L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church
Forum RP de l'Eglise Aristotelicienne du jeu en ligne RR
Forum RP for the Aristotelic Church of the RK online game
 
Lien fonctionnel : Le DogmeLien fonctionnel : Le Droit Canon
 FAQFAQ   RechercherRechercher   Liste des MembresListe des Membres   Groupes d'utilisateursGroupes d'utilisateurs   S'enregistrerS'enregistrer 
 ProfilProfil   Se connecter pour vérifier ses messages privésSe connecter pour vérifier ses messages privés   ConnexionConnexion 

[Ap 87] Scioglimento matrimoniale Raffaele_roberto - Thalia
Aller à la page Précédente  1, 2, 3, 4
 
Poster un nouveau sujet   Répondre au sujet    L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum -> Provincia Ecclesiae Italicarum Gentium -> Tribunale Arcivescovile dell'Arcidiocesi di Pisa
Voir le sujet précédent :: Voir le sujet suivant  
Auteur Message
Nazli



Inscrit le: 01 Oct 2020
Messages: 4

MessagePosté le: Mer Oct 07, 2020 6:34 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Si, confermo.
Come ha detto ser Raffaele, diversi giorni dopo con il colloquio con la moglie.
Quando lei era già partita lasciandolo, dopo aver chiesto lui lo scioglimento, la nostra relazione non era solo piu d'amicizia.
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
biancaleonora



Inscrit le: 30 Sep 2020
Messages: 2

MessagePosté le: Mer Oct 07, 2020 9:05 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Ascoltò le testimonianze fin tanto che il procuratore non le si rivolse per il giuramento. Annuì e si schiarì la voce.

Io, Bianca Eleonora Dondi De Falconieri, giuro solennemente davanti a questa Corte, ai Dogmi della Chiesa Aristotelica e davanti all'Altissimo che mi sorveglia e mi giudica, di dire la verità e soltanto quella, senza falsità alcuna. Qualora contravvenissi a tale giuramento, che la mia anima possa bruciare nel fuoco eterno dell'Inferno Lunare ed essere giudicata colpevole da questa corte.

Attese un cenno di assenso e iniziò la sua deposizione.

Dunque, sono costernata per tale avvenimento e spero che la mia testimonianza possa in qualche modo aiutare.
Son stata a lungo fuori dalla mia città di residenza per combattere la guerra Senese e, per un breve periodo mi è stato concesso un congedo, son dunque tornata a casa, a Massa per poter riabbracciare i miei cari e rifornirmi per una nuova lunga permanenza a Siena. Periodo durante il quale ho avuto modo di conoscere persone, tra cui per l'appunto ser Raffaele e dama Nazli. La seconda tra l'altro a quanto mi parve di capire, in un brutto momento emotivo. Cercai a modo mio di rendermi utile e spesso, essendo io di indole abbastanza tenera, passavo del tempo in taverna in sua compagnia a cui per l'appunto volentieri si univa anche ser Raffaele oltre che amici e compagnie. In un paio di settimane, abbiamo passato momenti cercando di ridere e scherzare, sempre in gruppo e in socievolezza.
Nei giorni che scorrevano però, mentre spesso le taverne si affollavano, mi è parso di vederli sempre più affiatati, in compagnia l'uno dell'altro/a. Non mi sono più di tanto interrogata in quella fase, essendo poi io ripartita per la mia missione, ma la notizia dello scioglimento, ha fatto nascere il pensiero che non era più di tanto casuale .

Prese un respiro e fece un cenno nuovamente per far intendere che aveva terminato.
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Gropius
Cardinal
Cardinal


Inscrit le: 12 Nov 2015
Messages: 4459
Localisation: Roma, Palazzo Della Scala-Corsini alla Lungara

MessagePosté le: Jeu Oct 08, 2020 10:27 am    Sujet du message: Répondre en citant

Sollevò la mano.

Grazie, è sufficiente così.

Guardò Nazli con sguardo severo.

Figliola, quando siete diventata una giurisperita della Santa Chiesa Aristotelica? O, probabilmente, vi ritenete simile a Dio nel decidere quando un Suo Sacramento è considerato sciolto o derogabile? Per vostra informazione - e con vostra mi rivolgo anche allo sposo - il matrimonio è in essere fino a che non viene sciolto dal Concistoro dei Cardinali. Inoltre voi vi macchiate di un peccato forse ben più grave dell'adulterio di cui già vi siete macchiata. Mi pare di aver capito che siete la madrina del convenuto. Ebbene, assecondando l'adulterio siete venuta tragicamente meno al giuramento che avete prestato di fronte a Dio Onnipotente di essere la luce che rischiara il cammino del vostro figlioccio lungo la via dell'Aristotelismo e per questo grave atto sto meditando di denunciarvi come spergiura alla Santa Inquisizione.

Si rivolse ad Almalibre.

Procuratrice, mettete agli atti che sia lo sposo che la testimone Nazli hanno dichiarato di essere stati adulteri.

Guardò tutti i presenti.

Avete molto di cui meditare: i colpevoli della loro colpa e i testimoni meditino su quanto sia facile cadere nell'errore. Ci ritiriamo per scrivere il nostro parere.

_________________

Cardinale-vescovo † Alto Commissario Apostolico Cancelliere della Congregazione per il Nuovo Apostolato † Primate del Santo Impero † Arcivescovo di Pisa e Trier † Governatore del Patrimonio di Tito † Marchese di Santa Marinella † Conte di Civitavecchia ♝Il cielo e la terra♗
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
almalibre



Inscrit le: 06 Mar 2015
Messages: 1426

MessagePosté le: Jeu Oct 08, 2020 11:05 am    Sujet du message: Répondre en citant

La procuratrice prende appunti sulle direttive impartite dall'Eminentissimo Presidente della Corte il Cardinale Arduino Della Scala "Gropius" e si accinge a presentare la propria requisitoria
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé Visiter le site web de l'utilisateur
almalibre



Inscrit le: 06 Mar 2015
Messages: 1426

MessagePosté le: Jeu Oct 08, 2020 3:35 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Il Procuratore, dopo aver accuratamente riletto tutti gli appunti presi nel corso del dibattimento, si appresta a presentare la propria requisitoria

In data 9 settembre 1468 presentava richiesta presso questo Tribunale il fedele Raffaele_roberto, chiedendo lo scioglimento del matrimonio con Dama Thalia contratto il 27 gennaio 1468, dal quale è nata una sola figlia, deceduta, poichè l'amore che li univa si è spento.

E' emerso nel corso del dibattimento che i sentimenti si sono spenti a causa della lontananza che periodicamente si verificava ed è emerso inoltre che lo sposo, dopo aver parlato con la sposa ed essersi accordati per ricorrere a questo Tribunale, ha iniziato subito dopo il colloquio e la richiesta di scioglimento del matrimonio, una nuova storia sentimentale con un'altra donna.
Purtroppo è prassi ed errore comune pensare che una volta chiesto lo scioglimento del matrimonio, si è liberi e svincolati da ogni rapporto con il coniuge, pensando erroneamente di potersi trovare un nuovo compagno/a fin dal momento della richiesta di scioglimento.
Così non è.
I coniugi restano sposati fino alla sentenza definitiva che emetterà il Concistoro Cardinalizio.

Questo Procuratore inoltre non può fare a meno di sottolineare che il matrimonio fra Messer Raffaele_roberto e Dama Thalia è stato celebrato il 27 gennaio 1468 e che la domanda di scioglimento è stata presentata poco prima dell'ottavo mese di matrimonio, segno evidente che lo stesso è stato celebrato troppo in fretta, senza tener conto della parola Divina che benedice la coppia unita in maniera indissolubile in Suo nome.

Tutto ciò premesso:

L'Art. 3 del Diritto Canonico testualmente recita: “ Il matrimonio è la consacrazione dell’accordo profondo tra due persone , creando una condivisione della vita, reputata indissolubile e simboleggiando l’Amicizia Aristotelica in una delle sue forme più strette. “

E’ chiaro quindi che la decisione di ricorrere a questa Corte, è stata presa dopo aver capito che l'Amicizia Aristotelica simboleggiante l'accordo profondo e la condivisione della vita di coppia, era ormai venuto meno.

Per tutto quanto sopra esposto, poiché a norma dell’art. 6.1 del Diritto Canonico in materia di annullamento, tra i motivi invocati per lo scioglimento del matrimonio vi è la sparizione dei sentimenti d’amore tra i coniugi, chiediamo a questa Illustrissima Corte di:

- accogliere la richiesta e sciogliere il matrimonio;
- interdire lo sposo ad un futuro matrimonio a mesi 3 essendo al primo matrimonio + 12 mesi per tradimento con altra donna nei confronti dell'ignara moglie;
- interdire la sposa ad un futuro matrimonio a mesi 3 essendo al primo matrimonio.

b) chiediamo, inoltre:

- di disporre come condizione necessaria per contrarre un nuovo matrimonio, che essi seguano entrambi un corso sul matrimonio ottenendo attestato di partecipazione, oppure compiano un cammino di preparazione con il proprio Vescovo;
- di stabilire per entrambi, che rendano confessione ad un prelato presso il Monastero in cui seguiranno il corso di preparazione al matrimonio o ad uno appartenente alla propria Diocesi.

Questo è tutto, Signor Presidente e Signori della Giuria.


Il Procuratore, radunate tutte le carte nel relativo fascicolo, si siede in attesa che l'Illustrissimo Signor Presidente chiuda il dibattimento per ritirarsi in Camera di Consiglio.
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé Visiter le site web de l'utilisateur
Gropius
Cardinal
Cardinal


Inscrit le: 12 Nov 2015
Messages: 4459
Localisation: Roma, Palazzo Della Scala-Corsini alla Lungara

MessagePosté le: Jeu Oct 15, 2020 10:27 am    Sujet du message: Répondre en citant

Citation:



              Tribunale Arcivescovile di Pisa




              Richiesta di valutazione per i Cardinali del Concistoro Romano.

                Tribunale Arcivescovile dell'Arcidiocesi di Pisa


              Presieduto da S.Em. Monsignor Arduino Della Scala detto "Gropius"

                    ha pronunciato il seguente



              PARERE EPISCOPALE SU RICHIESTA DI SCIOGLIMENTO


Nel ricorso presentato da:

•Nome IG: Raffaele_Roberto
•Diocesi/Parrocchia di appartenenza: Pisa
•Status Giudiziario del richiedente (laico, ordinato, eterodosso, scomunicato, etc): Laico

RICORRENTI:
•Nome IG Sposo: Raffaele_Roberto
•Nome IG Sposa: Thalia
Rappresentati e difesi: in proprio
Con l’intervento ex lege del Procuratore Ecclesiastico per l'Arcidiocesi di Pisa, S.E. Alma Bianca Arnod Sforza detta "Almalibre"

CONCLUSIONI DEL RICORRENTE:

• Dichiararsi l'annullamento del matrimonio celebrato il 27 Gennaio 1468 da Lady.aurora nella Parrocchia di Massa, con testimoni
Lucrezia.
Anniusca

CONCLUSIONI DEL P.E.:
In data 9 settembre 1468 presentava richiesta presso questo Tribunale il fedele Raffaele_roberto, chiedendo lo scioglimento del matrimonio con Dama Thalia contratto il 27 gennaio 1468, dal quale è nata una sola figlia, deceduta, poichè l'amore che li univa si è spento.

E' emerso nel corso del dibattimento che i sentimenti si sono spenti a causa della lontananza che periodicamente si verificava ed è emerso inoltre che lo sposo, dopo aver parlato con la sposa ed essersi accordati per ricorrere a questo Tribunale, ha iniziato subito dopo il colloquio e la richiesta di scioglimento del matrimonio, una nuova storia sentimentale con un'altra donna.
Purtroppo è prassi ed errore comune pensare che una volta chiesto lo scioglimento del matrimonio, si è liberi e svincolati da ogni rapporto con il coniuge, pensando erroneamente di potersi trovare un nuovo compagno/a fin dal momento della richiesta di scioglimento.
Così non è.
I coniugi restano sposati fino alla sentenza definitiva che emetterà il Concistoro Cardinalizio.

Questo Procuratore inoltre non può fare a meno di sottolineare che il matrimonio fra Messer Raffaele_roberto e Dama Thalia è stato celebrato il 27 gennaio 1468 e che la domanda di scioglimento è stata presentata poco prima dell'ottavo mese di matrimonio, segno evidente che lo stesso è stato celebrato troppo in fretta, senza tener conto della parola Divina che benedice la coppia unita in maniera indissolubile in Suo nome.

Tutto ciò premesso:

L'Art. 3 del Diritto Canonico testualmente recita: “ Il matrimonio è la consacrazione dell’accordo profondo tra due persone , creando una condivisione della vita, reputata indissolubile e simboleggiando l’Amicizia Aristotelica in una delle sue forme più strette. “

E’ chiaro quindi che la decisione di ricorrere a questa Corte, è stata presa dopo aver capito che l'Amicizia Aristotelica simboleggiante l'accordo profondo e la condivisione della vita di coppia, era ormai venuto meno.

Per tutto quanto sopra esposto, poiché a norma dell’art. 6.1 del Diritto Canonico in materia di annullamento, tra i motivi invocati per lo scioglimento del matrimonio vi è la sparizione dei sentimenti d’amore tra i coniugi, chiediamo a questa Illustrissima Corte di:

- accogliere la richiesta e sciogliere il matrimonio;
- interdire lo sposo ad un futuro matrimonio a mesi 3 essendo al primo matrimonio + 12 mesi per tradimento con altra donna nei confronti dell'ignara moglie;
- interdire la sposa ad un futuro matrimonio a mesi 3 essendo al primo matrimonio.

b) chiediamo, inoltre:

- di disporre come condizione necessaria per contrarre un nuovo matrimonio, che essi seguano entrambi un corso sul matrimonio ottenendo attestato di partecipazione, oppure compiano un cammino di preparazione con il proprio Vescovo;
- di stabilire per entrambi, che rendano confessione ad un prelato presso il Monastero in cui seguiranno il corso di preparazione al matrimonio o ad uno appartenente alla propria Diocesi.


SVOLGIMENTO DELL'UDIENZA

All'udienza erano presenti gli sposi e diversi testimoni (come si potrà verificare negli atti depositati). È emerso che il sentimento d'amore non sia mutato nella sposa, ma solo nello sposo il quale ha dichiarato a questa Corte il proprio tradimento con altra dama. Quest'ultima, sentita da questa Corte, ha confermato la sussistenza dell'adulterio. Ad aggravare la situazione è, a nostro avviso, che lo sposo richieda il matrimonio adducendo motivazioni incolpanti la sposa, quando in realtà il colpevole è il medesimo.

              MOTIVI DELLA DECISIONE


La domanda è fondata e va, pertanto, accolta.

Sussistono, infatti, i presupposti di applicazione dell’art. 6.1 del diritto canonico in materia di scioglimento del matrimonio.
Dal dibattimento è emersa la volontà dello scioglimento, da parte del richiedente, per la scomparsa dei sentimenti d'amore.

              P.Q.M.


Il Tribunale Archiepiscopale di Pisa, definitivamente pronunciando sul ricorso presentato da Raffaele_Roberto, con l’intervento in causa del Procuratore Ecclesiastico, così si esprime e propone:
1) L'annullamento semplice del matrimonio risultando evidente la scomparsa dei sentimenti d'amore.
2) L'interdizione al matrimonio di 15 mesi per Raffaele_Roberto per l'aggravante dell'adulterio. Non riteniamo di dover interdire la sposa poiché vittima incolpevole.
3) Di disporre come condizione necessaria per contrarre un nuovo matrimonio, che i coniugi seguano un corso sul matrimonio ottenendo attestato di partecipazione, oppure compiano un cammino di preparazione con il proprio Vescovo;
4) Per entrambi, che rendano confessione ad un prelato presso il Monastero in cui seguiranno il corso di preparazione al matrimonio o ad uno appartenente alla propria Diocesi.

Inoltre il Tribunale manda al Procuratore di trasmettere copia autentica della presente parere al Concistoro Cardinalizio per la valutazione.


Così deciso in camera di consiglio il giorno quindici del mese di Ottobre dell'anno 1468



S.Em. Rev.ma Cardinal Arduino Della Scala detto "Gropius"



+ Cardinale-vescovo della Parrocchia di San Silfaele Fuori le Mura
+ Cancelliere della Congregazione per il Nuovo Apostolato
+ Alto Commissario Apostolico
+ Arcivescovo di Pisa
♔ Governatore del Patrimonio di Tito
♔ Marchese di Santa Marinella
♔ Conte di Civitavecchia
♔ Barone Palatino di San Giovanni in Laterano









Deposito atti dell'udienza:

_________________

Cardinale-vescovo † Alto Commissario Apostolico Cancelliere della Congregazione per il Nuovo Apostolato † Primate del Santo Impero † Arcivescovo di Pisa e Trier † Governatore del Patrimonio di Tito † Marchese di Santa Marinella † Conte di Civitavecchia ♝Il cielo e la terra♗
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Astuzia
Cardinal
Cardinal


Inscrit le: 14 Déc 2010
Messages: 962
Localisation: Italia

MessagePosté le: Sam Oct 17, 2020 9:36 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Citation:

    Sentenza di Scioglimento del sacramento del matrimonio


    Noi, Cardinali del Concistoro Pontificio Italofono, davanti all'Onnipotente e sotto lo sguardo di Aristotele, per grazia di Dio e di Papa Sixtus IV,
    - vista la richiesta di scioglimento del matrimonio tra i fedeli Raffaele_Roberto e Thalia, matrimonio celebrato celebrato il 27 Gennaio 1468 da Lady.aurora nella Parrocchia di Massa, con testimoni Lucrezia. e Anniusca;
    - visto il parere emesso in merito dal Tribunale Archiepiscopale di Pisa il giorno XIV del mese di Ottobre dell'anno 1468;
    - visto l'art. 6.4 del diritto canonico in materia di scioglimento semplificato del matrimonio;
    - visto il documento concistoriale "Sulla fine del Matrimonio" emanato il 1° Luglio 1461;
    - visto il Parere del Concistoro Cardinalizio;

    Abbiamo stabilito e ordinato, e con il nostro presente editto perpetuo e definitivo, diciamo, stabiliamo e ordiniamo:
    lo scioglimento del matrimonio tra i fedeli Raffaele_Roberto e Thalia, matrimonio celebrato celebrato il 27 Gennaio 1468 da Lady.aurora nella Parrocchia di Massa, con testimoni Lucrezia. e Anniusca

    Inoltre comminiamo le seguenti pene:

    per lo sposo:
    - interdizione di 15 mesi (15) a partire dalla data di pubblicazione della presente sentenza affinché possa meditare sull'importanza del Sacramento del Matrimonio;
    - imporre come condizione necessaria per un nuovo matrimonio seguire un corso sul matrimonio presso l'Abbazia Cistercense di Fornovo o presso Il Monastero di San Domenico, oppure compia un cammino di preparazione con il proprio Vescovo ed ottenere attestato di partecipazione e rendere confessione ad un prelato presso il Monastero o l'Abbazia in cui seguirà il corso di preparazione al matrimonio o ad un altro della propria Diocesi;
    - versi la somma di 150,00 (cinquanta) ducati alle casse della diocesi in cui si trova, previo accordo con vescovo titolare che dovrà rilasciare attestazione di ricevuta, entro quindici giorni dalla pubblicazione della presente sentenza e ne consegni attestazione al presente tribunale.

    per la sposa:
    - nessuna interdizione;
    - imporre come condizione necessaria per un nuovo matrimonio seguire un corso sul matrimonio presso l'Abbazia Cistercense di Fornovo o presso Il Monastero di San Domenico, oppure compia un cammino di preparazione con il proprio Vescovo ed ottenere attestato di partecipazione e rendere confessione ad un prelato presso il Monastero o l'Abbazia in cui seguirà il corso di preparazione al matrimonio o ad un altro della propria Diocesi;


    Ancora, avverte:
    Che Avverso la presente sentenza è ammesso ricorso presso Questo Stesso Concistoro entro il termine di 30 giorni dalla sua pubblicazione, da presentarsi presso Curia Romana


    Il Cardinale Valentino Borgia, detto "Astuzia" è incaricato della vigilanza sul puntuale adempimento da parte dei coniugi delle penitenze prescritte.

    Fatto a Roma sotto il pontificato del Santo Padre Sixtus IV, il XVII giorno del mese di Ottobre, dell'anno di grazia MCDLXVIII.

    Per il Concistoro Pontificio Italofono, il Cardinale Diacono Valentino Borgia "Astuzia"

    S. E. R.ma Astuzia Cardinale Valentino Borgia
    +Cardinale-presbitero della Parrocchia di San Barnaba a Ripa
    +Vescovo della Diocesi In Partibus Infidelium di Augusta
    +Monaco Cistercense
    +Prefetto della Congregazione delle Sante Armate per le Province Italofone




_________________
Valentino Borgia, called "Astuzia", cardinal-presbyter
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Montrer les messages depuis:   
Poster un nouveau sujet   Répondre au sujet    L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum -> Provincia Ecclesiae Italicarum Gentium -> Tribunale Arcivescovile dell'Arcidiocesi di Pisa Toutes les heures sont au format GMT + 2 Heures
Aller à la page Précédente  1, 2, 3, 4
Page 4 sur 4

 
Sauter vers:  
Vous ne pouvez pas poster de nouveaux sujets dans ce forum
Vous ne pouvez pas répondre aux sujets dans ce forum
Vous ne pouvez pas éditer vos messages dans ce forum
Vous ne pouvez pas supprimer vos messages dans ce forum
Vous ne pouvez pas voter dans les sondages de ce forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Traduction par : phpBB-fr.com