L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church
Forum RP de l'Eglise Aristotelicienne du jeu en ligne RR
Forum RP for the Aristotelic Church of the RK online game
 
Lien fonctionnel : Le DogmeLien fonctionnel : Le Droit Canon
 FAQFAQ   RechercherRechercher   Liste des MembresListe des Membres   Groupes d'utilisateursGroupes d'utilisateurs   S'enregistrerS'enregistrer 
 ProfilProfil   Se connecter pour vérifier ses messages privésSe connecter pour vérifier ses messages privés   ConnexionConnexion 

[AM46] Scioglimento matr tra Sir_aventon e Duchessalavinia
Aller à la page Précédente  1, 2
 
Poster un nouveau sujet   Répondre au sujet    L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum -> Provincia Ecclesiae Italicarum Gentium -> Tribunale Archiepiscopale dell'Arcidiocesi di Milano
Voir le sujet précédent :: Voir le sujet suivant  
Auteur Message
Svevo



Inscrit le: 03 Avr 2016
Messages: 1597

MessagePosté le: Mar Jan 28, 2020 1:37 am    Sujet du message: Répondre en citant

Rispose:

D'accordo

Poi si rivolse al Presidente e disse:

Eminenza, non ho altre domande. Procederei alla requisitoria
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
pamelita
Cardinal
Cardinal


Inscrit le: 15 Oct 2013
Messages: 2707
Localisation: Ducato di Milano

MessagePosté le: Mer Jan 29, 2020 1:03 am    Sujet du message: Répondre en citant

Procedete pure Eccellenza
_________________

Visitate l'Abbazia Cistercense di Fornovo
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Svevo



Inscrit le: 03 Avr 2016
Messages: 1597

MessagePosté le: Jeu Jan 30, 2020 6:36 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Il Procuratore si alzò in piedi e disse:

Vostra Eminenza,
in data 21 Dicembre 1468 presentava richiesta presso questo Tribunale l’istante Sir_aventon chiedendo lo scioglimento del matrimonio con Duchessalavinia contratto il 6 Febbraio 1467 dal quale non sono nati figli.

Ricordando inoltre che:
Per la sposa trattasi del secondo matrimonio.
Per lo sposo trattasi del primo matrimonio.

Egli dichiara:


Citation:
i siamo sposati a Lodi e qui dovevamo vivere.
Ma mia moglie subito dopo ha manifestato la voglia di partire e io - occupato con incarichi d'ufficio - non potevo lasciare la mia terra nemmeno per un viaggio.
Ma le promisi un viaggio, il problema è che ella non voleva un viaggio ma voleva lasciare la città dove ci eravamo conosciuti e sposati.

Lo fece di notte, di nascosto per poi dirmelo via missiva.
Io non dissi nulla per quieto vivere e rimasi fedele sempre a mia moglie.
Lei mi accusava di essere legato alla politica e quando le dissi che sarei sceso a Chieti - città dove si era trasferita e quindi molto distante da suo marito - mi rispose che per impegni politici non poteva partire - un paradosso in poche parole.
Io ero il brutto politico che non poteva spostarsi ma poi - vista la sua seconda vita - io dovevo adeguarmi alle sue mancanze matrimoniali.

Le dissi allora che mi sarei limitato ad andarla a trovare e di tutta risposta lei mi disse che si considerava una donna separata e quindi libera di andare con altri uomini.
Capite bene che il divorzio ormai è l'unica soluzione.


E' emerso poi nel corso del dibattimento che dopo un periodo di matrimonio tranquillo, la sposa ha deciso di abbandonare il tetto domiciliare per cambiare città.
Il marito ha cercato di raggiungere la sposa, ma in seguito, per motivi politici, è dovuto rientrare a Milano.
E' bene considerare, però, che non si tratta di uno scioglimento semplificato non essendo passati tre mesi e non essendo la scomparsa della sposa l'unica motivazione portata dalla sposo per chiedere lo scioglimento. Individuiamo questo caso come limite tra la sparizione dei sentimenti e l'abbandono del tetto coniugale.

Ricordiamo che ai sensi dell’art. 3 del diritto canonico “ Il matrimonio è la consacrazione dell’accordo profondo tra due persone , creando una condivisione della vita, reputata indissolubile e simboleggiando l’Amicizia Aristotelica in una delle sue forme più strette. “

Per tutto quanto sopra esposto, poiché a norma dell’art. 6.1 del diritto canonico in materia di annullamento, tra i motivi invocati per lo scioglimento del matrimonio vi è la sparizione dei sentimenti d’amore tra i coniugi, chiediamo a questa Corte di:
- Accogliere la richiesta e sciogliere il matrimonio
- Disporre per la sposa un'interdizione al matrimonio pari a mesi 6 (sei) a partire dalla ricomparsa nelle società, trattandosi del secondo matrimonio.
- Disporre per la sposo un interdizione al matrimonio pari a mesi 1 (uno).
Periodo durante i quali entrambi possano riflettere sull'importanza del Sacramento e approfondire opportunamente sia il senso dello stesso che eventuali altre scelte di vita.
- Stabilire per entrambi gli sposi l'obbligo di seguire un corso di preparazione matrimoniale prima di contrarre nuovamente matrimonio

Ho concluso

_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
pamelita
Cardinal
Cardinal


Inscrit le: 15 Oct 2013
Messages: 2707
Localisation: Ducato di Milano

MessagePosté le: Sam Fév 01, 2020 3:05 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Ascoltata la requisitoria finale il Cardinale si alzò e dopo aver salutato i presenti aggiunse

La corte si ritira per deliberare


Lasciò poi l'aula
_________________

Visitate l'Abbazia Cistercense di Fornovo
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
pamelita
Cardinal
Cardinal


Inscrit le: 15 Oct 2013
Messages: 2707
Localisation: Ducato di Milano

MessagePosté le: Sam Fév 01, 2020 3:43 pm    Sujet du message: Répondre en citant

il presidente tornò dopo poco portando con se il parere che avrebbe portato al concistoro per sottoporlo alla loro visione.

Citation:



              Tribunale Archiepiscopale di Milano




            Richiesta di valutazione per i Cardinali del Concistorio Romano.


              Il Tribunale Archiepiscopale dell'Arcidiocesi di Milano

              Presieduto da S.Em. Cardinale Alexandra Pamela Cagliostro d'Altavilla
              detta "Pamelita"


              ha pronunciato il seguente



              PARERE EPISCOPALE SU RICHIESTA DI SCIOGLIMENTO


    Nel ricorso presentato da:

    •Nome IG: Sir_aventon
    •Diocesi/Parrocchia di appartenenza: Lodi
    •Status Giudiziario del richiedente(laico, ordinato, eterodosso, scomunicato, etc): Laico

    RICORRENTI:
    •Nome IG Sposo: Sir_aventon
    •Nome IG Sposa: Duchessalavinia
    Rappresentati e difesi: in proprio
    Con l’intervento ex lege del Procuratore Ecclesiastico per l'Arcidiocesi di Milano, S.Ecc. Svevo

    CONCLUSIONI DELLA RICORRENTE:

    •Dichiararsi l'annullamento del matrimonio celebrato il 6 Febbraio 1467 da Pamelita nella parrocchia di Lodi, con testimoni Eutherphe, Ladyfair

    CONCLUSIONI DEL P.E.:
    - accogliere la richiesta e sciogliere il matrimonio
    - Disporre per la sposa un'interdizione al matrimonio pari a mesi 6 (sei)
    - Disporre che lo sposo un'interdizione al matrimonio pari a mesi 1 (uno)
    - Disporre come condizione necessaria per contrarre un nuovo matrimonio, che essi seguano un corso sul matrimonio ottenendo attestato di partecipazione, oppure compiano un cammino di preparazione con il proprio Vescovo
    - Stabilire, per entrambi i coniugi, che rendano confessione ad un prelato presso il Monastero in cui seguiranno il corso di preparazione al matrimonio o ad uno appartenente alla propria diocesi.

    SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

    L'istante Sir aventon chiedeva al Tribunale Archiepiscopale di Milano, di dichiarare lo scioglimento del matrimonio in quanto la moglie ha abbandonato il tetto coniugale dopo solo qualche mese dal matrimonio conseguenza che ha portato al naufragio del matrimonio con la conseguente perdita dei sentimenti d'amore reciproci.
    All'apertura del dibattimento, compariva davanti a questa Corte solo il richiedente, la moglie nonostante sia stata avvisata e che non si trovasse in ritiro dai monaci, ha ritenuto superfluo partecipare alla sua causa di scioglimento

                MOTIVI DELLA DECISIONE



    La domanda è fondata e va, pertanto, accolta.

    Sussistono, infatti, i presupposti di applicazione dell’art. 6.1 del diritto canonico in materia di scioglimento del matrimonio.
    Dal dibattimento è emersa l'impossibilità di portare avanti il matrimonio da solo in quanto la moglie non risiede piu sotto lo stesso tetto del consorte

                P.Q.M.


    Il Tribunale Archiepiscopale di Milano, definitivamente pronunciando sul ricorso presentato da Vitti, con l’intervento in causa del Procuratore Ecclesiastico, così decide:
    1) dichiara l'annullamento semplice del matrimonio risultando evidente il motivo della richiesta
    2)Decide di interdire al matrimonio Sir_Aventon ,per la durata di Mesi 1(uno) e di interdire Duchessalavinia per mesi 6 (sei), a partire dall'approvazione della sentenza da parte del Concistorio Cardinalizio affinché possano meditare sull'importanza del Sacramento del Matrimonio.
    3) Stabilisce che per entrambi gli sposi sarà condizione necessaria per un nuovo matrimonio seguire un corso sul matrimonio presso l'Abbazia Cistercense di Fornovo o presso Il Monastero di San Domenico ed ottenere attestato di partecipazione e rendere confessione ad un prelato presso il Monastero o l'Abbazia in cui seguiranno il corso di preparazione al matrimonio o ad un altro della propria Diocesi.
    4) manda al Procuratore di trasmettere copia autentica della presente sentenza al Concistoro Cardinalizio per la valutazione.



    Così deciso in camera di consiglio il giorno uno del mese di Febbraiodell'anno 1468








    Deposito atti processuali:

_________________

Visitate l'Abbazia Cistercense di Fornovo
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Astuzia
Cardinal
Cardinal


Inscrit le: 14 Déc 2010
Messages: 650
Localisation: Italia

MessagePosté le: Mar Fév 11, 2020 10:02 pm    Sujet du message: Répondre en citant

ecco a voi la sentenza.
Auguri e figli maschi!!!

dice sarcasticamente il bislacco cardinale


Citation:

    Sentenza di Scioglimento del sacramento del matrimonio


    Noi, Cardinali del Concistoro Pontificio Italofono, davanti all'Onnipotente e sotto lo sguardo di Aristotele, per grazia di Dio e di Papa Sixtus IV,


    - vista la richiesta di scioglimento del matrimonio tra i fedeli Sir_aventon e Duchessalavinia, matrimonio celebrato il 6 Febbraio 1467 da Pamelita nella parrocchia di Lodi, con testimoni Eutherphe, Ladyfair
    - visto il parere emesso in merito dal Tribunale Archiepiscopale di Pisa il 01.02.1468

    Abbiamo stabilito e ordinato, e con il nostro presente editto perpetuo e definitivo, diciamo, stabiliamo e ordiniamo:

    lo scioglimento del sacramento del matrimonio celebrato il 6 Febbraio 1467 da Pamelita nella parrocchia di Lodi, con testimoni Eutherphe, Ladyfair.

    Inoltre comminiamo le seguenti pene:

    per lo sposo:

    - interdizione al matrimonio per mesi 1 (uno;)

    per la sposa:

    - interdizione al matrimonio per mesi 6 (sei);

    per entrambi:

    - Che rendano confessione ad un prelato presso il Monastero in cui seguiranno il corso di preparazione al matrimonio o ad uno appartenente alla propria Diocesi;
    - Dispone come condizione necessaria per contrarre un nuovo matrimonio, che essi seguano entrambi un corso sul matrimonio ottenendo attestato di partecipazione, oppure compiano un cammino di preparazione con il proprio Vescovo.

    Il Cardinale Valentino Borgia, detto "Astuzia" è incaricato della vigilanza sul puntuale adempimento da parte dei coniugi delle penitenze prescritte.

    Fatto a Roma sotto il pontificato del Santo Padre Sixtus IV, il IX giorno del mese di Febbraio, dell'anno di grazia MCDLXVIII.

    Per il Concistoro Pontificio Italofono, il Cardinale Diacono Valentino Borgia "Astuzia"

    + Cardinale Valentino Borgia



_________________
Valentino Borgia, called "Astuzia", cardinal deacon
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Montrer les messages depuis:   
Poster un nouveau sujet   Répondre au sujet    L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum -> Provincia Ecclesiae Italicarum Gentium -> Tribunale Archiepiscopale dell'Arcidiocesi di Milano Toutes les heures sont au format GMT + 2 Heures
Aller à la page Précédente  1, 2
Page 2 sur 2

 
Sauter vers:  
Vous ne pouvez pas poster de nouveaux sujets dans ce forum
Vous ne pouvez pas répondre aux sujets dans ce forum
Vous ne pouvez pas éditer vos messages dans ce forum
Vous ne pouvez pas supprimer vos messages dans ce forum
Vous ne pouvez pas voter dans les sondages de ce forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Traduction par : phpBB-fr.com