domande da porre ai due coniugi e di presentare la requisitoria finale.
Controllò ancora una volta le carte e pacatamente disse:


alla luce di quanto deposto da entrambi gli sposi, chiedo:

- di accogliere la richiesta e sciogliere il matrimonio in virtù dell'art. 6.1 del Diritto Canonico: La sparizione dei sentimenti d’amore tra i due coniugi.

- di disporre per entrambi i coniugi una penitenza e una congrua interdizione a una successiva unione. La sposa ebbe si un precedente matrimonio, ma rimase vedova, quindi chiedo a questa Eccellentissima Corte, di

a) interdire a nuove nozze entrambi i coniugi, nello specifico:

* Per la sposa mesi 3 + 3

* Per lo sposo:
interdizione ad un nuovo matrimonio di mesi 3, tenuto conto che anch'egli si trova alla prima unione matrimoniale.

b) chiedo, inoltre:

- di disporre come condizione necessaria per contrarre un nuovo matrimonio, che essi seguano un corso sul matrimonio ottenendo attestato di partecipazione, oppure compiano un cammino di preparazione con il proprio Vescovo
- di stabilire, per entrambi i coniugi, che rendano confessione ad un prelato presso il Monastero in cui seguiranno il corso di preparazione al matrimonio o ad uno appartenente alla propria diocesi.
Questo è tutto.


Finito di parlare, il Procuratore si siede e resta in attesa che il Presidente sospenda l'udienza per ritirarsi in Camera di Consiglio.
_________________


Dernière édition par almalibre le Lun Aoû 28, 2017 10:57 am; édité 1 fois
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé Visiter le site web de l'utilisateur
shalama



Inscrit le: 29 Juil 2014
Messages: 1248

MessagePosté le: Mer Aoû 23, 2017 12:16 am    Sujet du message: Répondre en citant

Benissimo, allora ci ritiriamo in camera di consiglio per la sentenza
_________________

Visitate l'Abbazia Cistercense di Fornovo
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
penel0pe_



Inscrit le: 07 Aoû 2017
Messages: 5

MessagePosté le: Mer Aoû 23, 2017 5:05 pm    Sujet du message: Répondre en citant

mi alzo di scatto sentendo qualcosa nella sentenza che mi sfugge


scusate avete detto 3° matrimonio?

Posso sapere chi vi ha fornito questa informazione visto che a me non avete chiesto, e so per certo di aver firmato solo due atti matrimoniali, e nessun divorzio, visto che del mio primo matrimonio rimasi vedova.

E se non vi è di troppo disturbo vorrei vedere anche la relativa documentazione da cui avete attinto e le pergamene di questi tre atti matrimoniali, per cortesia?


gdr off: scusate ma nn mi permetteva di editare
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
shalama



Inscrit le: 29 Juil 2014
Messages: 1248

MessagePosté le: Mar Sep 05, 2017 4:26 pm    Sujet du message: Répondre en citant

shalama a écrit:
Benissimo, allora ci ritiriamo in camera di consiglio per la sentenza

_________________

Visitate l'Abbazia Cistercense di Fornovo
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
shalama



Inscrit le: 29 Juil 2014
Messages: 1248

MessagePosté le: Dim Sep 17, 2017 9:51 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Citation:


              Tribunale Archiepiscopale di Pisa




      Richiesta di valutazione per i Cardinali del Concistorio Romano



Il Tribunale Archiepiscopale di Pisa
Presieduto da Mons. Corinne Shalama De Rossi Del Drago
ha pronunciato la seguente

SENTENZA ARCHIEPISCOPALE SUL CAMBIO DI STATUS MATRIMONIALE

Nel ricorso presentato da:
•Nome IG: Maximiliann
•Diocesi/Parrocchia di appartenenza:Massa
•Status Giudiziario del richiedente(laico, ordinato, eterodosso, scomunicato, etc): laico

RICORRENTI:
•Nome IG Sposo: Maximiliann
•Nome IG Sposa: Penelope_
Rappresentati e difesi: in proprio
Con l’intervento ex lege del Procuratore Ecclesiastico per l'Arcidiocesi di Pisa, S.E. Sorella Almalibre

CONCLUSIONI DELLA RICORRENTE:
Dichiararsi l'annullamento del matrimonio celebrato il 19 Marzo 1464 da sua Em Mons. Fenice nella parrocchia di La Spezia con testimoni per lo sposo Lycans e Giugiu91 e per la sposa Zaytsev e Mrsgod .Dall'unione non sono nati figli.


SVOLGIMENTO DEL PROCESSO
L'istante Maximilian chiedeva al Tribunale Archiepiscopale di Pisa, di dichiarare lo scioglimento del matrimonio a seguito della scomparsa sentimento verso La coniuge Penelope:.
All'apertura del dibattimento, comparivano davanti entrambi gli sposi e a seguito del dibattimento è emerso che puntroppo l'amore è terminato da entrambe le parti per cui il fondamento del matrimonio è venuto meno impedendo la sua prosecuzione.

MOTIVI DELLA DECISIONE
La domanda è fondata e va, pertanto, accolta.
Sussistono, infatti, i presupposti di applicazione dell’art.6.1 del diritto canonico in materia di scioglimento del matrimonio.
Dal dibattimento è emersa la volontà di pervenire allo scioglimento definitivo del vincolo coniugale in quanto non sussisteva più il principio di amicizia aristotelica della moglie verso il marito.

P.Q.M.

Il Tribunale Archiepiscopale di Pisa, definitivamente pronunciando sul ricorso presentato da Maximilian, con l’intervento in causa del Procuratore Ecclesiastico, così decide:
1) dichiara l'annullamento semplice del matrimonio.
2) decide di interdire al matrimonio lo sposo per 3 mesi dalla data di pubblicazione della sentenza concistoriale mentre la sposa per mesi 6 mesi a partire dalla data di publicazione del concistoro,dei quali 3 da attribuirsi al comportamento tenuto in aula.
3)stabilisce che per entrambi gli sposi sarà condizione necessaria per un nuovo matrimonio seguire un corso sul matrimonio ed ottenere attestato di partecipazione presso l' Abbazia di Fornovo o presso il Monastero di San Domenico, e rendere confessione ad un prelato presso il Monastero in cui seguirà il corso di preparazione al matrimonio o ad un altro della propria Diocesi.
4) manda all'Ufficiale giudiziario di trasmettere copia autentica della presente sentenza al Concistoro Cardinalizio per la valutazione.


Così deciso in camera di consiglio il giorno 17 del mese di Settembre dell'anno 1465.





Arcivescovo Metropolitano di Pisa,
Missus Inquisizionis,
Nunzia Apostolica della Santa Sede presso Firenze,
Guardia Episcopale,
Segretaria del Concistoro Pontificio Italofono,
Presidente del Tribunale Nazionale Italofono,
Teologa,
Professoressa presso Fornovo
Monaca capitolare Cirtercense



Deposito atti processuali:
http://rome.lesroyaumes.com/viewtopic.php?t=52239&postdays=0&postorder=asc&start=15
[Ap 59] Scioglimento Maximiliann - Penelope_

_________________

Visitate l'Abbazia Cistercense di Fornovo
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Montrer les messages depuis:   
Poster un nouveau sujet   Répondre au sujet    L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum -> Provincia Ecclesiae Italicarum Gentium -> Tribunale Archiepiscopale dell'Arcidiocesi di Pisa Toutes les heures sont au format GMT + 2 Heures
Aller à la page Précédente  1, 2
Page 2 sur 2

 
Sauter vers:  
Vous ne pouvez pas poster de nouveaux sujets dans ce forum
Vous ne pouvez pas répondre aux sujets dans ce forum
Vous ne pouvez pas éditer vos messages dans ce forum
Vous ne pouvez pas supprimer vos messages dans ce forum
Vous ne pouvez pas voter dans les sondages de ce forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Traduction par : phpBB-fr.com