L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church
Forum RP de l'Eglise Aristotelicienne du jeu en ligne RR
Forum RP for the Aristotelic Church of the RK online game
 
Lien fonctionnel : Le DogmeLien fonctionnel : Le Droit Canon
 FAQFAQ   RechercherRechercher   Liste des MembresListe des Membres   Groupes d'utilisateursGroupes d'utilisateurs   S'enregistrerS'enregistrer 
 ProfilProfil   Se connecter pour vérifier ses messages privésSe connecter pour vérifier ses messages privés   ConnexionConnexion 

[AS21] scioglimento matrimonio Teseo - Iside
Aller à la page Précédente  1, 2, 3
 
Poster un nouveau sujet   Répondre au sujet    L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum -> Provincia Ecclesiae Italicarum Gentium -> Tribunale Archiepiscopale dell'Arcidiocesi di Siena
Voir le sujet précédent :: Voir le sujet suivant  
Auteur Message
Kalimero



Inscrit le: 24 Nov 2011
Messages: 352
Localisation: Grosseto

MessagePosté le: Dim Mai 27, 2018 10:04 am    Sujet du message: Répondre en citant

monsignore quindi si rivolse ai due giovini - "per una questione di anzianità, vorrei ascoltare prima il maggiore, o la maggiore. chi è di voi?".
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Gelosy



Inscrit le: 06 Déc 2016
Messages: 7

MessagePosté le: Mer Mai 30, 2018 11:09 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Galatea capì che era arrivato il suo turno per deporre. Era stata chiamata e si alzò in piedi, dicendo:

Sono io la maggiore, Monsignore. Seconda nata di un parto gemellare, ma mia sorella è finita da tanti anni, lasciandomi la sorella maggiore di altri figli. Sono qui con grande dispiacere per tutto ciò che è avvenuto tra i miei genitori, ma sono pronta a rispondere alle vostre domande, se vorrete farmene.
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Kalimero



Inscrit le: 24 Nov 2011
Messages: 352
Localisation: Grosseto

MessagePosté le: Lun Juin 04, 2018 11:28 am    Sujet du message: Répondre en citant

"bene madamigella, dunque prego fatevi al banco dei testimoni e recitate il seguente giuramento - fece passandole il testo

Citation:
Io, __________, giuro solennemente dinnanzi a questa corte, ai dogmi della Chiesa Aristotelica e dinnanzi all'Altissimo che mi sorveglia e mi giudica, di dire la verità e soltanto quella, senza falsità alcuna. Qualora, contravvenissi a tale giuramento che la mia anima possa bruciare nel fuoco eterno dell'Inferno Lunare ed essere giudicato colpevole da questa corte.


- quindi è sufficiente che ci diciate il vostro punto di vista sul matrimonio dei vostri genitori, non certamente dando colpe a uno o all'altra, mai potrei chiedere ciò a dei figli, ma semplicemente, anche alla luce dell'emerso e dell'udito, come riteniate e come abbiate vissuto voi come figlia maggiore il rapporto tra i vostri genitori e fra questi e voi medesima e voi figli".
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Gelosy



Inscrit le: 06 Déc 2016
Messages: 7

MessagePosté le: Jeu Juin 07, 2018 3:26 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Galatea si avvicinò al banco dei testimoni, respirò profondamente e giurò:
Io, Galatea Elena Silva Winspeare, giuro solennemente dinnanzi a questa corte, ai dogmi della Chiesa Aristotelica e dinnanzi all'Altissimo che mi sorveglia e mi giudica, di dire la verità e soltanto quella, senza falsità alcuna. Qualora, contravvenissi a tale giuramento che la mia anima possa bruciare nel fuoco eterno dell'Inferno Lunare ed essere giudicato colpevole da questa corte.

Dopo aver pronunciato tali parole, provò a spiegare ciò che sentiva riguardo al rapporto tra i genitori e tra loro e lei:


Monsignore, i miei genitori si sono molto amati e hanno cresciuto i loro figli con amore e attenzione. Erano talmente legati che l'uno sapeva tutto dell'altro e le decisioni venivano prese di comune accordo. Purtroppo devo usare il passato, in quanto dopo tanti anni il rapporto si è logorato, forse per colpa di vari avvenimenti che li hanno separati irrimediabilmente. Mia madre si è allontanata sempre di più sia dal marito che dai figli, era spesso in convento a meditare. Le scrivevo per farle sapere ciò che accadeva, speravo di poter riuscire a riportarla a noi, ma con il tempo anche le lettere sono diventate più rade e la speranza si è affievolita. L'abbiamo aspettata per tanto tempo, ma era inevitabile che mi legassi maggiormente a mio padre, poiché lo avevo sempre vicino. Con questo non voglio colpevolizzarla, so che aveva fondati motivi che giustificavano la sua assenza, ma la vita continua e il tempo logora i rapporti a distanza.
Ho visto mio padre allontanarsi sempre più da lei, per ricominciare a vivere tra la gente, l’ho visto di nuovo felice dopo tanti anni bui di attesa e tristezza; mi ha fatto piacere rivederlo attaccato alla vita, perché avevo già perso mia madre e avevo rischiato di perdere anche lui.
Allo stato attuale delle cose ritengo che tra i miei genitori sia rimasto soltanto il ricordo di ciò che è stato, vedo due sconosciuti che continuano ad accusarsi. Mia madre ritiene di essere dalla parte del giusto, ma tutti hanno fatto degli sbagli ed oramai è impossibile ricucire ciò che è distrutto. Io posso affermare che da alcuni anni mi sono ritrovata sempre mio padre vicino, mi ha seguito, consigliato, spronato e spesso rimproverato, come un genitore è giusto che faccia. Non si è fermato a questo, ma ha seguito anche mia figlia Leonor, con la quale ha instaurato un fortissimo legame. So che le mie parole possono sembrare contro natura ma, da figlia che conosce bene i propri genitori, spero che il loro legame venga sciolto appena possibile, troppe sono le parole avvelenate, le ingiurie e le cattiverie per poter pensare ad un possibile ricongiungimento. Spero che possano ritrovare serenità, ognuno seguendo la propria strada.
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Kalimero



Inscrit le: 24 Nov 2011
Messages: 352
Localisation: Grosseto

MessagePosté le: Lun Juin 18, 2018 11:50 am    Sujet du message: Répondre en citant

"grazie madamigella, siete stata molto chiara - fece il procuratore congedandola per poi passare al fratello minore - prego messer Latisana, fatevi anche voi al banco, prestate giuramento e diteci pure il vostro parere".
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Montrer les messages depuis:   
Poster un nouveau sujet   Répondre au sujet    L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum -> Provincia Ecclesiae Italicarum Gentium -> Tribunale Archiepiscopale dell'Arcidiocesi di Siena Toutes les heures sont au format GMT + 2 Heures
Aller à la page Précédente  1, 2, 3
Page 3 sur 3

 
Sauter vers:  
Vous ne pouvez pas poster de nouveaux sujets dans ce forum
Vous ne pouvez pas répondre aux sujets dans ce forum
Vous ne pouvez pas éditer vos messages dans ce forum
Vous ne pouvez pas supprimer vos messages dans ce forum
Vous ne pouvez pas voter dans les sondages de ce forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Traduction par : phpBB-fr.com