L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church
Forum RP de l'Eglise Aristotelicienne du jeu en ligne RR
Forum RP for the Aristotelic Church of the RK online game
 
Lien fonctionnel : Le DogmeLien fonctionnel : Le Droit Canon
 FAQFAQ   RechercherRechercher   Liste des MembresListe des Membres   Groupes d'utilisateursGroupes d'utilisateurs   S'enregistrerS'enregistrer 
 ProfilProfil   Se connecter pour vérifier ses messages privésSe connecter pour vérifier ses messages privés   ConnexionConnexion 

[UNI44] Scioglimento matrimoniale tra Colinar e Aradia_esper

 
Poster un nouveau sujet   Répondre au sujet    L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum -> Tribunali Ecclesiastici Italofoni -> Officialità Nazionale Italofona
Voir le sujet précédent :: Voir le sujet suivant  
Auteur Message
Orticaria



Inscrit le: 22 Fév 2018
Messages: 418
Localisation: Firenze

MessagePosté le: Mar Jan 26, 2021 5:52 pm    Sujet du message: [UNI44] Scioglimento matrimoniale tra Colinar e Aradia_esper Répondre en citant

Svevo a écrit:
Colinar a écrit:
[rp]RICHIESTA DI REVISIONE STATUS MATRIMONIALE

Informazioni Richiedente

  • Nome IG: Colinar

  • Diocesi/Parrocchia di appartenenza: Arcidiocesi di Milano, Parrocchia di Milano

  • Status Giudiziario del richiedente (laico, ordinato, eterodosso, scomunicato, etc): laico




Richiesta

  • Nome IG Sposo: Colinar

  • Nome IG Sposa: Aradia_esperia

  • Data del matrimonio: 20 Aprile 1466

  • Celebrante: Lovell

  • Parrocchia di celebrazione sacramento: Milano

  • Testimoni: Sir.paolocesare e Guzz

  • Bambini (specificare numero e nome IG): Scomparso 1: Bernardodavinci adulto

  • Matrimoni precedenti sposo: No
  • Matrimoni precedenti sposa: No:

  • Motivazioni (spiegare in modo compiuto e dettagliato): due anni e mezzo di matrimonio non vissuti intensamente. I giorni dopo il matrimonio, io per cause riconducibili a una grave malattia, sono stato quasi un mese impossibilitato di comunicare con lei. Lei in questo mese era parecchio agitata, tramite missive voleva pure lasciarmi perchè credeva che non ritornavo più. Abbiamo passato quel momento orribile, così un anno l'abbiamo passato a litigare per qualsiasi cosa, i suoi comportamenti (baci, abbracci e carezze a chicchessia) non idonei a una coppia sposata hanno fatto il resto. Poi lei per ben un anno non ha dato più notizie, io distrutto dalla sua enorme perdita continuo ad aspettarla. Così i primi di Maggio 1468 ritorna e mi contatta, sorpresa di ritrovarmi senza un'altra moglie o fidanzata alle calcagna. Io ancora innamorato rinnovo la proposta di matrimonio fatta due anni fa. Ma la storia non cambia, anzi peggiora, così nella guerra a Siena, precisamente i primi di Luglio 1468, vengo ferito in un duello e processato con la pena di morte, lei invece di starmi vicino, si unisce ai suoi amici invece che stare con suo marito, nessuna missiva o contatto, estranea completamente alla vita matrimoniale, nessuna notizia. E' tutto.



Allegati

[rp]
  • Certificati di battesimo di entrambi i coniugi:


Nome IG del fedele: aradia_esperia

Arcidiocesi Battesimo: Pisa
Parrocchia Battesimo: Massa
Officiante Battesimo: Attle
Data Battesimo: 19 Giugno 1462
Padrino: Anajs





Arcidiacono di Lucca
Alma Bianca Arnod Sforza "Almalibre"
Registro Ecumenico dei Battezzati anno 1462 pag. 12[/rp]


[rp]
Nome IG del fedele: Colinar

Arcidiocesi Battesimo: Ravenna
Parrocchia Battesimo: Piacenza
Officiante Battesimo: Francesco_maria
Data Battesimo: 26.10.1462
Madrina: Emanule_corleone





Arcidiacono di Lucca
Alma Bianca Arnod Sforza "Almalibre"
Registro Ecumenico dei Battezzati anno 1462 pag. 20[/rp]


[rp] [*]Certificato di matrimonio[/rp]

Firma del richiedente

Tommaso de Leyva[/rp]

_________________

Vescovo di Pistoia, Presbitero di Firenze, Procuratrice Episcopale Nazionale, Missus Inquisitionis
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Orticaria



Inscrit le: 22 Fév 2018
Messages: 418
Localisation: Firenze

MessagePosté le: Mar Jan 26, 2021 5:53 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Svevo a écrit:
Citation:



                    Tribunale Arcivescovile di Milano




                  Richiesta di Revisione Status Matrimoniale tra Colinar e Aradia_esperia


    Noi, S.E. Monsignor Dante Saverio Montefeltro Casanova De La Roche detto "Svevo" Procuratore Arcivescovile dell'Arcidiocesi di Milano,

                            DICHIARIAMO


    concluse le indagini preliminari riguardanti la richiesta di revisione dello status matrimoniale tra i fedeli Aradia_esperia e Colinar. Avendo preso visione del ricorso depositato dal fedele Colinar, delle prove presentate e delle dichiarazioni rilasciate,

                        DECRETIAMO IL RINVIO A GIUDIZIO

    dei coniugi Colinar e Aradia_esperiaal fine di procedere alla revisione dello status matrimoniale.

    I coniugi Aradia_esperia e Colinar dovranno presentarsi presso la sala del Tribunale Arcivescovile di Milano allestita appositamente entro QUINDICI giorni dall'affissione del presente decreto di citazione a giudizio. La mancata presentazione nei modi e nei termini sopra indicati comporterà la rinuncia al diritto di difendersi o meglio di addurre le proprie ragioni al procedimento in corso per la parte che non comparirà a giudizio. Le parti, se lo vorranno, potranno farsi accompagnare e rappresentare da un avvocato di fede aristotelica, ecclesiastico o laico.

    Chiunque abbia qualcosa da dire in merito, dovrà presentarsi nella medesima sede entro il medesimo giorno sopra indicato, diversamente, non potrà più essere ascoltato. Se le parti desiderassero convocare dei testimoni, i relativi nominativi dovranno essere comunicati al Procuratore Arcivescovile per la Provincia Ecclesiastica di Milano

    Ad Claram et Sanctam Veritatem.



    Scritto e sigillato presso il Palazzo Arcivescovile di Milano,
    l' VIII giorno del mese di Settembre dell'Anno di Grazia MCDLXVIII





_________________

Vescovo di Pistoia, Presbitero di Firenze, Procuratrice Episcopale Nazionale, Missus Inquisitionis
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Orticaria



Inscrit le: 22 Fév 2018
Messages: 418
Localisation: Firenze

MessagePosté le: Mar Jan 26, 2021 5:57 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Svevo a écrit:
Il Procuratore ricevette una missiva da parte della sposa che comunicava che ella non si sarebbe presentata al processo. Prese nota e archiviò la lettera


Svevo a écrit:
Il Procuratore si rivolse allo sposo e disse:

Prego Messer, accomodatevi.
Appoggiate la mano destra sul Libro delle Virtù ripetete e dopo di me, anche Voi il giuramento prima di iniziare con le testimonianze


Citation:
Io, *vostro nome completo*, giuro solennemente dinnanzi a questa corte, ai dogmi della Chiesa Aristotelica e dinnanzi all'Altissimo che mi sorveglia e mi giudica, di dire la verità e soltanto quella, senza falsità alcuna. Qualora, contravvenissi a tale giuramento che la mia anima possa bruciare nel fuoco eterno dell'Inferno Lunare ed essere giudicato colpevole da questa corte.


Colinar a écrit:
Tommaso si avvicinò al Procuratore e mise la mano destra sul Libro delle Virtù. Pronunciò così il giuramento

Io, Tommaso De Leyva, giuro solennemente dinnanzi a questa corte, ai dogmi della Chiesa Aristotelica e dinnanzi all'Altissimo che mi sorveglia e mi giudica, di dire la verità e soltanto quella, senza falsità alcuna. Qualora, contravvenissi a tale giuramento che la mia anima possa bruciare nel fuoco eterno dell'Inferno Lunare ed essere giudicato colpevole da questa corte.

Tommaso si sedette e attese in silenzio


pamelita a écrit:
Visto che vostra moglie non ha ritenuto necessario venire in questo tribunale a testimoniare, proseguiremo in contumacia.

Volete spiegare a questa corte il motivo della vostra richiesta di scioglimento del matrimonio ?


Colinar a écrit:
Tommaso con molta calma rispose al cardinale

Salve, le motivazioni sono sempre uguali a quelle descritte e compilate nella mia richiesta di revisione status matrimoniale e che riporto qui

Citation:
due anni e mezzo di matrimonio non vissuti intensamente. I giorni dopo il matrimonio, io per cause riconducibili a una grave malattia, sono stato quasi un mese impossibilitato di comunicare con lei. Lei in questo mese era parecchio agitata, tramite missive voleva pure lasciarmi perchè credeva che non ritornavo più. Abbiamo passato quel momento orribile, così un anno l'abbiamo passato a litigare per qualsiasi cosa, i suoi comportamenti (baci, abbracci e carezze a chicchessia) non idonei a una coppia sposata hanno fatto il resto. Poi lei per ben un anno non ha dato più notizie, io distrutto dalla sua enorme perdita continuo ad aspettarla. Così i primi di Maggio 1468 ritorna e mi contatta, sorpresa di ritrovarmi senza un'altra moglie o fidanzata alle calcagna. Io ancora innamorato rinnovo la proposta di matrimonio fatta due anni fa. Ma la storia non cambia, anzi peggiora, così nella guerra a Siena, precisamente i primi di Luglio 1468, vengo ferito in un duello e processato con la pena di morte, lei invece di starmi vicino, si unisce ai suoi amici invece che stare con suo marito, nessuna missiva o contatto, estranea completamente alla vita matrimoniale, nessuna notizia.


Aggiungo pure che in data 6 Settembre 1468 mia moglie ha concluso il nostro matrimonio IG senza dirmi nulla in merito, qui le prove:

Citation:
06/09/1468 13:12 : Aradia_esperia vi ha scaricato. Evidentemente nel rapporto di coppia non valevate granché.


Anche questa sua non apparizione a questo processo mi fa capire che la mia è stata una scelta giusta e ponderata, anche se con mio dispiacere sono venuto meno a un sacro giuramento dinanzi alla Chiesa.

Tommaso riprese fiato e concluse il suo intervento


pamelita a écrit:
Le ragioni della richiesta le avevo gia lette nei documenti relativi.

Vorrei avere pero una spiegazione meno ...ristretta.. dei motivi della richiesta ..per cortesia volete spiegarceli.


Colinar a écrit:
Tommaso rispose al cardinale

Mi spiace ma non ho altre versioni, le motivazioni sono queste, dialogo zero con suo marito ma ha preferito i suoi amici a me. Non posso dare altre spiegazioni perchè non ce ne stanno, visto che il mio tempo con lei è stato breve nonostante gli anni di matrimonio, vista la sua scarsa presenza come moglie.

Tommaso si sedette e aspettò altre domande

_________________

Vescovo di Pistoia, Presbitero di Firenze, Procuratrice Episcopale Nazionale, Missus Inquisitionis
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Orticaria



Inscrit le: 22 Fév 2018
Messages: 418
Localisation: Firenze

MessagePosté le: Mar Jan 26, 2021 6:09 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Eccellentissimo Presidente, dalla lettura delle carte e delle trascrizioni relative alle dichiarazioni rilasciate in aula si evincono due cose:

La prima: la sposa è stata dichiarata giudicabile in contumacia dal precedente Presidente del Tribunale S.E.Rev.ma Cardinal Pamelita per essersi rifiutata di presentarsi in aula.
La seconda: lo sposo ha rilasciato la sua deposizione e seppur incalzato dal Presidente ha dichiarato di non aver altro da aggiungere.

Alla luce di ciò, chiedo il permesso di proseguire con la requisitoria.

_________________

Vescovo di Pistoia, Presbitero di Firenze, Procuratrice Episcopale Nazionale, Missus Inquisitionis
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
almalibre



Inscrit le: 06 Mar 2015
Messages: 1856

MessagePosté le: Mar Jan 26, 2021 6:32 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Vostra Eccellenza Procuratrice Nazionale Madre Orticaria, fate pure la vostra requisitoria - rispose la Presidente alla richiesta della Procuratrice
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé Visiter le site web de l'utilisateur
Orticaria



Inscrit le: 22 Fév 2018
Messages: 418
Localisation: Firenze

MessagePosté le: Mar Jan 26, 2021 8:39 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Il Procuratore ascoltato l'invito del Presidente disse:

Vi ringrazio Presidente, ecco la mia requisitoria.


Vostra Eccellenza, Signori della Corte
In data 08 Settembre 1468 presentava richiesta presso questo Tribunale l’istante Colinar, chiedendo l’annullamento del matrimonio con Aradia_esperia contratto il 20/04/1466 dal quale è nato un figlio: Bernardodavinci (adulto e deceduto)

Egli dichiara:

Citation:
due anni e mezzo di matrimonio non vissuti intensamente. I giorni dopo il matrimonio, io per cause riconducibili a una grave malattia, sono stato quasi un mese impossibilitato di comunicare con lei. Lei in questo mese era parecchio agitata, tramite missive voleva pure lasciarmi perchè credeva che non ritornavo più. Abbiamo passato quel momento orribile, così un anno l'abbiamo passato a litigare per qualsiasi cosa, i suoi comportamenti (baci, abbracci e carezze a chicchessia) non idonei a una coppia sposata hanno fatto il resto. Poi lei per ben un anno non ha dato più notizie, io distrutto dalla sua enorme perdita continuo ad aspettarla. Così i primi di Maggio 1468 ritorna e mi contatta, sorpresa di ritrovarmi senza un'altra moglie o fidanzata alle calcagna. Io ancora innamorato rinnovo la proposta di matrimonio fatta due anni fa. Ma la storia non cambia, anzi peggiora, così nella guerra a Siena, precisamente i primi di Luglio 1468, vengo ferito in un duello e processato con la pena di morte, lei invece di starmi vicino, si unisce ai suoi amici invece che stare con suo marito, nessuna missiva o contatto, estranea completamente alla vita matrimoniale, nessuna notizia. E' tutto.


E' emerso poi nel corso del dibattimento un primo allontanamento ingiustificato della sposa per oltre un anno, seguito da un secondo nel mese di Luglio del 1468.
Ciò ha portato lo sposo, nonostante che tutto il suo impegno fosse volto ad una riappacificazione, a chiedere lo scioglimento del matrimonio.

ai sensi dell’art. 3 del diritto canonico “ Il matrimonio è la consacrazione dell’accordo profondo tra due persone , creando una condivisione della vita, reputata indissolubile e simboleggiando l’Amicizia Aristotelica in una delle sue forme più strette. “

E' chiaro quindi che lo sforzo di entrambi i coniugi debba essere quello di costruire questa relazione e renderla feconda vicendevolmente, sia pure coscienti delle difficoltà che questa comporta e lottando per conseguire il massimo grado possibile dell'Amicizia Aristotelica. All'atto pratico questo è venuto a mancare.

Per tutto quanto sopra esposto, poiché a norma dell’art. 6.3 del Diritto Canonico in materia di annullamento, tra i motivi invocati per lo scioglimento del matrimonio vi è l’abbandono del domicilio coniugale da parte di uno dei due coniugi per un tempo superiore a 3 mesi,

Citation:
- Articolo 6.3 :L’abbandono del domicilio coniugale da parte di uno dei due coniugi per un tempo superiore a 3 mesi. Il coniuge riconosciuto colpevole di negligenza coniugale è passabile dell’impossibilità di risposarsi.

chiediamo a questa Illustrissima Corte di:

- Accogliere la richiesta e sciogliere il matrimonio;
- Disporre che lo sposo, Messer Colinar, non riceva nessuna pena in quanto innocente.
- Imporre a Messer Colinar il pagamento di Ducati 50 (cinquanta) da versare alle casse della diocesi in cui si trova, previo accordo con il Vescovo titolare che dovrà rilasciare attestazione di ricevuta, entro quindici giorni dalla pubblicazione della sentenza definitiva e ne consegni attestazione al presente tribunale.
- Disporre per la sposa, Dama Aradia_esperia, rea di aver abbandonato il marito senza motivo alcuno e per avere preso, in questo modo, il matrimonio alla leggera, un'interdizione allo stesso pari a mesi 3 (tre) + mesi 3 (tre) per Oltraggio alla Corte per non essersi presentata in aula e giudicata quindi in contumacia, a partire dalla data di pubblicazione della sentenza Concistoriale definitiva.
In modo che ella possa riflettere sull'importanza del Sacramento e approfondire opportunamente sia il senso dello stesso che eventuali altre scelte di vita.
- Imporre a Dama Aradia_esperia il pagamento di Ducati 150 (centocinquanta) da versare alle casse della diocesi in cui si trova, previo accordo con il Vescovo titolare che dovrà rilasciare attestazione di ricevuta, entro quindici giorni dalla pubblicazione della sentenza definitiva e ne consegni attestazione al presente tribunale;

chiediamo, inoltre:

- di disporre come condizione necessaria per contrarre un nuovo matrimonio, che essi seguano un corso sul matrimonio ottenendo attestato di partecipazione, oppure compiano un cammino di preparazione con il proprio Vescovo
- di stabilire, per entrambi i coniugi, che rendano confessione ad un prelato presso il Monastero in cui seguirà il corso di preparazione al matrimonio o ad uno appartenente alla propria diocesi.



Ho concluso

_________________

Vescovo di Pistoia, Presbitero di Firenze, Procuratrice Episcopale Nazionale, Missus Inquisitionis
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
almalibre



Inscrit le: 06 Mar 2015
Messages: 1856

MessagePosté le: Mer Jan 27, 2021 4:29 pm    Sujet du message: Répondre en citant

almalibre a écrit:
Citation:


              Tribunale dell'Ufficialità Nazionale Italofona




              Richiesta di valutazione per i Cardinali del Concistoro Romano

                Il Tribunale dell'Ufficialità Nazionale Italofona


              Presieduto da S.Ecc. Monsignora Alma Bianca Arnod Sforza detta "Almalibre"

                    ha pronunciato il seguente



              PARERE NAZIONALE SU RICHIESTA DI SCIOGLIMENTO


Nel ricorso presentato da:

Nel ricorso presentato da:

•Nome IG: Colinar
•Diocesi/Parrocchia di appartenenza: Milano
•Status Giudiziario del richiedente (laico, ordinato, eterodosso, scomunicato, etc): Laico

RICORRENTI:
•Nome IG Sposo: Colinar
•Nome IG Sposa: Aradia_esperia
Rappresentati e difesi: in proprio
Con l’intervento ex lege del Procuratore Ecclesiastico Nazionale S.Ecc. Madre Ortensia Riccarda Ormanni detta "Orticaria"

CONCLUSIONI DEL RICORRENTE:

• Dichiararsi l'annullamento del matrimonio celebrato il 20 aprile 1466 da Lovell (Diacono) nella Parrocchia di Milano con testimoni :
Sir.paolocesare e Guzz

CONCLUSIONI DEL P.E.:

Vostra Eccellenza, Signori della Corte
In data 08 Settembre 1468 presentava richiesta presso questo Tribunale l’istante Colinar, chiedendo l’annullamento del matrimonio con Aradia_esperia contratto il 20/04/1466 dal quale è nato un figlio: Bernardodavinci (adulto e deceduto)

Egli dichiara:
Citation:
due anni e mezzo di matrimonio non vissuti intensamente. I giorni dopo il matrimonio, io per cause riconducibili a una grave malattia, sono stato quasi un mese impossibilitato di comunicare con lei. Lei in questo mese era parecchio agitata, tramite missive voleva pure lasciarmi perchè credeva che non ritornavo più. Abbiamo passato quel momento orribile, così un anno l'abbiamo passato a litigare per qualsiasi cosa, i suoi comportamenti (baci, abbracci e carezze a chicchessia) non idonei a una coppia sposata hanno fatto il resto. Poi lei per ben un anno non ha dato più notizie, io distrutto dalla sua enorme perdita continuo ad aspettarla. Così i primi di Maggio 1468 ritorna e mi contatta, sorpresa di ritrovarmi senza un'altra moglie o fidanzata alle calcagna. Io ancora innamorato rinnovo la proposta di matrimonio fatta due anni fa. Ma la storia non cambia, anzi peggiora, così nella guerra a Siena, precisamente i primi di Luglio 1468, vengo ferito in un duello e processato con la pena di morte, lei invece di starmi vicino, si unisce ai suoi amici invece che stare con suo marito, nessuna missiva o contatto, estranea completamente alla vita matrimoniale, nessuna notizia. E' tutto.


E' emerso poi nel corso del dibattimento un primo allontanamento ingiustificato della sposa per oltre un anno, seguito da un secondo nel mese di Luglio del 1468.
Ciò ha portato lo sposo, nonostante che tutto il suo impegno fosse volto ad una riappacificazione, a chiedere lo scioglimento del matrimonio.

ai sensi dell’art. 3 del diritto canonico “ Il matrimonio è la consacrazione dell’accordo profondo tra due persone , creando una condivisione della vita, reputata indissolubile e simboleggiando l’Amicizia Aristotelica in una delle sue forme più strette. “

E' chiaro quindi che lo sforzo di entrambi i coniugi debba essere quello di costruire questa relazione e renderla feconda vicendevolmente, sia pure coscienti delle difficoltà che questa comporta e lottando per conseguire il massimo grado possibile dell'Amicizia Aristotelica. All'atto pratico questo è venuto a mancare.

Per tutto quanto sopra esposto, poiché a norma dell’art. 6.3 del Diritto Canonico in materia di annullamento, tra i motivi invocati per lo scioglimento del matrimonio vi è l’abbandono del domicilio coniugale da parte di uno dei due coniugi per un tempo superiore a 3 mesi,
Citation:
- Articolo 6.3 :L’abbandono del domicilio coniugale da parte di uno dei due coniugi per un tempo superiore a 3 mesi. Il coniuge riconosciuto colpevole di negligenza coniugale è passabile dell’impossibilità di risposarsi.

chiediamo a questa Illustrissima Corte di:

- Accogliere la richiesta e sciogliere il matrimonio;
- Disporre che lo sposo, Messer Colinar, non riceva nessuna pena in quanto innocente.
- Imporre a Messer Colinar il pagamento di Ducati 50 (cinquanta) da versare alle casse della diocesi in cui si trova, previo accordo con il Vescovo titolare che dovrà rilasciare attestazione di ricevuta, entro quindici giorni dalla pubblicazione della sentenza definitiva e ne consegni attestazione al presente tribunale.
- Disporre per la sposa, Dama Aradia_esperia, rea di aver abbandonato il marito senza motivo alcuno e per avere preso, in questo modo, il matrimonio alla leggera, un'interdizione allo stesso pari a mesi 3 (tre) + mesi 3 (tre) per Oltraggio alla Corte per non essersi presentata in aula e giudicata quindi in contumacia, a partire dalla data di pubblicazione della sentenza Concistoriale definitiva.
In modo che ella possa riflettere sull'importanza del Sacramento e approfondire opportunamente sia il senso dello stesso che eventuali altre scelte di vita.
- Imporre a Dama Aradia_esperia il pagamento di Ducati 150 (centocinquanta) da versare alle casse della diocesi in cui si trova, previo accordo con il Vescovo titolare che dovrà rilasciare attestazione di ricevuta, entro quindici giorni dalla pubblicazione della sentenza definitiva e ne consegni attestazione al presente tribunale;

chiediamo, inoltre:

- di disporre come condizione necessaria per contrarre un nuovo matrimonio, che essi seguano un corso sul matrimonio ottenendo attestato di partecipazione, oppure compiano un cammino di preparazione con il proprio Vescovo
- di stabilire, per entrambi i coniugi, che rendano confessione ad un prelato presso il Monastero in cui seguirà il corso di preparazione al matrimonio o ad uno appartenente alla propria diocesi.

Ho concluso

SVOLGIMENTO DELL'UDIENZA

Si è presentato il solo sposo Colinar in quanto la sposa si era in precedenza rifiutata di presentarsi in aula, sebbene invitata dal precedente Presidente del Tribunale S.E.Rev.ma Cardinale Pamelita.
MOTIVI DELLA DECISIONE

La domanda è fondata e va, pertanto, accolta.

Sussistono, infatti, i presupposti di applicazione dell’art. 6.1 del Diritto Canonico in materia di scioglimento del matrimonio.
Dal dibattimento è emersa la volontà dello scioglimento, da parte dello sposo Colinar, per la scomparsa dei sentimenti d'amore a causa dell'incompatibilità di carattere e del diverso modo di concepire il matrimonio.

P.Q.M.

Il Tribunale dell'Ufficialità Nazionale Italofona, definitivamente pronunciando sul ricorso presentato da Colinar, con l’intervento in causa del Procuratore Ecclesiastico, così si esprime e propone:
- Accogliere la richiesta e sciogliere il matrimonio;
1) - Disporre che lo sposo, Messer Colinar, non riceva nessuna pena in quanto innocente.
2) - Imporre a Messer Colinar il pagamento di Ducati 50 (cinquanta) da versare alle casse della diocesi in cui si trova, previo accordo con il Vescovo titolare che dovrà rilasciare attestazione di ricevuta, entro quindici giorni dalla pubblicazione della sentenza definitiva e ne consegni attestazione al presente tribunale.
3) - Disporre per la sposa, Dama Aradia_esperia, rea di aver abbandonato il marito senza motivo alcuno e per avere preso, in questo modo, il matrimonio alla leggera, un'interdizione allo stesso pari a mesi 3 (tre) + mesi 3 (tre) per Oltraggio alla Corte per non essersi presentata in aula e giudicata quindi in contumacia, a partire dalla data di pubblicazione della sentenza Concistoriale definitiva.
In modo che ella possa riflettere sull'importanza del Sacramento e approfondire opportunamente sia il senso dello stesso che eventuali altre scelte di vita.
4) - Imporre a Dama Aradia_esperia il pagamento di Ducati 150 (centocinquanta) da versare alle casse della diocesi in cui si trova, previo accordo con il Vescovo titolare che dovrà rilasciare attestazione di ricevuta, entro quindici giorni dalla pubblicazione della sentenza definitiva e ne consegni attestazione al presente tribunale;

5) - disporre come condizione necessaria per contrarre un nuovo matrimonio, che i coniugi seguano un corso sul matrimonio ottenendo attestato di partecipazione, oppure compiano un cammino di preparazione con il proprio Vescovo;
6) - disporre per entrambi, che rendano confessione ad un prelato presso il Monastero in cui seguiranno il corso di preparazione al matrimonio o ad uno appartenente alla propria Diocesi.

Inoltre il Tribunale manda al Procuratore di trasmettere copia autentica del presente parere al Concistoro Cardinalizio per la valutazione.


Così deciso in camera di consiglio il giorno ventisette del mese di gennaio dell'anno 1469.


S.Ecc. Monsignora Alma Bianca Arnod Sforza "Almalibre"






+ Vescovo di Lucca
+ Presbitero di San Miniato
+ Parroco di San Miniato
+ Vicario Generale per la Provincia Ecclesiastica di Pisa
+ Prefetto dell'Inquisizione Italofona


Deposito atti dell'udienza:
[/quote]
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé Visiter le site web de l'utilisateur
Astuzia
Cardinal
Cardinal


Inscrit le: 14 Déc 2010
Messages: 1249
Localisation: Italia

MessagePosté le: Lun Fév 15, 2021 11:51 am    Sujet du message: Répondre en citant

Citation:
[list]
Sentenza di Scioglimento del sacramento del matrimonio

Noi, Cardinali del Concistoro Pontificio Italofono, davanti all'Onnipotente e sotto lo sguardo di Aristotele, per grazia di Dio e di Papa Sixtus IV,
- vista la richiesta di scioglimento del matrimonio tra i fedeli Colinar e Aradia_esperia, matrimonio celebrato il 20 aprile 1466 da Lovell (Diacono) nella Parrocchia di Milano, con testimoni Sir.paolocesare e Guzz;
- visto il parere emesso in merito dal Tribunale dell'Ufficialità Nazionale Italofona il giorno XXVII del mese di Gennaio dell'anno 1469;
- visto l'art. 6.4 del diritto canonico in materia di scioglimento semplificato del matrimonio;
- visto il documento concistoriale "Sulla fine del Matrimonio" emanato il 1° Luglio 1461;
- visto il Parere del Concistoro Cardinalizio col quale ha demandato ulteriori indagini al Procuratore;

Abbiamo stabilito e ordinato, e con il nostro presente editto perpetuo e definitivo, diciamo, stabiliamo e ordiniamo:
lo scioglimento del matrimonio tra i fedeli Colinar e Aradia_esperia, matrimonio celebrato il 20 aprile 1466 da Lovell (Diacono) nella Parrocchia di Milano, con testimoni Sir.paolocesare e Guzz;


Inoltre comminiamo le seguenti pene:
per lo sposo:
- nessun periodo di interdizione al sacramento del matrimonio
- imporre come condizione necessaria per un nuovo matrimonio seguire un corso sul matrimonio presso l'Abbazia Cistercense di Fornovo o presso Il Monastero di San Domenico, oppure compia un cammino di preparazione con il proprio Vescovo ed ottenere attestato di partecipazione e rendere confessione ad un prelato presso il Monastero o l'Abbazia in cui seguirà il corso di preparazione al matrimonio o ad un altro della propria Diocesi.
- versi la somma di 50 (cinquanta) ducati da versare alle casse della diocesi italofona in cui si trova, previo accordo con il Vescovo titolare che dovrà rilasciare attestazione di ricevuta, entro quindici giorni dalla pubblicazione della sentenza definitiva e ne consegni attestazione al presente tribunale.
per la sposa:
- interdizione di 3 (tre) mesi a partire dalla data di pubblicazione della presente sentenza affinché possa meditare sull'importanza del Sacramento del Matrimonio;
- imporre come condizione necessaria per un nuovo matrimonio seguire un corso sul matrimonio presso l'Abbazia Cistercense di Fornovo o presso Il Monastero di San Domenico, oppure compia un cammino di preparazione con il proprio Vescovo ed ottenere attestato di partecipazione e rendere confessione ad un prelato presso il Monastero o l'Abbazia in cui seguirà il corso di preparazione al matrimonio o ad un altro della propria Diocesi.
- versi la somma di 150 (centocinquanta) ducati alle casse della diocesi italica presso cui si trova, previo accordo con vescovo titolare che dovrà rilasciare attestazione di ricevuta, entro quindici giorni dalla pubblicazione della presente sentenza e ne consegni attestazione al presente tribunale, quale contributo alle spese giudiziarie.

Ancora, avverte:
Che Avverso la presente sentenza è ammesso ricorso presso Questo Stesso Concistoro entro il termine di 30 giorni dalla sua pubblicazione, da presentarsi presso Curia Romana

Il Cardinale Valentino Borgia, detto "Astuzia" è incaricato della vigilanza sul puntuale adempimento da parte dei coniugi delle penitenze prescritte.

Fatto a Roma sotto il pontificato del Santo Padre Sixtus IV, il XV giorno del mese di Febbraio, dell'anno di grazia MCDLXIX.

Per il Concistoro Pontificio Italofono, il Cardinale Diacono Valentino Borgia "Astuzia"

S. E. R.ma Astuzia Cardinale Valentino Borgia
+Cardinale-presbitero della Parrocchia di San Barnaba a Ripa
+Vescovo della Diocesi In Partibus Infidelium di Augusta
+Monaco Cistercense
+Prefetto della Congregazione delle Sante Armate per le Province Italofone

_________________
Valentino Borgia, called "Astuzia", cardinal-presbyter
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Orticaria



Inscrit le: 22 Fév 2018
Messages: 418
Localisation: Firenze

MessagePosté le: Jeu Fév 25, 2021 4:19 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Dichiaro che Messer Colinar ha versato la somma di Dct. 50 al Parroco della Città di Piacenza fratel Mattew, visto che la carica di Vescovo risulta vacante.
Di seguito il PM di "effettuato pagamento" da me ricevuto in data 24 Febbraio 1469.

Citation:
Da Colinar , Fallen in Love with Alessia Data d'invio 24 Febbraio 1469 - 21h13
Oggetto donazione effettuata Sparisce il 14 Marzo 2021Salve,

essendo ancora fuori dai ducati italici, ho delegato il sindaco della città di Piacenza ad effettuare la donazione al prete Mattew, eccoVi la ricevuta:

21:10 Bene, bene, bene: non starete mica pagando i vostri debiti da taverna con il denaro della città di Piacenza? Avete appena donato 50 ducati a Mattew. Vi teniamo d'occhio!

Dama Aradia_esperia, ad oggi, risulta ancora insolvente.
_________________

Vescovo di Pistoia, Presbitero di Firenze, Procuratrice Episcopale Nazionale, Missus Inquisitionis
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Orticaria



Inscrit le: 22 Fév 2018
Messages: 418
Localisation: Firenze

MessagePosté le: Mar Mar 09, 2021 3:20 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Dichiaro che Dama Aradia_esperia mi ha informata, con PM del 8 Marzo 1469, di aver consegnato nelle mani di Mons. Fra6591 Vescovo di Pavia la somma di dct. 150 quale pagamento dell'ammenda ad Ella comminata per il suo scioglimento matrimoniale.

Dichiaro inoltre che ho ricevuto conferma di quanto dichiarato da Dama Aradia_esperia dallo stesso Mons. Fra6591 e che egli stesso ha provveduto a consegnare la somma ricevuta nelle mani di S.E.Rev.ma Cardinal Pamelita.
PM di Mons. Fra6591 da me ricevuto in data 9 Marzo 1469.

_________________

Vescovo di Pistoia, Presbitero di Firenze, Procuratrice Episcopale Nazionale, Missus Inquisitionis
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Orticaria



Inscrit le: 22 Fév 2018
Messages: 418
Localisation: Firenze

MessagePosté le: Mer Mai 26, 2021 12:53 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Ricevo Certificato di avvenuta confessione di Dama Aradia_esperia dalle mani di S. Ecc. Monsignor Sanseverino Arcivescovo di Genova.


_________________

Vescovo di Pistoia, Presbitero di Firenze, Procuratrice Episcopale Nazionale, Missus Inquisitionis
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Montrer les messages depuis:   
Poster un nouveau sujet   Répondre au sujet    L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum -> Tribunali Ecclesiastici Italofoni -> Officialità Nazionale Italofona Toutes les heures sont au format GMT + 2 Heures
Page 1 sur 1

 
Sauter vers:  
Vous ne pouvez pas poster de nouveaux sujets dans ce forum
Vous ne pouvez pas répondre aux sujets dans ce forum
Vous ne pouvez pas éditer vos messages dans ce forum
Vous ne pouvez pas supprimer vos messages dans ce forum
Vous ne pouvez pas voter dans les sondages de ce forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Traduction par : phpBB-fr.com