L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church
Forum RP de l'Eglise Aristotelicienne du jeu en ligne RR
Forum RP for the Aristotelic Church of the RK online game
 
Lien fonctionnel : Le DogmeLien fonctionnel : Le Droit Canon
 FAQFAQ   RechercherRechercher   Liste des MembresListe des Membres   Groupes d'utilisateursGroupes d'utilisateurs   S'enregistrerS'enregistrer 
 ProfilProfil   Se connecter pour vérifier ses messages privésSe connecter pour vérifier ses messages privés   ConnexionConnexion 

[UNI36] Matrimonio Scioglimento Uggya- Radulfus
Aller à la page Précédente  1, 2, 3
 
Poster un nouveau sujet   Répondre au sujet    L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum -> Tribunali Ecclesiastici Italofoni -> Officialità Nazionale Italofona
Voir le sujet précédent :: Voir le sujet suivant  
Auteur Message
Orticaria



Inscrit le: 22 Fév 2018
Messages: 418
Localisation: Firenze

MessagePosté le: Mer Jan 20, 2021 6:03 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Ascoltate le parole del Presidente, il Procuratore rispose:

Vi ringrazio Eccellenza,mi accingo ad esporre la mia requisitoria in merito.




Vostra Eccellenza, Signori della Corte
In data 12 Ottobre 1468 presentava richiesta presso questo Tribunale l’istante Uggya, chiedendo l’annullamento del matrimonio con Radulfus contratto il 13/10/1464 dal quale non sono nati figli.


Ella dichiara:

Citation:
Con il passare del tempo ci siamo lasciati andare all'apatia della quotidianità, rendendo il nostro rapporto più distaccato. Per quanto il rispetto che proviamo l'un l'altro sia ancora valido; col passare degli anni, non posso negare che i miei sentimenti si siano raffreddati, un po' per la trascuratezza dei nostri rapporti, un po' per la mancanza di una vita condotta davvero insieme: siamo sempre stati vicini, ma allo stesso tempo indipendenti e questo non ha aiutato l'evoluzione del nostro matrimonio a favore della costruzione di una famiglia.


E' emerso poi nel corso del dibattimento che il rapporto d'amore tra la sposa e lo sposo, coronato dal Matrimonio, non si è dimostrato un punto di un nuovo inizio bensì un punto d'arrivo.
Per questo motivo, unito all'allontanamento reciproco dei coniugi, ha portato la sposa a chiedere lo scioglimento dei matrimonio.

ai sensi dell’art. 3 del diritto canonico “ Il matrimonio è la consacrazione dell’accordo profondo tra due persone , creando una condivisione della vita, reputata indissolubile e simboleggiando l’Amicizia Aristotelica in una delle sue forme più strette. “

E' chiaro quindi che lo sforzo di entrambi i coniugi debba essere quello di costruire questa relazione e renderla feconda vicendevolmente, sia pure coscienti delle difficoltà che questa comporta e lottando per conseguire il massimo grado possibile dell'Amicizia Aristotelica. All'atto pratico questo è venuto a mancare.

Per tutto quanto sopra esposto, poiché a norma dell’art. 6.1 del Diritto Canonico in materia di annullamento, tra i motivi invocati per lo scioglimento del matrimonio vi è la sparizione dei sentimenti d’amore tra i coniugi,

Citation:
- Articolo 6.1 :La sparizione di sentimenti d’amore tra i due coniugi.


chiediamo a questa Illustrissima Corte di:

- Accogliere la richiesta e sciogliere il matrimonio;
- Interdire Messer Radulfus ad un futuro matrimonio per un periodo di 3 mesi, considerato che si trova al primo matrimonio;
- Interdire Dama Uggya ad un futuro matrimonio per un periodo di mesi 3, considerato che si trova anch'ella al primo matrimonio;

chiediamo, inoltre:

- di disporre come condizione necessaria per contrarre un nuovo matrimonio, che essi seguano un corso sul matrimonio ottenendo attestato di partecipazione, oppure compiano un cammino di preparazione con il proprio Vescovo
- di stabilire, per entrambi i coniugi, che rendano confessione ad un prelato presso il Monastero in cui seguirà il corso di preparazione al matrimonio o ad uno appartenente alla propria diocesi.

Ho concluso

_________________

Vescovo di Pistoia, Presbitero di Firenze, Procuratrice Episcopale Nazionale, Missus Inquisitionis
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
uggya



Inscrit le: 14 Oct 2020
Messages: 6

MessagePosté le: Ven Fév 19, 2021 11:35 am    Sujet du message: Répondre en citant

Aveva ascoltato la requisitoria, in silenzio, ed aveva ascoltato anche il lungo silenzio successivo...
Si chiese se fosse normale che le altre aule di fianco avanzassero nell'iter processuale e in questa il tempo sembrava essersi congelato.

Si rivolse al procuratore: Come si procede ora? Cosa dobbiamo fare?
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
almalibre



Inscrit le: 06 Mar 2015
Messages: 1856

MessagePosté le: Ven Fév 19, 2021 2:47 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Citation:


              Tribunale dell'Ufficialità Nazionale Italofona




              Richiesta di valutazione per i Cardinali del Concistoro Romano

                Il Tribunale dell'Ufficialità Nazionale Italofona


              Presieduto da S.Ecc. Monsignora Alma Bianca Arnod Sforza detta "Almalibre"

                    ha pronunciato il seguente



              PARERE NAZIONALE SU RICHIESTA DI SCIOGLIMENTO


Nel ricorso presentato da:

•Nome IG: Uggya
•Diocesi/Parrocchia di appartenenza: Portogruaro
•Status Giudiziario del richiedente (laico, ordinato, eterodosso, scomunicato, etc): Laico

RICORRENTI:
•Nome IG Sposo: Radulfus
•Nome IG Sposa: Uggya
Rappresentati e difesi: in proprio
Con l’intervento ex lege del Procuratore Ecclesiastico Nazionale S.Ecc. Madre Ortensia Riccarda Ormanni detta "Orticaria"

CONCLUSIONI DEL RICORRENTE:

• Dichiararsi l'annullamento del matrimonio celebrato il 13 ottobre 1464 da Monsignor Silvio_1, nella Parrocchia di Portogruaro con testimoni :
per lo sposo : Tch_solaz
per la sposa : Accipiter

CONCLUSIONI DEL P.E.:

Vostra Eccellenza, Signori della Corte
In data 12 Ottobre 1468 presentava richiesta presso questo Tribunale l’istante Uggya, chiedendo l’annullamento del matrimonio con Radulfus contratto il 13/10/1464 dal quale non sono nati figli.


Ella dichiara:
Citation:
Con il passare del tempo ci siamo lasciati andare all'apatia della quotidianità, rendendo il nostro rapporto più distaccato. Per quanto il rispetto che proviamo l'un l'altro sia ancora valido; col passare degli anni, non posso negare che i miei sentimenti si siano raffreddati, un po' per la trascuratezza dei nostri rapporti, un po' per la mancanza di una vita condotta davvero insieme: siamo sempre stati vicini, ma allo stesso tempo indipendenti e questo non ha aiutato l'evoluzione del nostro matrimonio a favore della costruzione di una famiglia.


E' emerso poi nel corso del dibattimento che il rapporto d'amore tra la sposa e lo sposo, coronato dal Matrimonio, non si è dimostrato un punto di un nuovo inizio bensì un punto d'arrivo.
Per questo motivo, unito all'allontanamento reciproco dei coniugi, ha portato la sposa a chiedere lo scioglimento dei matrimonio.

ai sensi dell’art. 3 del diritto canonico “ Il matrimonio è la consacrazione dell’accordo profondo tra due persone , creando una condivisione della vita, reputata indissolubile e simboleggiando l’Amicizia Aristotelica in una delle sue forme più strette. “

E' chiaro quindi che lo sforzo di entrambi i coniugi debba essere quello di costruire questa relazione e renderla feconda vicendevolmente, sia pure coscienti delle difficoltà che questa comporta e lottando per conseguire il massimo grado possibile dell'Amicizia Aristotelica. All'atto pratico questo è venuto a mancare.

Per tutto quanto sopra esposto, poiché a norma dell’art. 6.1 del Diritto Canonico in materia di annullamento, tra i motivi invocati per lo scioglimento del matrimonio vi è la sparizione dei sentimenti d’amore tra i coniugi,
Citation:
- Articolo 6.1 :La sparizione di sentimenti d’amore tra i due coniugi.


chiediamo a questa Illustrissima Corte di:

- Accogliere la richiesta e sciogliere il matrimonio;
- Interdire Messer Radulfus ad un futuro matrimonio per un periodo di 3 mesi, considerato che si trova al primo matrimonio;
- Interdire Dama Uggya ad un futuro matrimonio per un periodo di mesi 3, considerato che si trova anch'ella al primo matrimonio;

chiediamo, inoltre:

- di disporre come condizione necessaria per contrarre un nuovo matrimonio, che essi seguano un corso sul matrimonio ottenendo attestato di partecipazione, oppure compiano un cammino di preparazione con il proprio Vescovo
- di stabilire, per entrambi i coniugi, che rendano confessione ad un prelato presso il Monastero in cui seguirà il corso di preparazione al matrimonio o ad uno appartenente alla propria diocesi.

Ho concluso


SVOLGIMENTO DELL'UDIENZA

Gli sposi si sono presentati entrambi in Aula ed entrambi hanno dichiarato che l'amore che li univa e che li ha uniti si è trasformato con il tempo in pura amicizia. Entrambi si dichiarano favorevoli allo scioglimento del matrimonio.

MOTIVI DELLA DECISIONE

La domanda è fondata e va, pertanto, accolta.

Sussistono, infatti, i presupposti di applicazione dell’art. 6.4 del diritto canonico in materia di scioglimento del matrimonio.
Dal dibattimento è emersa la volontà dello scioglimento, da parte di entrambi i coniugi.

P.Q.M.

Il Tribunale dell'Ufficialità Nazionale Italofona, definitivamente pronunciando sul ricorso presentato da Uggya, con l’intervento in causa del Procuratore Ecclesiastico, così si esprime e propone:
1) Di imporre per entrambi i coniugi l'interdizione ad un futuro matrimonio di mesi 3 (tre) trovandosi entrambi al primo matrimonio;
2) Di imporre per entrambi i coniugi il pagamento di Ducati 50 (cinquanta) da versare alle casse della diocesi in cui si trovano, previo accordo con il Vescovo titolare che dovrà rilasciare attestazione di ricevuta, entro quindici giorni dalla pubblicazione della sentenza definitiva e ne consegni attestazione al presente tribunale.
3) Di disporre come condizione necessaria per contrarre un nuovo matrimonio, che i coniugi seguano un corso sul matrimonio ottenendo attestato di partecipazione, oppure compiano un cammino di preparazione con il proprio Vescovo;
4) Per entrambi, che rendano confessione ad un prelato presso il Monastero in cui seguiranno il corso di preparazione al matrimonio o ad uno appartenente alla propria Diocesi.

Inoltre il Tribunale manda al Procuratore di trasmettere copia autentica del presente parere al Concistoro Cardinalizio per la valutazione.


Così deciso in camera di consiglio il giorno sedici del mese di febbraio dell'anno 1469.


S.Ecc. Monsignora Alma Bianca Arnod Sforza "Almalibre"






+ Vescovo di Lucca
+ Presbitero di San Miniato
+ Parroco di San Miniato
+ Vicario Generale per la Provincia Ecclesiastica di Pisa
+ Prefetto dell'Inquisizione Italofona
+ Scudiero per le Terre di Colfiorito nel Marchesato di Santa Marinella



Deposito atti dell'udienza:
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé Visiter le site web de l'utilisateur
uggya



Inscrit le: 14 Oct 2020
Messages: 6

MessagePosté le: Sam Mai 08, 2021 6:40 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Uggya rileggeva sul suo taccuino le date significative di quell'impresa che sembrava titanica:


Citation:
28 settembre 1468 - consegna documenti alla Segreteria della curia
12 ottobre 1468 - prima convocazione in aula del tribunale
25 ottobre 1468 - accesso in aula
07 novembre 1468 - interruzione per assenza del Presidente dell'Ufficialità
08 gennaio 1469 - seconda convocazione, segue giuramento e domande di rito
20 gennaio 1469 - conclusione enunciate dal Procuratore Nazionale
19 febbraio 1469 - enunciazione della sentenza da parte del Presidente


Era stanca e a forza di stare seduta le si stavano addormentando le gambe; lasciò il taccuino aperto al suo posto, si alzò ed iniziò a camminare avanti e indietro per l'aula in attesa che passassero i tempi biblici per espletare l'ultima parte della pratica, poteva aspettare, ma la sua circolazione corporea iniziava a risentirne!
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Artisar
Cardinal
Cardinal


Inscrit le: 22 Juin 2015
Messages: 518
Localisation: Capua

MessagePosté le: Lun Mai 24, 2021 4:55 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Artisar a écrit:

    Sentenza di Scioglimento del sacramento del matrimonio


    Noi, Cardinali del Concistoro Pontificio Italofono, davanti all'Onnipotente e sotto lo sguardo di Aristotele, per grazia di Dio e di Papa Sixtus IV,
    - vista la richiesta di scioglimento del matrimonio tra i fedeli Radulfus e Uggya, matrimonio celebrato il 13 Ottobre 1464 da Monsignor Silvio_1, nella Parrocchia di Portogruaro, con testimoni: Tch_solaz e Accipiter
    - visto il parere emesso in merito dal Tribunale dell'Ufficialità Nazionale Italofona il giorno XIX del mese di Febbraio dell'anno 1469;
    - visto l'art. 6.4 del diritto canonico in materia di scioglimento semplificato del matrimonio;
    - visto il documento concistoriale "Sulla fine del Matrimonio" emanato il 1° Luglio 1461;
    - visto il Parere del Concistoro Cardinalizio col quale ha demandato ulteriori indagini al Procuratore;

    Abbiamo stabilito e ordinato, e con il nostro presente editto perpetuo e definitivo, diciamo, stabiliamo e ordiniamo:
    lo scioglimento del matrimonio tra i fedeli Radulfus e Uggya, matrimonio celebrato il 13 Ottobre 1464 da Monsignor Silvio_1, nella Parrocchia di Portogruaro, con testimoni: Tch_solaz e Accipiter


    Inoltre comminiamo le seguenti pene:
    per lo sposo:
    - interdizione di 3 (tre) mesi a partire dalla data di approvazione della presente sentenza, ovvero dal 2 Aprile 1469, affinché possa meditare sull'importanza del Sacramento del Matrimonio;
    - versi la somma di 50 (cinquanta) ducati alle casse della diocesi italica presso cui si trova, previo accordo con vescovo titolare che dovrà rilasciare attestazione di ricevuta, entro quindici giorni dalla pubblicazione della presente sentenza e ne consegni attestazione al presente tribunale.
    - imporre come condizione necessaria per un nuovo matrimonio seguire un corso sul matrimonio presso l'Abbazia Cistercense di Fornovo o presso Il Monastero di San Domenico, oppure compia un cammino di preparazione con il proprio Vescovo ed ottenere attestato di partecipazione e rendere confessione ad un prelato presso il Monastero o l'Abbazia in cui seguirà il corso di preparazione al matrimonio o ad un altro della propria Diocesi.
    per la sposa:
    - interdizione di 3 (tre) mesi a partire dalla data di approvazione della presente sentenza, ovvero dal 2 Aprile 1469, affinché possa meditare sull'importanza del Sacramento del Matrimonio;
    - versi la somma di 50 (cinquanta) ducati alle casse della diocesi italica presso cui si trova, previo accordo con vescovo titolare che dovrà rilasciare attestazione di ricevuta, entro quindici giorni dalla pubblicazione della presente sentenza e ne consegni attestazione al presente tribunale.
    - imporre come condizione necessaria per un nuovo matrimonio seguire un corso sul matrimonio presso l'Abbazia Cistercense di Fornovo o presso Il Monastero di San Domenico, oppure compia un cammino di preparazione con il proprio Vescovo ed ottenere attestato di partecipazione e rendere confessione ad un prelato presso il Monastero o l'Abbazia in cui seguirà il corso di preparazione al matrimonio o ad un altro della propria Diocesi.

    Ancora, avverte:
    Che Avverso la presente sentenza è ammesso ricorso presso Questo Stesso Concistoro entro il termine di 30 giorni dalla sua pubblicazione, da presentarsi presso Curia Romana



    Il Cardinale Asia Artemisia Caracciolo Monforte Spadalfieri, detta "Artisar" è incaricata della vigilanza sul puntuale adempimento da parte dei coniugi delle penitenze prescritte.



    Fatto a Roma sotto il pontificato del Santo Padre Sixtus IV, il II giorno del mese di Aprile, dell'anno di grazia MCDLXIX.

    Per il Concistoro Pontificio Italofono, il Cardinale Diacono Valentino Borgia "Astuzia"

    S. E. R.ma Astuzia Cardinale Valentino Borgia
    +Cardinale-presbitero della Parrocchia di San Barnaba a Ripa
    +Vescovo della Diocesi In Partibus Infidelium di Augusta
    +Monaco Cistercense
    +Prefetto della Congregazione delle Sante Armate per le Province Italofone




_________________

S. Em. R.ma Asia Artemisia Caracciolo Monforte Spadalfieri ✝ Primate del Meridione ✝ Arcivescovo Metropolita di Capua
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Montrer les messages depuis:   
Poster un nouveau sujet   Répondre au sujet    L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum -> Tribunali Ecclesiastici Italofoni -> Officialità Nazionale Italofona Toutes les heures sont au format GMT + 2 Heures
Aller à la page Précédente  1, 2, 3
Page 3 sur 3

 
Sauter vers:  
Vous ne pouvez pas poster de nouveaux sujets dans ce forum
Vous ne pouvez pas répondre aux sujets dans ce forum
Vous ne pouvez pas éditer vos messages dans ce forum
Vous ne pouvez pas supprimer vos messages dans ce forum
Vous ne pouvez pas voter dans les sondages de ce forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Traduction par : phpBB-fr.com