L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church
Forum RP de l'Eglise Aristotelicienne du jeu en ligne RR
Forum RP for the Aristotelic Church of the RK online game
 
Lien fonctionnel : Le DogmeLien fonctionnel : Le Droit Canon
 FAQFAQ   RechercherRechercher   Liste des MembresListe des Membres   Groupes d'utilisateursGroupes d'utilisateurs   S'enregistrerS'enregistrer 
 ProfilProfil   Se connecter pour vérifier ses messages privésSe connecter pour vérifier ses messages privés   ConnexionConnexion 

[AP45] Scioglimento Atena e Tintoretto
Aller à la page 1, 2  Suivante
 
Poster un nouveau sujet   Répondre au sujet    L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum -> Provincia Ecclesiae Italicarum Gentium -> Tribunale Archiepiscopale dell'Arcidiocesi di Pisa
Voir le sujet précédent :: Voir le sujet suivant  
Auteur Message
Lisgallaudet



Inscrit le: 06 Oct 2014
Messages: 342

MessagePosté le: Sam Avr 02, 2016 2:32 pm    Sujet du message: [AP45] Scioglimento Atena e Tintoretto Répondre en citant

Il Procuratore esaminò con cura la nuova pratica di scioglimento e, dopo essersi assicurata che la documentazione fosse in ordine e aver dato luogo alle indagini del caso, aprì l'aula per il nuovo processo.

Atena a écrit:
RICHIESTA DI REVISIONE STATUS MATRIMONIALE

Informazioni Richiedente

  • Nome IG: Atena

  • Diocesi/Parrocchia di appartenenza: San Miniato

  • Status Giudiziario del richiedente(laico, ordinato, eterodosso, scomunicato, etc): Laico




Richiesta

  • Nome IG Sposo: Tintoretto

  • Nome IG Sposa: Atena

  • Data del matrimonio: 30 dicembre 1463

  • Celebrante: Sir.johnny

  • Parrocchia di celebrazione sacramento: Firenze

  • Testimoni: Laetitia per lo sposo, Ladyrichmond per la sposa

  • Bambini (specificare numero e nome IG): Un figlio, Valerionn

  • Matrimoni precedenti sposo: [SI - numero/NO] Sì, uno

  • Matrimoni precedenti sposa: [SI - numero/NO] Sì, uno

  • Motivazioni (spiegare in modo compiuto e dettagliato):
A causa di scelte di vita differenti e obiettivi diversi, ci troviamo nell'impossibilità di proseguire il nostro cammino coniugale

Allegati

  • Certificati di battesimo di entrambi i coniugi:

    Tintoretto
    Atena

  • Certificato di matrimonio:


Certificato

Firma del richiedente

Lucrezia Adelaide Malaspina Della Scala
Cavaliere di Benemerenza e Merito della Repubblica Fiorentina
Signora di Follonica
Baronessa consorte di Montebicchieri




                  Tribunale Archiepiscopale di Pisa




                Richiesta di Revisione Status Matrimoniale tra Atena e Tintoretto


Noi, Lis Gallaudet Malaspina, detta "Lisgallaudet", Procuratore Ecclesiastico dell'Arcidiocesi di Pisa,

                          DICHIARIAMO


concluse le indagini riguardanti la richiesta di revisione dello status matrimoniale tra i fedeli Atena e Tintoretto. Avendo preso visione del ricorso depositato dalla fedele Atena, delle prove presentate e delle dichiarazioni rilasciate,

                      DECRETIAMO IL RINVIO A GIUDIZIO

dei coniugi Atena e Tintoretto al fine di procedere alla revisione dello status matrimoniale.

I coniugi Atena e Tintoretto dovranno presentarsi presso la sala del Tribunale Archiepiscopale di Pisa allestita appositamente entro QUINDICI giorni dall'affissione del presente decreto di citazione a giudizio. La mancata presentazione nei modi e nei termini sopra indicati comporterà la rinuncia al diritto di difendersi o meglio di addurre le proprie ragioni al procedimento in corso per la parte che non comparirà a giudizio. Le parti, se lo vorranno, potranno farsi accompagnare e rappresentare da un avvocato di fede aristotelica, ecclesiastico o laico.

Chiunque abbia qualcosa da dire in merito, dovrà presentarsi nella medesima sede entro il medesimo giorno sopra indicato, diversamente, non potrà più essere ascoltato. Se le parti desiderassero convocare dei testimoni, i relativi nominativi dovranno essere comunicati al Procuratore Ecclesiastico per la Provincia di Pisa.

Ad Claram et Sanctam Veritatem.

Scritto e sigillato presso il Palazzo Arcivescovile di Pisa,
il II giorno del mese di Aprile dell'Anno di Grazia MCDLXIV



Procuratore Ecclesiastico dell'Arcidiocesi di Pisa


_________________
20 mila leghe ai confini del mondo
- I miei primi 40 incontri

Visitate l'Abbazia Cistercense di Fornovo
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Atena



Inscrit le: 04 Mar 2012
Messages: 16

MessagePosté le: Lun Avr 04, 2016 12:15 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Ricevuta la convocazione raggiunsi la sala che mi era stata indicata.
Ero visibilmente abbattuta e profondamente dispiaciuta, ma altresì certa che non vi fossero altre strade percorribili.
Salutai con una lieve riverenza a capo chino chi già si trovava lì ed in silenzio presi posto.
Stringevo nervosamente con le mani alcune pieghe dell'abito che stavo indossando, increspatosi a livello delle ginocchia nel momento in cui mi ero seduta.
Mai avrei immaginato o desiderato di trovarmi in una simile situazione.
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Lisgallaudet



Inscrit le: 06 Oct 2014
Messages: 342

MessagePosté le: Lun Avr 04, 2016 2:06 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Il Procuratore salutò la dama e le disse di accomodarsi.

Mentre aspettiamo il Presidente, possiamo procedere con il giuramento. Ripetete dopo di me la seguente formula, per favore.

Io, *vostro nome completo*, giuro solennemente dinnanzi a questa corte, ai dogmi della Chiesa Aristotelica e dinnanzi all'Altissimo che mi sorveglia e mi giudica, di dire la verità e soltanto quella, senza falsità alcuna. Qualora, contravvenissi a tale giuramento che la mia anima possa bruciare nel fuoco eterno dell'Inferno Lunare ed essere giudicato colpevole da questa corte.

_________________
20 mila leghe ai confini del mondo
- I miei primi 40 incontri

Visitate l'Abbazia Cistercense di Fornovo
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Tintoretto



Inscrit le: 30 Mar 2014
Messages: 13

MessagePosté le: Lun Avr 04, 2016 2:24 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Ricevuta la convocazione si recò presso l'aula che gli era stata indicata. Salutò i presenti e rimase silenziosamente in attesa.
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Lisgallaudet



Inscrit le: 06 Oct 2014
Messages: 342

MessagePosté le: Lun Avr 04, 2016 3:19 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Visto entrare il convenuto, dopo un cenno con il capo in segno di saluto, lo invitò a ripetere le parole del giuramento dopo di lei.

Io, *vostro nome completo*, giuro solennemente dinnanzi a questa corte, ai dogmi della Chiesa Aristotelica e dinnanzi all'Altissimo che mi sorveglia e mi giudica, di dire la verità e soltanto quella, senza falsità alcuna. Qualora, contravvenissi a tale giuramento che la mia anima possa bruciare nel fuoco eterno dell'Inferno Lunare ed essere giudicato colpevole da questa corte.

_________________
20 mila leghe ai confini del mondo
- I miei primi 40 incontri

Visitate l'Abbazia Cistercense di Fornovo
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Tintoretto



Inscrit le: 30 Mar 2014
Messages: 13

MessagePosté le: Lun Avr 04, 2016 4:09 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Pronunciò il giuramento come gli era stato chiesto di fare;

Io, Alessandro Malaspina Della Scala, Tintoretto, giuro solennemente dinnanzi a questa corte, ai dogmi della Chiesa Aristotelica e dinnanzi all'Altissimo che mi sorveglia e mi giudica, di dire la verità e soltanto quella, senza falsità alcuna. Qualora, contravvenissi a tale giuramento che la mia anima possa bruciare nel fuoco eterno dell'Inferno Lunare ed essere giudicato colpevole da questa corte.
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Atena



Inscrit le: 04 Mar 2012
Messages: 16

MessagePosté le: Lun Avr 04, 2016 5:31 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Pronunciai anche io il giuramento come richiestomi.

Io, Lucrezia Adelaide Malaspina, conosciuta ai più come Atena, giuro solennemente dinnanzi a questa corte, ai dogmi della Chiesa Aristotelica e dinnanzi all'Altissimo che mi sorveglia e mi giudica, di dire la verità e soltanto quella, senza falsità alcuna. Qualora, contravvenissi a tale giuramento che la mia anima possa bruciare nel fuoco eterno dell'Inferno Lunare ed essere giudicato colpevole da questa corte.
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Aster_x



Inscrit le: 10 Oct 2014
Messages: 392

MessagePosté le: Lun Avr 04, 2016 7:39 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Il presidente fece il suo ingresso in aula notando la presenza del procuratore e delle due parti gia occupate nell'atto di prestare giuramento.
Si sedette al suo posto ed iniziò a visionare le carte
_________________
La voce della Temperanza; I principi dell'orazione; Viaggio o destinazione; De Immagine
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Lisgallaudet



Inscrit le: 06 Oct 2014
Messages: 342

MessagePosté le: Mar Avr 05, 2016 1:54 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Il Procuratore consegnò ai due sposi il regolamento del tribunale e li ammonì di rispettarlo scrupolosamente.

Salutò il Presidente appena entrato e, dopo avergli lasciato il tempo per accomodarsi, gli si rivolse sorridendo:
Vostra Eccellenza, se per Voi va bene, inizierei l'interrogatorio.
_________________
20 mila leghe ai confini del mondo
- I miei primi 40 incontri

Visitate l'Abbazia Cistercense di Fornovo
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Aster_x



Inscrit le: 10 Oct 2014
Messages: 392

MessagePosté le: Mar Avr 05, 2016 2:14 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Prego procuratore... - disse Guglielmo sorridendo -... iniziate pure.
_________________
La voce della Temperanza; I principi dell'orazione; Viaggio o destinazione; De Immagine
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Lisgallaudet



Inscrit le: 06 Oct 2014
Messages: 342

MessagePosté le: Mar Avr 05, 2016 2:35 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Grazie, Eccellenza, rispose il Procuratore con un cenno del capo. Poi si rivolse alla richiedente: Dama Lucrezia, vorrei ascoltare da voi i motivi che Vi hanno condotto a chiedere lo scioglimento del Vostro matrimonio. Prego, avete facoltà di parlare, ma siate chiara e lineare, per favore.
_________________
20 mila leghe ai confini del mondo
- I miei primi 40 incontri

Visitate l'Abbazia Cistercense di Fornovo
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Atena



Inscrit le: 04 Mar 2012
Messages: 16

MessagePosté le: Mer Avr 06, 2016 12:34 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Feci un lungo respiro e cominciai a parlare.

Io e mio marito Alessandro ci innamorammo due anni fa.
Con lui ho condiviso i momenti più importanti della mia vita, abbiamo superato innumerevoli difficoltà, allontanamenti e tempeste, ma nonostante ciò siamo sempre riusciti a tornare l'uno verso l'altra e rimanere uniti.
E' stato ed è un amore di rara intensità e bellezza.
Non avevo mai amato così tanto in vita mia e probabilmente non ne sarò più capace, se non verso di lui.
Condividevamo sogni, progetti ed obiettivi, siamo sempre stati mossi dai medesimi ideali e c'erano molte passioni comuni a legarci.
Ciò ci ha permesso di condividere tutto, compresa la carriera.
A novembre dello scorso anno mi ha chiesto in moglie. Avevo atteso a lungo quel momento e senza esitazione gli ho risposto di sì. Siamo dunque convolati a nozze il trentesimo giorno di dicembre.
Sebbene l'amore per lui non sia mai venuto meno e non si sia mai incrinato in quest'ultimo periodo, a livello interiore ho subito una profonda crisi.
Non vi erano e non vi sono problemi tra noi a livello di coppia, il problema si trova altrove, è insito in me.
L'estate scorsa sono stata eletta Principessa, è stato un mandato ricco di ostacoli, turbamenti e momenti dolorosi.
Ho sopportato e subito molto, ho portato a termine il mandato con il massimo impegno, attingendo fino all'ultimo briciolo di forza d'animo.
Ne sono uscita distrutta e dilaniata a livello personale, mettendo inevitabilmente in discussione la mia futura attività politica e il mio futuro professionale.
Ho creduto tuttavia che fosse un periodo transitorio, dovuto alla gran quantità di oscenità e scorrettezze di cui sono stata testimone e in gran parte vittima.
Credevo fermamente che una volta superata la batosta iniziale mi sarei rialzata nuovamente e avrei ripreso in mano le mie attività ed interessi condivisi fino a quel momento con Alessandro.
Certamente non credevo che il disgusto provato potesse aumentare ulteriormente inducendomi a scelte drastiche.
Ero altresì certa che la vita coniugale mi avrebbe regalato nuove prospettive e una ritrovata vitalità.
Invece i mesi sono passati e io mi ritrovo a sprofondare nell'apatia più totale.
Ho lasciato ciò che ho costruito in anni di duro lavoro e sudore, mi riferisco al partito di cui sono stata co-fondatrice, non vedo più nell'impegno sociale e istituzionale il mio futuro, mi sono rinchiusa nella nostra casa
e molto difficilmente riesco a mettere piede fuori da quelle quattro mura per affacciarmi in piazza o nelle taverne cittadine.
Sono molto assente rispetto ad un tempo, sia fisicamente che non.
Quando mi guardo allo specchio non vedo la donna di un tempo, vedo una donna diversa, del tutto nuova, segnata dalle sofferenze e dalle delusioni dell'ultimo periodo, una donna che
ha deciso di abbandonare ciò in cui si è sempre cimentata, una donna che se vuole superare questo momento di buio (e vuole farlo a ogni costo), se vuole ritrovare la prorompente vitalità di un tempo, deve necessariamente
compiere delle scelte forti.
Sento la necessità di dedicarmi a qualcosa di completamente diverso, lasciare la comodità delle mura domestiche per esplorare il mondo conosciuto, abbandonare i miei doveri istituzionali per riprendere a vivere lontano dalla malignità
di chi anzichè per costruire vive per distruggere il prossimo. Sono io ad essere cambiata, sono state le circostanze a cambiarmi, sono cambiati i miei obiettivi e progetti per il futuro.
Mio marito è rimasto coerente con ciò che ha sempre desiderato, ciò che insieme abbiamo desiderato per lungo tempo, ciò che per anni ci ha uniti permettendoci di condividere sogni e prospettive.
Per noi vita coniugale significa condivisione e comunità di intenti.
Potrei lasciare per lunghi periodi la nostra casa, allontanandomi da lui per inseguire i miei nuovi progetti, lasciandolo solo e privandolo della mia figura, della mia presenza, del mio appoggio?
Non potrei farlo se rimanessi sua moglie. Perché sarebbe scorretto e non certamente un atto d'amore nei suoi confronti.
Finiremmo per soffocarci a vicenda ed essere infelici, perché desideriamo un futuro diverso, fatto di progetti e aspirazioni a quanto pare inconciliabili.
Ho sempre desiderato la sua felicità e so che con me accanto, con accanto una persona che sogna una vita completamente differente dalla sua, non potrebbe essere felice come invece merita. Allo stesso modo non lo sarei io.
Lo considero un ultimo gesto d'amore nei suoi confronti, lasciarlo libero di vivere i suoi progetti e sogni, senza necessità di ostacolarci a vicenda e rischiare che uno dei due debba rinunciare a qualcosa che potrebbe donargli felicità, realizzazione e serenità.
Sono consapevole del fatto che sarebbe stato molto meglio per entrambi se io mi fossi resa conto prima di sposarci del fatto che non si trattava di una crisi momentanea, che mi trovavo di fronte a un mutamento interiore tanto profondo e non a una debolezza frutto di avvenimenti recenti.
Ma ciò non è avvenuto, è occorso più tempo e per tale motivo intendo assumermi le mie responsabilità.
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Lisgallaudet



Inscrit le: 06 Oct 2014
Messages: 342

MessagePosté le: Mer Avr 06, 2016 2:25 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Siete stata chiarissima. Vi ringrazio. Potete accomodarVi, disse sorridendole.
Cosa avete da dire al riguardo, messere? Chiese rivolgendosi al convenuto.
_________________
20 mila leghe ai confini del mondo
- I miei primi 40 incontri

Visitate l'Abbazia Cistercense di Fornovo
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Tintoretto



Inscrit le: 30 Mar 2014
Messages: 13

MessagePosté le: Mer Avr 06, 2016 5:24 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Non credo di avere molto da aggiungere, mia moglie ha esposto in maniera chiara la situazione. La amo e desidero renderla felice, proprio per questo quando mi ha confessato il suo malessere, il suo rendersi conto di avere nuovi obiettivi, diversi da quelli che prima condividevamo e sui quali avevamo iniziato il nostro percorso insieme, ho provato a cercare una soluzione insieme a lei, purtroppo però, come ha già spiegato lei, non sembra esserci modo per farla stare meglio senza stravolgere completamente la nostra vita.
Mi sento impotente di fronte a questa situazione; a differenza dei soliti litigi, dove si è sempre cercato un punto d'incontro per andare avanti, questa volta non so proprio cosa fare visto il suo malessere non dipende dalla vita di coppia ma da altri fattori.

Non posso oppormi alla sua volontà, non posso legarla a me se ha capito di avere bisogno di ritrovare se stessa per essere felice. A malincuore e con dolore posso solo augurarle di ritrovare la serenità necessaria ad affrontare la vita quotidiana.


Ho concluso.
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Lisgallaudet



Inscrit le: 06 Oct 2014
Messages: 342

MessagePosté le: Jeu Avr 07, 2016 1:49 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Il Procuratore ascoltò la testimonianza e poi esclamò: Benissimo, ho un'ultima domanda per entrambi. Credete ci sia possibilità di riconciliazione? E li guardò in attesa della risposta.
_________________
20 mila leghe ai confini del mondo
- I miei primi 40 incontri

Visitate l'Abbazia Cistercense di Fornovo
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Montrer les messages depuis:   
Poster un nouveau sujet   Répondre au sujet    L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum -> Provincia Ecclesiae Italicarum Gentium -> Tribunale Archiepiscopale dell'Arcidiocesi di Pisa Toutes les heures sont au format GMT + 2 Heures
Aller à la page 1, 2  Suivante
Page 1 sur 2

 
Sauter vers:  
Vous ne pouvez pas poster de nouveaux sujets dans ce forum
Vous ne pouvez pas répondre aux sujets dans ce forum
Vous ne pouvez pas éditer vos messages dans ce forum
Vous ne pouvez pas supprimer vos messages dans ce forum
Vous ne pouvez pas voter dans les sondages de ce forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Traduction par : phpBB-fr.com