L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church
Forum RP de l'Eglise Aristotelicienne du jeu en ligne RR
Forum RP for the Aristotelic Church of the RK online game
 
Lien fonctionnel : Le DogmeLien fonctionnel : Le Droit CanonLien fonctionnel : Le Réseau
Lien fonctionnel : Le ParcheminLien fonctionnel : Les Registres
 FAQFAQ   RechercherRechercher   Liste des MembresListe des Membres   Groupes d'utilisateursGroupes d'utilisateurs   S'enregistrerS'enregistrer 
 ProfilProfil   Se connecter pour vérifier ses messages privésSe connecter pour vérifier ses messages privés   ConnexionConnexion 

[AS13] Revisione status Matrimoniale Babi-Tintoretto
Aller à la page 1, 2, 3  Suivante
 
Poster un nouveau sujet   Répondre au sujet    L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum -> Provincia Ecclesiae Italicarum Gentium -> Tribunale Archiepiscopale dell'Arcidiocesi di Siena
Voir le sujet précédent :: Voir le sujet suivant  
Auteur Message
Cactaceae



Inscrit le: 03 Déc 2011
Messages: 422
Localisation: Orbetello - Parroco

MessagePosté le: Mar Mar 25, 2014 5:54 pm    Sujet du message: [AS13] Revisione status Matrimoniale Babi-Tintoretto Répondre en citant

Citation:
Richiesta

  • Nome IG Sposo: Tintoretto

  • Nome IG Sposa: Babi

  • Data del matrimonio: 04 Dicembre 1461

  • Celebrante: Federico_il_rosso

  • Parrocchia di celebrazione sacramento: Siena

  • Testimoni: Bernadette78 , Helheona

  • Bambini (specificare numero e nome IG): 0

  • Matrimoni precedenti sposo: [SI - numero/NO] NO

  • Matrimoni precedenti sposa: [SI - numero/NO] NO

  • Motivazioni (spiegare in modo compiuto e dettagliato):


Il mio sposo, dopo due mesi di matrimonio, quasi sei di fidanzamento e frequentazione del Corso Prematrimoniale si è improvvisamente accorto che non sono la donna che vuole al suo fianco; afferma che il mio carattere deciso e il mio modo di pormi schietto sono incompatibili con il suo stile di vita e di pensiero. Credo profondamente nel Sacramento del Matrimonio e non me la sento di restare sposata se non vi sono amore e rispetto.

Allegati


Federico_il_rosso a écrit:
[rp]Noi , Federico Edoardo Borgia,
Cardinale Romano;
Cancelliere della Santa Inquisizione Romana;
Grande Inquisitore;
Primate della Primazia del Sacro Romano Impero Nazioni Germaniche;
Arcivescovo di Siena;
Rappresentante Ecclesiastico Italofono presso la corte dell'Imperatore;
Primo Siniscalco Italofono delle G.E.;
Gran Commendatore del Sacro Ordine di San Samot e Paolo Apostoli;
Monaco Capitolare e Professore Cistercense;,
produciamo una documentazione che attesta
l'avvenuto matrimonio di
Tintoretto & Babi
presso la parrocchia di Siena
il giorno 04 - 12 - 1461

Ha officiato Federico Edaordo Borgia detto "federico_il_rosso"

Riportiamo qui una copia della registrazione della cerimonia
in ecumene 1461/9



[rp]Nome IG dello Sposo: Tintoretto
Nome IG della Sposa: Babi
Arcidiocesi Matrimonio: Siena
Parrocchia Matrimonio: Siena
Officiante Matrimonio: Federico_il_rosso
Data Battesimo: 04 - 12 - 1461
Testimone Sposo: Bernadette78
Testimone Sposa: Helheona[/rp]


Questo documento e' da ritenersi al pari di certificato di battesimo
e puo' essere pubblicato per intero

In fede

[/rp]


Firma del richiedente


  • Firma:Barbara della Groana

_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Tintoretto



Inscrit le: 30 Mar 2014
Messages: 13

MessagePosté le: Lun Mar 31, 2014 12:13 am    Sujet du message: Répondre en citant

Tintoretto aveva da poco ricevuto la convocazione presso il tribunale dalla Santa Chiesa, così s'avviò e una volta individuata l'aula prese posto attendendo in silenzio.
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
babi



Inscrit le: 01 Oct 2013
Messages: 6

MessagePosté le: Lun Mar 31, 2014 7:00 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Barbara, in religioso silenzio e avvolta in un delizioso mantellino bianco, entrò disarmata in aula attendendo l'inizio del processo.
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Cactaceae



Inscrit le: 03 Déc 2011
Messages: 422
Localisation: Orbetello - Parroco

MessagePosté le: Mar Avr 01, 2014 4:28 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Cactaceae entrò in tribunale e si sedette al suo posto. Dopo alvuni istanti prese la parola.

Appena il Procuratore Ecclesiatico si sarà sistemato possiamo procedere con la testimonianza degli sposi.
Spiegateci perchè vorreste divedere questa sacra unione.


E si mise in ascolto
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Kalimero



Inscrit le: 24 Nov 2011
Messages: 335
Localisation: Grosseto

MessagePosté le: Mar Avr 01, 2014 6:11 pm    Sujet du message: Répondre en citant

al seguito della corte si presentò anche il procuratore, che si assise sul suo scranno, ovviamente posto più in basso della corte. indi si rivolse a madama Babi - "prego madama, accomodatevi al banco dei testimoni e diteci nei particolari i motivi che vi hanno condotta a questa grave richiesta. ma prima di farlo pronunciate il giuramento - e avvicinatosi le passò il testo del giuramento

Citation:

Io, __________, giuro solennemente dinnanzi a questa corte, ai dogmi della Chiesa Aristotelica e dinnanzi all'Altissimo che mi sorveglia e mi giudica, di dire la verità e soltanto quella, senza falsità alcuna. Qualora, contravvenissi a tale giuramento che la mia anima possa bruciare nel fuoco eterno dell'Inferno Lunare ed essere giudicato colpevole da questa corte.

_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
babi



Inscrit le: 01 Oct 2013
Messages: 6

MessagePosté le: Mar Avr 01, 2014 9:18 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Chiuse gli occhi e unì le mani e pronunciò il giuramento:

"Io, Barbara Vittoria della Groana, giuro solennemente dinnanzi a questa corte, ai dogmi della Chiesa Aristotelica e dinnanzi all'Altissimo che mi sorveglia e mi giudica, di dire la verità e soltanto quella, senza falsità alcuna. Qualora, contravvenissi a tale giuramento che la mia anima possa bruciare nel fuoco eterno dell'Inferno Lunare ed essere giudicato colpevole da questa corte."

Li riaprì e con rossore in viso si accomodò al banco dei testimoni.
Guardò il procuratore negli occhi e prese a raccontare ciò che la portò alla sua decisione.


"Buona sera alla corte, sono qui per spiegarvi i motivi per il quale ho preso questa sofferta decisione.
Come spiegai nella mia richiesta credo molto nel Sacramento del Matrimonio ed intrapresi con mio marito un lungo cammino per conoscerci meglio, per conoscerci nel profondo e capire insieme gli impegni che comportava una vita matrimoniale.

Eravamo una coppia innamorata ed ai miei occhi felici ma con amarezza, a metà Febbraio scoprì che era tutta un'illusione.
Durante la nostra frequentazione e fidanzamento durati bene sei mesi avevamo avute ben poche discussioni se non dettate da gelosia, ma tutto sembrava andare bene e le questioni sembravano risolte.
Inoltre avevo mostrato il mio modo di essere, non ho mai nascosto i miei difetti e tanto meno avevo mai esaltato i miei pregi. Quello che ero prima del matrimonio lo era anche dopo e lo sono tuttora.

Nel periodo in cui ci conoscemmo e quando mi sposai ricoprivo il ruolo di sindaco di Siena, spendevo molte energie ricoprendo quel compito e mio marito era conscio dei miei stati umorali, dei miei impegni e anche lui durante il giorno non poteva essere presente per via del suo lavoro.
La sera ero così stanca che preferivo ritirarmi in casa da sola con lui e vivere i nostri momenti di coppia all'interno del nostro tetto coniugale.

Una settimana dopo la celebrazione del nostro matrimonio iniziarono i primi problemi.
Una ragazzina che avevamo a cuore e che avevamo intenzione di adottare tentò di minare il nostro rapporto, a me lo scopo sembrava ben chiaro ovvero ricevere da mio marito più attenzioni e non da semplice futura figlia. Nonostante glielo avessi spiegato con le buone e con molta schiettezza, lui non mi ha mai dato ascolto. La difendeva a spada tratta giustificandola e ammettendo talvolta che essa aveva atteggiamenti strani. Lei fu la causa di ben due litigi gravi, che vedeva me sempre coerente nel mio atteggiamento e ferma su quello che era il mio pensiero e non mi sbagliavo. Difatti quando le comunicammo la nostra imminente separazione, la ragazzina non si degnò nemmeno di scrivermi una missiva di dispiacere, ma con insistenza spingeva affinchè potesse seguire ovunque mio marito Tintoretto.

Ma non fu questo il punto.

Al termine del mio mandato da sindaco, ovvero verso l'ultima metà di dicembre, decidemmo di andare in viaggio di nozze.
Una nave a Gaeta ci attendeva per raggiungere le coste spagnole ma per via di problematiche del capitano rimanemmo bloccati in città.
Se non fosse stata per la compagnia ricevuta dai miei familiari presenti in terra di lavoro, sarei rimasta completamente sola.
Mio marito c'era veramente poco, non c'era quando scoprì di essere in stato interessante, non c'era quando malauguratamente mi ammalai.

Non avendo più alcuna notizia del capitano disposto a portarci alla meta e annoiandomi a stare in una città che non era la mia, decidemmo di tornare a casa usufruendo del passaggio in nave del fidanzato di mia zia.

Una volta tornati a Siena, per via dello stato interessante e della malattia, non avevo la forza nemmeno di uscire di casa e per una settimana rimasi allettata. Mio marito era informato della mia esigenza perchè avvertito del mio imposto riposo di una settimana.
Al termine di quel riposo trovai bagagli pronti e una lettera agghiacciante di mio marito.

In quella lettera vi era tutto ciò che mi è stato nascosto. I suoi sentimenti, risentimenti, frustrazioni. Insomma ogni qualvolta ci fosse un problema non me ne parlava, teneva tutto dentro o lo confidava ad amiche e parenti.
Ogni volta che avevamo piccole discussioni che a mio avviso riuscivamo a chiudere, per lui non era così e non me lo faceva mai capire e ciò suscitava in lui risentimento.

Inoltre mio marito mi confessò con quella lettera di vergognarsi di me, di vergognarsi del modo in cui gestivo le MIE relazioni personali, dato che molto spesso andavano a lagnarsi da lui.

E per ultimo, ma importantissimo e offensivo, nel confronto finale avvenuto faccia a faccia arrivò a dirmi che dall'esasperazione ha pensato più volte di togliersi la vita.

Mi sono sentita, offesa e umiliata. Come posso ancora restare sposata ad un uomo che mi ha mancato di rispetto e che ha preferito le malelingue e le cattiverie piuttosto che all'amore di sua moglie?

Lo rivedo ora dopo due mesi e sentirò ora la sua voce. Non si è nemmeno degnato di interessarsi del mio stato di salute, della mia gravidanza che ahimè non è andata buon fine
.
- disse con un velo di tristezza sugli occhi.

Inoltre mi sembra opportuno avvisarvi che molte persone a me vicine, ma anche lontane, mi hanno avvisato di comportamenti poco dignitosi nei miei confronti da parte di mio marito.
Esso infatti è stato visto ad una festa in maschera visibilmente interessato ad una donna in abiti succinti, che si rivelò essere una nostra amica in comune. Sempre con essa lui sembra avere un'amicizia molto particolare. Se tutta questa fretta ed impazienza che dimostra nel concludere il nostro matrimonio, al punto da sollecitarvi l'apertura del processo per lo scioglimento delle nozze, è dettata dalla voglia di sentirsi libero di vivere una nuova storia d'amore poteva dirmelo molto prima. L'avrei lasciato libero di vivere serenamente la sua vita.
."
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Kalimero



Inscrit le: 24 Nov 2011
Messages: 335
Localisation: Grosseto

MessagePosté le: Mar Avr 01, 2014 9:24 pm    Sujet du message: Répondre en citant

"ah che storia triste... - mormorò il procuratore coprendosi con una mano il viso - è sempre doloroso sentire certe cose. grazie comunque madama, ora prima di cedere la parola a vostro marito vorrei sapere se volete chiamare qualche testimone all'udienza"
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
babi



Inscrit le: 01 Oct 2013
Messages: 6

MessagePosté le: Mar Avr 01, 2014 10:00 pm    Sujet du message: Répondre en citant

"Si" - rispose la giovane donna.
"Mia zia Electra Bernadette della Groana Ridolfi D'Oria, conosciuta come Bernadette78. Colei mi ha dato sostegno in questo periodo difficilissimo della mia vita."
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Kalimero



Inscrit le: 24 Nov 2011
Messages: 335
Localisation: Grosseto

MessagePosté le: Mar Avr 01, 2014 10:10 pm    Sujet du message: Répondre en citant

"bene una guardia provvederà a far pervenire la mia convocazione alla testimone. presidente volete chiedere qualcosa alla questuante?" - chiese il procuratore guardando l'arcivescovo.
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Bernadette.ridolfi



Inscrit le: 13 Mai 2013
Messages: 11

MessagePosté le: Mer Avr 02, 2014 10:30 am    Sujet du message: Répondre en citant

Bernadette, ricevuta la missiva di convocazione in aula, si era recata presso il Tribunale Archiepiscopale dell'Arcidiocesi di Siena; disarmata e vestita semplicemente era entrata nell'aula in attesa che le venisse concesso di presentarsi.
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Cactaceae



Inscrit le: 03 Déc 2011
Messages: 422
Localisation: Orbetello - Parroco

MessagePosté le: Jeu Avr 03, 2014 4:32 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Penso che sia stata Esaustiva nella descrizione della sua vita matrimoniale. La situazione mi è chiara. Rispose Monsignor Cactaceae

La parola alla testimone: si presenti e faccia la sua deposizione.
La prego di usare la formula di giuramento


Citation:
Io, __________, giuro solennemente dinnanzi a questa corte, ai dogmi della Chiesa Aristotelica e dinnanzi all'Altissimo che mi sorveglia e mi giudica, di dire la verità e soltanto quella, senza falsità alcuna. Qualora, contravvenissi a tale giuramento che la mia anima possa bruciare nel fuoco eterno dell'Inferno Lunare ed essere giudicato colpevole da questa corte.

_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Bernadette.ridolfi



Inscrit le: 13 Mai 2013
Messages: 11

MessagePosté le: Jeu Avr 03, 2014 9:55 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Bernadette, prestò giuramento:

Io, Electra Bernadette della Groana Ridolfi D'Oria, giuro solennemente dinnanzi a questa corte, ai dogmi della Chiesa Aristotelica e dinnanzi all'Altissimo che mi sorveglia e mi giudica, di dire la verità e soltanto quella, senza falsità alcuna. Qualora, contravvenissi a tale giuramento che la mia anima possa bruciare nel fuoco eterno dell'Inferno Lunare ed essere giudicato colpevole da questa corte.

Recitata la formula la donna passò alla testimonianza.

Buonasera, come già detto sono Electra Bernadette della Groana Ridolfi D'Oria, la zia di Barbara e sono anche stata sua testimone di nozze, da quando sua madre è venuta a mancare mi sono occupata di lei come se fosse mia figlia, indubbiamente l'avere entrambe un carattere forte ci ha aiutato a costruire il reciproco affetto che ci lega oggi.

Quando conobbi Tintoretto ne rimasi subito colpita positivamente: è un bravissimo ragazzo e non potrei mai dire il contrario, se lo facessi mentirei; ricordo che mi colpì perchè, nonostante sia un militare, come me del resto, non ha i tipici modi decisi e gli atteggiamenti duri degli appartenenti alla categoria, al contrario, è dolce e dotato di una grande sensibilità.

Non posso negare che all'inizio ero un po' sorpresa dal suo fidanzamento con Barbara: lei così decisa ed irruente aveva scelto un uomo così pacato, ma si amavano e la considerazione che gli opposti si attraessero non mi ha mai portato ad esprimere a parole la mia sorpresa.


Guardò un attimo i presenti e proseguì.

Le diversità si notavano fin dai tempi della loro frequentazione, mentre Barbara battagliava nelle piazze per questioni politiche, principalmente per garantire cibo a prezzo equo alla gente, Tintoretto preferiva passare il suo tempo in taverna ad occuparsi di ragazzine senza famiglia o giovani donne insicure dalla vita amorosa tormentata; un comportamento encomiabile ma decisamente opposto a quello di mia nipote, sembrava però che questo non disturbasse nè lui nè lei ed i mesi procedevano speditamente.

Una settimana prima delle nozze raggiunsi i promessi a Siena per aiutarli nei preparativi e non potei fare a meno di notare che, a qualsiasi ora del giorno si trovassero in taverna, erano sempre in compagnia di una fanciulla: la giovane citata da Barbara. Non ho nulla contro la dedizione al prossimo però un po' iniziai a preoccuparmi, l'età e l'esperienza mi hanno insegnato che se una coppia giovane non riesce a trovare dei momenti di intimità, anche solo per raccontarsi la giornata senza "pubblico", a lungo andare il rapporto si logora.

Qualche malalingua in città mormorava sull'onnipresente ragazzina al fianco del fidanzato di Barbara ma ci diedi poco peso, avevo ed ho stima di Tintoretto, e ci voleva ben altro per farmi pensare male di lui; preferii tacere anche perchè volevo evitare di passare per la solita zia invadente, convinta che una volta sposati avrebbero chiarito come gestire le ingerenze esterne.

Commisi un errore di valutazione di cui tutt'ora mi pento: pochi giorni dopo le nozze Barbara mi confidò di aver avuto una brutta lite proprio a causa della ragazzina, sospettava che avesse un interesse di tipo amoroso verso suo marito che però insisteva nel negare; come già detto i fatti hanno dimostrato il contrario.


Prese fiato.

Partirono per il Regno delle Due Sicilie e ci ritrovammo lì, con mia grande sorpresa Tintoretto era praticamente scomparso: dopo i primi giorni infatti, non riuscii più ad incontrarlo in taverna e nemmeno Barbara; purtroppo non era presente quando Barbara scoprì di aspettare un bambino e nemmeno quando si ammalò, fortunatamente sul posto c'era una mia cara amica, grande luminare di medicina, che potè visitarla e fornirle tutte le cure del caso.

Tornammo nella Repubblica di Siena separandoci: io a Santa Fiora col mio fidanzato e gli sposini a Siena, dopo pochi giorni ricevetti una breve lettera di Barbara, diceva solo "Zia vieni a prendermi, ci incontriamo a Grosseto, Tintoretto mi ha lasciato".
Pietrificata dallo stupore organizzai nel minor tempo possibile un gruppo per raggiungerla, ebbi così modo di leggere la famosa lettera, il cui contenuto è stato riportato da mia nipote; riconosco che quando Tintoretto ha comunicato la sua decisione a noi familiari di Barbara, correttamente, non ha omesso nulla: che il carattere della sua sposa, troppo forte e deciso mal si conciliava col suo e che ne fosse consapevole da ben prima di sposarsi, l'ammissione di essersi lamentato, su pressione di amici e conoscenti, con Barbara dei comportamenti che lo infastidivano per poi "sorvolare" per evitare discussioni a suo avviso improduttive, al rivelare che riteneva quasi fastidiosa la dedizione battagliera di sua moglie alla politica.

Non posso esprimere giudizi ma un'opinione si: in me è forte la sensazione che per Tintoretto ci volesse una donna diversa, dal carattere più vicino al suo: mite e remissivo. e non una sposa che non ha paura di difendere sè stessa e le sue ragioni in ogni occasione; purtroppo ha palesato il suo disagio troppo tardi e questo mi dispiace davvero tanto, avrebbe risparmiato questa dolorosa esperienza in primis a sè stesso ed anche a Barbara...


Sospirò.

Non ho altro da aggiungere, resto a disposizione per eventuali domande.

_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Kalimero



Inscrit le: 24 Nov 2011
Messages: 335
Localisation: Grosseto

MessagePosté le: Jeu Avr 03, 2014 10:50 pm    Sujet du message: Répondre en citant

"per me nessuna domanda, è confermata pienamente la versione di madama Babi - e poi si rivolse alla corte - presidente se non avete nulla in contrario la congederei e chiamerei a deporre il marito".
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Cactaceae



Inscrit le: 03 Déc 2011
Messages: 422
Localisation: Orbetello - Parroco

MessagePosté le: Ven Avr 04, 2014 12:48 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Niente in contrario. Procediamo pure.

Rispose Cactaceae
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Kalimero



Inscrit le: 24 Nov 2011
Messages: 335
Localisation: Grosseto

MessagePosté le: Ven Avr 04, 2014 1:12 pm    Sujet du message: Répondre en citant

"bene grazie madonna può andare - fece congedando la testimone - si faccia avanti messer Tintoretto. pronunci il giuramento e ci dica la sua testimonianza sulla sua vita matrimoniale, e in modo peculiare sui gravi elementi di frattura venuti alla luce finora" - e passò pure a lui il testo del giuramento.

Citation:

Io, __________, giuro solennemente dinnanzi a questa corte, ai dogmi della Chiesa Aristotelica e dinnanzi all'Altissimo che mi sorveglia e mi giudica, di dire la verità e soltanto quella, senza falsità alcuna. Qualora, contravvenissi a tale giuramento che la mia anima possa bruciare nel fuoco eterno dell'Inferno Lunare ed essere giudicato colpevole da questa corte.

_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Montrer les messages depuis:   
Poster un nouveau sujet   Répondre au sujet    L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum -> Provincia Ecclesiae Italicarum Gentium -> Tribunale Archiepiscopale dell'Arcidiocesi di Siena Toutes les heures sont au format GMT + 2 Heures
Aller à la page 1, 2, 3  Suivante
Page 1 sur 3

 
Sauter vers:  
Vous ne pouvez pas poster de nouveaux sujets dans ce forum
Vous ne pouvez pas répondre aux sujets dans ce forum
Vous ne pouvez pas éditer vos messages dans ce forum
Vous ne pouvez pas supprimer vos messages dans ce forum
Vous ne pouvez pas voter dans les sondages de ce forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Traduction par : phpBB-fr.com