L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church
Forum RP de l'Eglise Aristotelicienne du jeu en ligne RR
Forum RP for the Aristotelic Church of the RK online game
 
Lien fonctionnel : Le DogmeLien fonctionnel : Le Droit Canon
 FAQFAQ   RechercherRechercher   Liste des MembresListe des Membres   Groupes d'utilisateursGroupes d'utilisateurs   S'enregistrerS'enregistrer 
 ProfilProfil   Se connecter pour vérifier ses messages privésSe connecter pour vérifier ses messages privés   ConnexionConnexion 

[ARO73]SCIOGLIMENTO TOMWEASLEY - BABI
Aller à la page 1, 2  Suivante
 
Poster un nouveau sujet   Ce sujet est verrouillé; vous ne pouvez pas éditer les messages ou faire de réponses.    L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum -> Provincia Ecclesiae Italicarum Gentium -> Tribunale Archiepiscopale dell'Arcidiocesi di Roma
Voir le sujet précédent :: Voir le sujet suivant  
Auteur Message
Franciscus_bergoglio



Inscrit le: 01 Avr 2013
Messages: 2040

MessagePosté le: Jeu Mar 29, 2018 6:36 pm    Sujet du message: [ARO73]SCIOGLIMENTO TOMWEASLEY - BABI Répondre en citant

Citation:
[rp]


                  Tribunale Archiepiscopale di Roma




              Richiesta di Revisione Status Matrimoniale tra Tomweasley e Babi


Noi, Monsignor Franciscus Bergoglio, Procuratore Ecclesiastico dell'Arcidiocesi di Roma,
DICHIARIAMO concluse le indagini relative alla richiesta di revisione dello status matrimoniale tra Tomweasley e Babi.
Pertanto, presa visione della denuncia depositata e degli incartamenti

                  DECRETIAMO IL RINVIO A GIUDIZIO

dei coniugi Tomweasley e Babi al fine di procedere alla revisione dello status matrimoniale.

I coniugi Tomweasley e Babi dovranno presentarsi presso la Aula del Tribunale Archiepiscopale di Roma allestita appositamente entro QUINDICI giorni dall'affissione del presente decreto di citazione a giudizio. La mancata presentazione nei modi e nei termini sopra indicati del denunciante comporterà la decadenza della denuncia. La mancata presentazione dell'altro coniuge comporterà la rinuncia al diritto di addurre le proprie ragioni al procedimento in corso.
Le parti, se lo vorranno, potranno farsi accompagnare e rappresentare da un avvocato di fede aristotelica, ecclesiastico o laico.

Chiunque abbia qualcosa da dire in merito, dovrà presentarsi nella medesima sede entro il medesimo giorno sopra indicato.
Se le parti desiderassero convocare dei testimoni, i relativi nominativi dovranno essere comunicati tempestivamente al Procuratore Ecclesiastico, Padre Franciscus Bergoglio, diversamente, non potranno essere ascoltati.

Ad Claram et Sanctam Veritatem

Scritto e sigillato presso il Palazzo Arcivescovile di Roma il ventinovesimo giorno del terzo mese dell'Anno di Grazia MCDLXVI


Monsignor Franciscus Bergoglio


Vescovo della diocesi d’Abruzzo
Procuratore Ecclesiastico dell'Arcidiocesi di Roma
Vice Primate della Primazia del Regno delle Due Sicilie e del Mezzogiorno
Vicario Generale della Provincia Ecclesiastica di Roma
Gran Priore, Abate e Maestro dei Novizi dell’Ordine Francescano


[/rp]

_________________

Gran Priore dell'Ordine Francescano - Prefect of the Saint Office - General Vice-Prefect of the Office of the Villa San Loyats.
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Cristoforo_
Cardinal
Cardinal


Inscrit le: 07 Juin 2012
Messages: 1376

MessagePosté le: Jeu Mar 29, 2018 7:25 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Il Monsignore prese posto in aula, nel posto riservato al Presidente.
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
tomweasley



Inscrit le: 06 Juil 2009
Messages: 20

MessagePosté le: Ven Mar 30, 2018 8:42 am    Sujet du message: Répondre en citant

Entrò in aula, si segnò, presentò le sue credenziali e si mise a disposizione.
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
babi



Inscrit le: 01 Oct 2013
Messages: 11

MessagePosté le: Jeu Avr 05, 2018 12:31 am    Sujet du message: Répondre en citant

Barbara raccolse la sua forza fisica ed interiore e si presentò in tribunale dopo aver ricevuto la convocazione. Si registrò fornendo i suoi dati ed attese l'udienza in silenzio.
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Ingrid_Aldobrandeschi



Inscrit le: 10 Avr 2018
Messages: 3

MessagePosté le: Mar Avr 10, 2018 11:00 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Ingrid inspirò profondamente ed entrò in aula. Dopo aver registrato le sue credenziali si sedette al proprio posto, come testimone a favore di suo padre, in attesa che fosse il suo turno per prendere parola.
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Franciscus_bergoglio



Inscrit le: 01 Avr 2013
Messages: 2040

MessagePosté le: Mer Avr 11, 2018 8:52 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Il Procuratore, prese tre piccole pergamene con il giuramento per le deposizioni
Citation:
Io giuro solennemente dinnanzi a questa corte, ai dogmi della Chiesa Aristotelica e dinnanzi all'Altissimo che mi sorveglia e mi giudica, di dire la verità e soltanto quella, senza falsità alcuna. Qualora, contravvenissi a tale giuramento che la mia anima possa bruciare nel fuoco eterno dell'Inferno Lunare ed essere giudicato colpevole da questa corte.

le porse agli sposi e alla testimone presentatisi dicendo:

Vi prego, uno per volta, a partire dallo sposo, di pronunciare il giuramento di modo che si possa procedere con l'avvio del procedimento. Grazie.


_________________

Gran Priore dell'Ordine Francescano - Prefect of the Saint Office - General Vice-Prefect of the Office of the Villa San Loyats.
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
tomweasley



Inscrit le: 06 Juil 2009
Messages: 20

MessagePosté le: Mer Avr 11, 2018 10:54 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Pronunciò il suo giuramento

Io giuro solennemente dinnanzi a questa corte, ai dogmi della Chiesa Aristotelica e dinnanzi all'Altissimo che mi sorveglia e mi giudica, di dire la verità e soltanto quella, senza falsità alcuna. Qualora, contravvenissi a tale giuramento che la mia anima possa bruciare nel fuoco eterno dell'Inferno Lunare ed essere giudicato colpevole da questa corte.
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
babi



Inscrit le: 01 Oct 2013
Messages: 11

MessagePosté le: Lun Avr 16, 2018 1:51 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Barbara prenunciò:

Io giuro solennemente dinnanzi a questa corte, ai dogmi della Chiesa Aristotelica e dinnanzi all'Altissimo che mi sorveglia e mi giudica, di dire la verità e soltanto quella, senza falsità alcuna. Qualora, contravvenissi a tale giuramento che la mia anima possa bruciare nel fuoco eterno dell'Inferno Lunare ed essere giudicato colpevole da questa corte.
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Ingrid_Aldobrandeschi



Inscrit le: 10 Avr 2018
Messages: 3

MessagePosté le: Mar Avr 17, 2018 1:15 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Fu la volta di Ingrid:

Io giuro solennemente dinnanzi a questa corte, ai dogmi della Chiesa Aristotelica e dinnanzi all'Altissimo che mi sorveglia e mi giudica, di dire la verità e soltanto quella, senza falsità alcuna. Qualora, contravvenissi a tale giuramento che la mia anima possa bruciare nel fuoco eterno dell'Inferno Lunare ed essere giudicato colpevole da questa corte.
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Franciscus_bergoglio



Inscrit le: 01 Avr 2013
Messages: 2040

MessagePosté le: Mer Avr 18, 2018 8:04 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Ascoltate i giuramenti il Procuratore prese parola:

Vostro Onore, siamo qui per la richiesta di scioglimento matrimoniale operata dallo sposo, ser Tomweaslety contro la moglie Babi.
Il matrimonio era stato contratto in data 25 ottobre 1464 e vede la presenza di due figlie adottive, Ingrid e Helle.
Entrambi gli sposi hanno già precedenti nozze: lo sposo due matrimoni sciolti per vedovanza, la sposa uno sciolto processualmente.

Lo sposo, nell'adire la richiesta di giudizio ha prodotto la seguente motivazione:
Citation:
Sono qui a richiedere l'annullamento del mio matrimonio perché inseguito al comportamento di mia moglie, in me sono svaniti i sentimenti.
Si è disinteressata di me e delle nostre figlie per mesi, non rispondendo più alle nostre missive, assumendo atteggiamenti strani ad esempio decidendo di partire di improvviso senza avvisarci, non condividendo più con noi la sua vita.
Non è mai entrata in ritiro, semplicemente non si è curata della famiglia cosa che invece io ho continuato a fare seguendo le nostre figlie. Anche quando si è ridestata dal suo torpore ed è tornata attiva tra le piazze e le taverne, non ha mai tentato di ricucire i rapporti con noi, mantenendosi fredda con le ragazze e non cercando il minimo contatto con me (se non per asettici auguri di buon anno) . Ho aspettato per mesi che le cose cambiassero, sperando che il suo fosse solo un periodo particolare, transitorio, ma avendo perpetrato nel suo atteggiamento sono giunto alla conclusione che non ci sia più né interesse né amore da parte sua e da parte mia i sentimenti di indifferenza sono ricambiati.
Ad oggi, svolgendo vite separate, facendo a questo punto attività diverse senza più nemmeno avvisarci e salutarci, siamo arrivati ad almeno 5 mesi (con sporadiche chiacchierate verso la metà del mese di ottobre, dopo precedenti ulteriori mesi di assenza di comunicazioni) in cui oltre i su citati auguri di buon anno, non hanno visto alcun tipo di interlocuzione verbale, scritta o di altro genere.


Inoltre lo sposo ha chiesto ed ottenuto la presenza di una teste nella persona della figlia Ingrid.

A seguito del loro giuramento, Vostro Onore, rimetto nelle vostre mani l'interrogatorio.


Quindi riprese il suo posto
_________________

Gran Priore dell'Ordine Francescano - Prefect of the Saint Office - General Vice-Prefect of the Office of the Villa San Loyats.
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Cristoforo_
Cardinal
Cardinal


Inscrit le: 07 Juin 2012
Messages: 1376

MessagePosté le: Sam Avr 21, 2018 11:39 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Il Monsignore prese parola.

Figlioli, la motivazione che ha portato lo sposo a questa richiesta mi sembra chiara. Tuttavia, vorrei sapere prima di tutto cosa la sposa ha da dire in merito a quel che è stato portato come motivazione alla richiesta.
Successivamente valuterò eventuali altre domande.

_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
babi



Inscrit le: 01 Oct 2013
Messages: 11

MessagePosté le: Lun Avr 23, 2018 9:19 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Barbara ringraziò per poter replicare all'accusa.

Vi ringrazio per voler ascoltare quello che provo e sento a riguardo.
Sono stata una sposa che ha sempre aspettato pazientemente.
Aspettavo tutte le sere mio marito che rincasasse dai suoi impegni, molte volte inutilmente, con le donne della mia famiglia. Aspettavo che mio marito mi facesse conoscere membri della sua famiglia di cui lui ne è il capofamiglia, ma non me li hai mai presentati se non sua figlia, che siamo andati a prendere.
Ho fatto tutto quello che lui desiderava partire per andare a recuperare questa figlia nel modenese se non erro, andare a combattere al suo fianco contro i manonera nel fiorentino, organizzare il matrimonio e non dico che l'ho organizzato da sola perchè, per fortuna, avevo accanto le donne della mia famiglia ad aiutarmi, ma senza di lui sicuramente.

Anche io avevo le mie esigenze e da sola le ho sempre accontenate. Volevo ardentemente dei figli e così, dopo attente riflessioni solo mie, ho proposto a mio marito l'adozione delle mie figlie e mio marito ha accettato.
In questo percorso sono stata guidata da una mia parente che aveva da poco adottato suo figlio ma di certo non ho avuto aiuto e guida di mio marito.
Le mie figlie riempivano la mia giornata, c'era un clima di serenità e amore, seppur mio marito non fosse sempre pronto ad essere al mio fianco, mi bastava quel regalo, la possibilità di essere madre grazie al suo consenso.
La mia vita quindi procedeva grazie all'amore delle mie figlie, dei miei parenti, alla mia vita che da sola mi sono costruita.
Mio marito era impegnato nei suoi incarichi e si è sempre dichiarato soddisfatto nella corrispondenza che ci scambiavamo, che il nostro amore così come era gli bastava. Siamo stati chiari sin dall'inizio. Ci siamo conosciuti da adulti ed indipendenti, lui governatore ed io ministro, avremmo riconciliato il nostro amore con i nostri impegni senza lamento e qualora ce ne fosse stato il motivo ce lo saremmo detti sinceramente.
Questo non è avvenuto. Non ho mai ricevuto missiva di lamento, mai.
Mai un litigio, mai una mala discussione se non discussioni pacifiche riguardanti l'educazione da impartire alle nostre figlie ed io, una sola volta, mi sono permessa di rimproverargli qualcosa del nostro rapporto, quando si è scordato del nostro anniversario.
Lui era in procinto di partire con le ragazze quando ero mobilitata in qualità di nobile del Regno e se lo è dimenticato.
Ho provato tristezza e solitudine in quella città piena di gente, perchè la persona che io avevo anteposto ancor prima di me stessa, si era dimenticato di me. Ed in me crebbe la rabbia.

Pochi giorni dopo venni smobilitata ma il capitano, mio parente, mi chiese di accompagnarlo ad un giro di perlustrazione del territorio ed io acconsentii.

Per via dei miei impegni per lo più legati alla mia città quindi municipali, io non viaggiavo molto, anche perchè non mi piace molto viaggiare. Non mi piace l'idea di poter stravolgere i piani di qualcuno per stare al passo con i miei tempi.Ci sono periodi in cui una persona ha la necessità di un pò più di riposo o di pregare di più, ed io ormai solita al mio ermetismo, preferivo non viaggiare.
Ma la lontananza di certo non cancella un'amore, non è stando nella stessa città che si dimentica di essere moglie, marito, madre, padre, figlio.
Allora ai marinai, ai soldati, non è permesso amare e avere relazioni?
Io ho continuato ad essere moglie fedele e madre adorante e tutt'ora è così.
Posso apprendere e non capire che mio marito non mi ami più, non lo trovo giusto e fatico ad accettarlo, ma non può di certo dire che io non lo amo più, non è vero e non giusto che lui si arroghi anche questo diritto di decidere i miei sentimenti.
Non voglio nemmeno dirvi come mi sono sentita quando estranei mormoravano della richiesta di annullamento ed io non ne sapevo niente. Non ha nemmeno tentato il dialogo cosa che io ho subito cercato di fare sia con lui che con le mie adorate figlie.

Ha scelto sempre per tutti, pure per me, non mi consultava sulle frequentazioni delle mie figlie, non mi informava, anzi erano loro a comunicarmelo, ed una delle due a decisioni ormai prese. Mai ho avuto la possibilità di confrontarmi con mio marito a riguardo.
Per le mie bambine ho sempre sperato e desiderato il meglio. Ho cercato di istruirle, di consigliarle, soprattutto a trovare un marito degno di loro.
Ma mio marito aveva deciso senza di me.

Ed io allora ormai arrabbiata per essere stata dimenticata come moglie e come genitore mi sono chiusa in me stessa.
Mandavo gli sporadici auguri di buon anno e di compleanno, che anche quello si dimenticava, senza dire null'altro sperando che mi capisse, conoscendomi.
Evidentemente non mi ha conosciuta abbastanza.

Sono contenta perchè nonostate tutto, questo matrimonio, mi ha lasciato a suo modo amore, amore ritrovato nelle mie figlie, con la quale delle volte ho dei normalissimi battibecchi ma che, come nella normalità dei rapporti tra genitori e figli, si risolvono e si possono risolvere.

_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Cristoforo_
Cardinal
Cardinal


Inscrit le: 07 Juin 2012
Messages: 1376

MessagePosté le: Mer Avr 25, 2018 6:16 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Il Monsignore ascoltò con attenzione quelle parole, prendendo degli appunti su un foglio che teneva innanzi a sé.

Vi ringrazio, figliola, per averci espresso la vostra visione della situazione.
Quel che mi sembra di percepire, fino a questo momento, è una situazione in cui vostro marito non ha curato abbastanza il vostro rapporto e voi, per reazione, siete giunta a far lo stesso.


Fece una pausa.

Mi pare di capire altresì che la comunicazione, cosa fondamentale in un rapporto, sia venuta a mancare in molti passaggi, dato che quelle che potremmo chiamare accuse delineano due situazioni profondamente contrapposte.
Vorrei dunque sentire ora le parole della figlia, Ingrid, così come l'opinione dello sposo su quanto è stato detto. A quest'ultimo in particolare chiedo estrema sincerità. L'ammissione degli errori fatti, da parte di entrambi, è un passaggio fondamentale di questo procedimento.


E restò in attesa.

_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
tomweasley



Inscrit le: 06 Juil 2009
Messages: 20

MessagePosté le: Mer Avr 25, 2018 7:26 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Prese la parola

Onestamente, proprio perché si fa riferimento ad un giuramento, ho chiesto l'annullamento con motivazioni ovviamente non futili o inventate.
Sono molto sorpreso del fatto che abbiamo vissuto due matrimoni diversi.
Ovviamente, per onestà di causa, devo dire che ci siamo sempre detti da subito che la presenza non era fondamentale, ma che comunque in caso di assenze o mancanze di tempo, ci saremmo avvisati vicendevolmente. Sicuramente io non sono un assiduo frequentatore di taverne, ma chi mi conosce, e prevalentemente le mie figlie con cui ho intrattenuto sempre, anche nei momenti più impegnati scambi epistolari, di lettere ne ho sempre scritte.
Probabilmente, arrivati ad un certo punto, viene a mancare il vicendevole desiderio di sentirsi e scriversi (quando qualcosa finisce).
Anche sui litigi, devo ammettere che per litigare bisogna essere in due, e tutte le volte che Barbara veniva con oggetti su cui litigare, ho sempre smorzato la discussione, a questo punto errando, ma un rapporto sano, non può basarsi sul fatto che nelle discussioni non si arriva al punto di rottura perché uno dei due, non insiste.
Faccio un esempio su come sia sbagliata la visione di entrambi sul matrimonio, io sicuramente non sono uno che purtroppo si ricorda le date, ma non ho mai ricevuto risposta ai miei auguri di Natale, io ho risposto cortesemente ai suoi di buon anno, ma se devo essere sincero, per il mio compleanno non ho ricevuto auguri, e quindi, se non se ne era dimenticata, era una semplice ripicca per le mie mancanze ? Oppure semplicemente, a parte quel che si vuol far vedere qua per rendere più dura la separazione, si dicono cose non vere ?

Dai primi di Luglio dello scorso anno sono stato anche politicamente attivo, sono stato Governatore, ministro, ed attualmente sono Generale di un esercito. Ho sempre vissuto, sono sempre stato in TDL, e tutti hanno sempre saputo dove trovarmi, tutti tranne qualcuno evidentemente, ma credo che non interessasse cercarmi.

Chiudo con una lettera. Io non posso pubblicarne di altri, ma posso dare copia di una mia lettera spedita in quanto mia. Barbara mi chiedeva il perché della richiesta di annullamento, che mentivo e che non avevo avuto il coraggio di dirle niente … ma in mesi di non dialogo, che ci si aspetta. Era il 21 Marzo (o il 22) , a quella sua io rispondo così :


Citation:
A Babi Data d'invio 22 Marzo 1466 - 18h47
Oggetto Re: ❤️ Sparisce il 29 Aprile 2018

Cara Barbara, forse sbagli i tempi.

Ci siamo sentiti ad ottobre, e sono ben più di 3 mesi fà.
Non hai risposto nemmeno agli auguri di natale, inviandomi i tuoi di buon anno a cui ho risposto per gentilezza non aggiungendo null'altro se non auguri.

Mi dispiace che tu creda che il nostro rapporto sia buono, è su questi livelli, da almeno luglio dello scorso anno, con qualche mio errore nel voler provare a ricucire più per le figlie che per altro.

Credo che non abbiamo nulla da dirci da mesi, credo che anche avendone avuto l'opportunità, tu non mi abbia mai cercato, ed io altrettanto.

Ritengo quindi che la richiesta di annullamento sia il minimo che potessi fare per entrambi, e se per te va tutto bene, almeno per me che non ritengo sia così.

Ti auguro un buon futuro

Ciao

Tom


Dopo questa mia missiva, ed è passato più di un mese, non ho continuato a ricevere nulla, tanto meno contrarietà a quanto detto, segno che se avessi mentito o detto cose non vere mi avrebbe risposto per le rime, invece silenzio assoluto, e solitamente, se avessi detto bugie …

Si mise in silenzio, ed attese
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Ingrid_Aldobrandeschi



Inscrit le: 10 Avr 2018
Messages: 3

MessagePosté le: Sam Avr 28, 2018 10:58 am    Sujet du message: Répondre en citant

Si schiarì la voce.

Vi ringrazio per avermi dato la possibilità di fornire la mia testimonianza.

Sebbene io abbia una sorella, voglio parlare in questa udienza solo a nome mio e dare la mia sola versione dei fatti.
Quando sono stata adottata, sono subito stata accolta dalla famiglia in modo caloroso facendomi sentire parte integrante come se fossi stata di casa da sempre quindi sotto questo punto di vista non ho nulla da ridire.
Conoscevo invece meno mio padre rispetto a mia madre ma questi non ha mai mancato di interessarsi a me e ai miei desideri.
Confermo che non fu molto presente di persona ma d'altronde, ricoprendo diversi incarichi la possibilità di ritagliarsi del tempo libero non è così semplice: per questo ha sempre adottato le missive come mezzo di comunicazione. Ha sempre risposto con prontezza ad ogni mio problema, ogni mia confessione, mi ha sempre accompagnato quando sentivo il bisogno di viaggiare.
Questo motivo è uno delle principali cause per cui i rapporti si sono incrinati.
Molte volte abbiamo chiesto a mia madre di venire con noi ma per un motivo o per l'altro ha sempre rifiutato ed è rimasta a Terracina.
Smentisco la sua versione che eravamo in viaggio con nostro padre quando finì la mobilitazione.
Io ero appena diventata Sindaco di Terracina e nulla mi avrebbe fatto più piacere che avere un supporto da parte sua i primi giorni ma lei preferì andare con mio cugino, Colonnello non Capitano, in un viaggio di perlustrazione che nessuno aveva richiesto. Era un'iniziativa di lui per un controllo e non di certo essenziale per il Regno. Mi ferisce ancor di più ora se dice che non le sono mai interessati i viaggi ma alla prima occasione buona ha preferito viaggiare con la famiglia di sangue piuttosto che venire almeno una volta con noi.
Parlare di solitudine quando io ero a Terracina ed ero sempre presente in taverna mi pare fuori luogo perchè bastava semplicemente affacciarsi per vedermi presente.
Quando credevamo che fosse ormai libera, appresi al mattino che era diventata Parroco e non ci aveva nemmeno informati quindi un'altra occasione di stare insieme era sfumata. Il discorso verte sempre intorno alla comunicazione ma di certo non è colpa unicamente di mio padre.
Ricordo quando mio padre non le fece gli auguri di anniversario: per lui era un periodo davvero molto intenso e a stento lo sentivo anche io. Non gliene ho mai fatto una colpa, sono adulta e l'ho sempre capito. Ho detto a mia madre che avrebbe potuto farglieli lei ma forse per orgoglio ha sempre chiuso le orecchie alla mia proposta e si è trascinata dietro un malessere che poteva essere eliminato in partenza. Non è una data a rendere un matrimonio perfetto.
Ciò che è sempre stato il problema principale era l'orgoglio di mia madre appunto: spesso si impuntava su questi piccoli aspetti che alla lunga possono stancare e la voglia di ribattere viene sempre meno.
Ho sempre pensato che il matrimonio non sia a senso unico: è un reciproco dare per avere per mantenere vivo il rapporto e per supportarsi a vicenda. Dopo un po', se continui a dare senza avere un ritorno, viene meno la voglia di impegnarsi ulteriormente.
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Montrer les messages depuis:   
Poster un nouveau sujet   Ce sujet est verrouillé; vous ne pouvez pas éditer les messages ou faire de réponses.    L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum -> Provincia Ecclesiae Italicarum Gentium -> Tribunale Archiepiscopale dell'Arcidiocesi di Roma Toutes les heures sont au format GMT + 2 Heures
Aller à la page 1, 2  Suivante
Page 1 sur 2

 
Sauter vers:  
Vous ne pouvez pas poster de nouveaux sujets dans ce forum
Vous ne pouvez pas répondre aux sujets dans ce forum
Vous ne pouvez pas éditer vos messages dans ce forum
Vous ne pouvez pas supprimer vos messages dans ce forum
Vous ne pouvez pas voter dans les sondages de ce forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Traduction par : phpBB-fr.com