L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church
Forum RP de l'Eglise Aristotelicienne du jeu en ligne RR
Forum RP for the Aristotelic Church of the RK online game
 
Lien fonctionnel : Le DogmeLien fonctionnel : Le Droit Canon
 FAQFAQ   RechercherRechercher   Liste des MembresListe des Membres   Groupes d'utilisateursGroupes d'utilisateurs   S'enregistrerS'enregistrer 
 ProfilProfil   Se connecter pour vérifier ses messages privésSe connecter pour vérifier ses messages privés   ConnexionConnexion 

[UNI29] Matrimonio Scioglimento Mariele- Dairon
Aller à la page 1, 2  Suivante
 
Poster un nouveau sujet   Ce sujet est verrouillé; vous ne pouvez pas éditer les messages ou faire de réponses.    L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum -> Tribunali Ecclesiastici Italofoni -> Officialità Nazionale Italofona
Voir le sujet précédent :: Voir le sujet suivant  
Auteur Message
pamelita
Cardinal
Cardinal


Inscrit le: 15 Oct 2013
Messages: 3283
Localisation: Ducato di Milano

MessagePosté le: Lun Mai 11, 2020 2:55 pm    Sujet du message: [UNI29] Matrimonio Scioglimento Mariele- Dairon Répondre en citant

Mariele a écrit:
RICHIESTA DI REVISIONE STATUS MATRIMONIALE


Informazioni Richiedente

  • Nome IG: [char]Mariele[/char]

  • Diocesi/Parrocchia di appartenenza: Orbetello

  • Status Giudiziario del richiedente: laico


Richiesta

  • Nome IG Sposo: [char]Dairon[/char]

  • Nome IG Sposa: [char]Mariele[/char]

  • Data del matrimonio: 25- 02- 1468

  • Celebrante: [char]Cactaceae[/char]

  • Parrocchia di celebrazione sacramento: Orbetello

  • Testimoni: [char]Kimikoteutone[/char]per lo sposo
    [char]Alina_[/char]per la sposa

  • Bambini (specificare numero e nome IG): Nessuno

  • Matrimoni precedenti sposo: non lo so

  • Matrimoni precedenti sposa: Nessuno

  • Motivazioni : dopo due mesi dal matrimonio, mi trovo qui a richiedere la revisione del mio status matrimoniale, poichè, nonostante i ripetuti avvisi e esternazioni del mio stato d'animo, mio marito è totalmente assente nei miei confronti. Non mi sono sposata per accasarmi, ma per vivere la quotidianità a fianco dell'uomo che avevo scelto per tutta la vita. subito dopo la celebrazione delle nozze, mio marito ha iniziato ad essere sempre meno presente, alle mie ripetute richieste di attenzioni, desiderio di incontrarci per trascorrere un po' di tempo insieme, rispondeva che era stanco, indisposto, o molto impegnato. Di fatto non vedo mio marito dal giorno delle nozze.


Allegati





Firma del richiedente
Maria elena Castiglia d'Aragona


_________________

Visitate l'Abbazia Cistercense di Fornovo


Dernière édition par pamelita le Lun Mai 11, 2020 10:50 pm; édité 1 fois
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Svevo



Inscrit le: 03 Avr 2016
Messages: 1987

MessagePosté le: Lun Mai 11, 2020 8:00 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Il Presidente entrò in aula, salutò il procuratore e prese posto
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
pamelita
Cardinal
Cardinal


Inscrit le: 15 Oct 2013
Messages: 3283
Localisation: Ducato di Milano

MessagePosté le: Lun Mai 11, 2020 10:52 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Il procuratore Salutò il Presidente e mise agli atti un nuovo documento che porse anche a Sua Eccellenza per poterlo visionare.

Citation:


              Tribunale dell'Ufficialità Nazionale Italofona




          Richiesta di Revisione Status Matrimoniale tra Dairon e Mariele



Noi, S.Em. Mons. Alexandra Pamela Cagliostro D'Altavilla, detta "Pamelita" Procuratore Episcopale Nazionale,


                          DICHIARIAMO


concluse le indagini riguardanti la richiesta di revisione dello status matrimoniale tra i fedeli Dairon e Mariele Avendo preso visione del ricorso depositato da Mariele , delle prove presentate e delle dichiarazioni rilasciate,


                DECRETIAMO IL RINVIO A GIUDIZIO

dei coniugi Dairon e Mariele al fine di procedere alla revisione dello status matrimoniale.


Dairon e Mariele dovranno presentarsi presso l' Aula del Tribunale dell'Ufficialità Nazionale Italofona allestita appositamente entro QUINDICI giorni dall'affissione del presente decreto di citazione a giudizio. La mancata presentazione nei modi e nei termini sopra indicati del denunciante comporterà la decadenza della denuncia. La mancata presentazione dell'altro coniuge comporterà la rinuncia al diritto di addurre le proprie ragioni al procedimento in corso.
Le parti, se lo vorranno, potranno farsi accompagnare e rappresentare da un avvocato di fede aristotelica, ecclesiastico o laico.

Chiunque abbia qualcosa da dire in merito, dovrà presentarsi nella medesima sede entro il medesimo giorno sopra indicato.
Se le parti desiderassero convocare dei testimoni, i relativi nominativi dovranno essere comunicati tempestivamente al Procuratore Nazionale Madre Alexandra Pamela Cagliostro D'Altavilla, detta Pamelita , diversamente, non potranno essere ascoltati.

Ad Claram et Sanctam Veritatem

Scritto e sigillato presso il Tribunale dell'Ufficialità Nazionale Italofona il XI° giorno del mese di Maggio dell'Anno di Grazia MCDLXVIII


S.E.Rev.ma Cardinale Alexandra Pamela Cagliostro d'Altavilla detta "Pamelita"

_________________

Visitate l'Abbazia Cistercense di Fornovo
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
mariele



Inscrit le: 01 Sep 2019
Messages: 3

MessagePosté le: Mar Mai 12, 2020 9:02 am    Sujet du message: Répondre en citant

Maria Elena, dopo aver ricevuto la comunicazione, si presentò dove le era stato indicato e, dopo aver salutato il Presidente e il Procuratore, attese istruzioni.
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Svevo



Inscrit le: 03 Avr 2016
Messages: 1987

MessagePosté le: Ven Mai 15, 2020 11:19 am    Sujet du message: Répondre en citant

Il Presidente disse:

Eminenza, in attesa che arrivi lo sposo possiamo far giurare la richiedente
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
pamelita
Cardinal
Cardinal


Inscrit le: 15 Oct 2013
Messages: 3283
Localisation: Ducato di Milano

MessagePosté le: Jeu Mai 21, 2020 2:32 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Eccellenza Riguardo allo sposo devo mostrarvi questa lettera

Ho risposto allo stesso che confondeva matrimonio Ig con matrimonio RP e gli ho detto di presentarsi in aula, ma non ho piu ottenuto una risposta



ll Procuratore si rivolse alla sposa sorridendole e disse:

Prego mia cara, accomodatevi.
Appoggiate la mano destra sul Libro delle Virtù ripetete e dopo di me, anche Voi il giuramento prima di iniziare con le testimonianze


Citation:
Io, *vostro nome completo*, giuro solennemente dinnanzi a questa corte, ai dogmi della Chiesa Aristotelica e dinnanzi all'Altissimo che mi sorveglia e mi giudica, di dire la verità e soltanto quella, senza falsità alcuna. Qualora, contravvenissi a tale giuramento che la mia anima possa bruciare nel fuoco eterno dell'Inferno Lunare ed essere giudicato colpevole da questa corte.

_________________

Visitate l'Abbazia Cistercense di Fornovo
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
mariele



Inscrit le: 01 Sep 2019
Messages: 3

MessagePosté le: Ven Mai 22, 2020 2:02 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Maria Elena si alzò in piedi, incrociò lo sguardo con il procuratore e le sorrise di rimando, anche se con un po' di sforzo... si sedette dove le aveva indicato e, tirato un profondo respiro, pose la mano destra sul libro delle virtù e disse, con voce tutt'altro che ferma:

Io, MAria Elena Castiglia d'Aragona, giuro solennemente dinnanzi a questa corte, ai dogmi della Chiesa Aristotelica e dinnanzi all'Altissimo che mi sorveglia e mi giudica, di dire la verità e soltanto quella, senza falsità alcuna. Qualora, contravvenissi a tale giuramento che la mia anima possa bruciare nel fuoco eterno dell'Inferno Lunare ed essere giudicato colpevole da questa corte.


Poi si guardò intorno e un altro sorriso amaro ma al contempo rassegnato le si dipinse sul volto
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Svevo



Inscrit le: 03 Avr 2016
Messages: 1987

MessagePosté le: Sam Mai 23, 2020 11:43 am    Sujet du message: Répondre en citant

Udito il giuramento il Presidente disse:

Vogliate, madame, illustrare a questa Corte le motivazioni della vostra richiesta di scioglimento
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
mariele



Inscrit le: 01 Sep 2019
Messages: 3

MessagePosté le: Sam Mai 23, 2020 6:50 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Maria Elena annuì, strinse le mani sul grembo einiziò a parlare, dapprima lentamente e a fatica per poi diventare un fiume di parole che non riusciva ad arrestarsi.

quando conobbi Dante, stavo attraversando un periodo buio della mia vita, avevo perso mio padre da poco e mia madre si era rinchiusa in sè, mi son trovata da sola e ho iniziato a viaggiare, aiutando chiunque avesse bisogno di un passaggio perchè spaventato di essere derubato dai briganti... In uno di questo viaggi incontrai Dante, anche lui attraversava un brutto periodo e mi offrii di accompagnarlo a casa sua a San Miniato... qualche tempo dopo, mi fece la cortesia di portarmi a Capua dove avevo da recuperare delle cose dal mio appartamento. era novembre dello scorso anno, abbiamo iniziato a conoscerci, parlavamo tanto e ci confidavamo, man mano quell'amicizia è diventata spontaneamente un sentimento di amore reciproco, facevamo progetti di vita insieme... entrambi ci siamo trasferiti ad Orbetello dalle nostre rispettive città di residenza, Pisa io e San Miniato lui, abbiamo preso campi bottega, due case vicine e poi la proposta di matrimonio che fu subito accettata. la sera ci incontravamo in taverna insieme agli amici, non c'era giorno che non vi si mandava un messaggio di buongiorno... era una favola. Proprio l'uomo che desideravo al mio fianco, presente gentile e premuroso. Mi sentivo al settimo cielo, la donna più fortunata di questo mondo. decidemmo la data delle nozze... data che fu spostata e rinviata due volte. alla fine siamo riusciti a sposarci il 25 febbraio.
Da quel giorno i contatti si fecero più saltuari, niente più serata in taverna con gli amici, nè messaggi di buongiorno.
All'inizio ho pensato avesse molto da fare e ho pazientato ma io sono una donna che non ama stare zitta e con il cuore in mano gli ho scritto più volte chiedendo le sue attenzioni.
Lui rispondeva che era stanco, indisposto, troppo oberato di lavoro. Continuai ad aspettare... un giorno mi scrisse che con tutti gli amici si sarebbe partiti per un viaggio la sera stessa. Non ero molto di buon umore per viaggiare ma andai lo stesso. Arrivammo a Firenze, poi al ritorno ci fermammo a Siena e dopo altri due giorni io non volevo più stare lì.... non si era mai fatto vedere durante tutto il viaggio.
Gli scrissi che sarei ritornata a casa e lui mi rispose che sarebbe venuto con me: "va bene" mi son detta. Rientrati a Orbetello non ho più avuto sue notizie. Il giorno 25 marzo trovai un suo messaggio, mi batteva forte il cuore, si era ricordato del nostro primo mese insieme. Nell'aprire quella busta ho immaginato parole d'amore e di conforto e invece mi chiedeva come stavo e il motivo per cui non riusciva più a trovare la sua merce in vendita al mercato.
Gli risposi spiegandogli il motivo e gli feci gli auguri.... silenzio!
trascorse u'altra settimana, da sola in attesa di una sua parola di un suo gesto. Degli amici mi chiesero di scortarli fino a Pisa, gli scrissi per dirglielo e mi rispose: va bene, state attenta, buon viaggio! Quando tornerete vi porto all'Aquila.
tornai dopo 10 giorni circa, con la convinzione che lo avrei almeno sentito e rivisto, con la speranza di quel viaggio promesso. ogni santa sera per una settimana gli scrivevo che ero in taverna e dopo due ore gli riscrivevo dandogli la buona notte... i mattini successivi nemmeno un biglietto con una spiegazione o una scusa. Non c'era ma, parlando con altri cittadini venivo a sapere che lui collaborava con il municipio e contrattava su ipotetici passaggi in nave che gli venivano richiesti. Quindi, non c'era per me.
Decisi di scrivergli un'ultima volta, il 25 aprile comunicandogli la mia decisione di interrompere il nostro matrimonio.


Fece una breve pausa e guardò i presenti

Signori. io non mi sono sposata per accasarmi o per definirmi moglie di qualcuno, mi sono sposata perchè credo che il matrimonio sia amore, complicità, esserci per l'altro, prendersi cura dell'altro. Non mi sono sposata per sentirmi più sola di quanto lo fossi prima di incontrare lui. Mi sono sentita messa da parte, abbandonata e io non ho più sopportato questo mio continuo aspettare che mi logora. Così ho lasciato il tetto coniugale (divorziando IG). gli ho scritto dicendogli addio, ribadendo le mie motivazioni, ribadendo ciò che per me è più lacerante: la solitudine. Lui mi rispose dicendo che comprendeva. Il giorno dopo lo informai che avevo fatto richiesta di revisione al tribunale ecclesiastico e lui mi rispose prontamente con un va bene e che avrebbe fatto tutto il necessario.
Non ho più avuto notizie
.

Maria Elena smise di torturarsi le mani, sospirò come per riprendere fiato dalla lunga confessione, da quello sfogo che non pensava di essere in grado di affrontare e aggiunse:

Chiedo umilmente scusa se mi sono dilungata.... ma la solitudine mi uccide e lui lo sa bene
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Svevo



Inscrit le: 03 Avr 2016
Messages: 1987

MessagePosté le: Dim Mai 24, 2020 8:56 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Il Presidente rispose:

Per me è tutto chiaro. Eminenza?
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
pamelita
Cardinal
Cardinal


Inscrit le: 15 Oct 2013
Messages: 3283
Localisation: Ducato di Milano

MessagePosté le: Mer Mai 27, 2020 12:05 am    Sujet du message: Répondre en citant

Presidente devo portare a conoscenza di questa Corte un altra lettera del marito della richiedente.

Cosi dicendo porse la missiva al presidente

Credo possiamo procedere in contumacia.

_________________

Visitate l'Abbazia Cistercense di Fornovo
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Svevo



Inscrit le: 03 Avr 2016
Messages: 1987

MessagePosté le: Mer Mai 27, 2020 11:38 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Rispose:

Sì molto bene, avete delle domande da porre alla sposa?
Altrimenti potete procedere con la requisitoria

_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
pamelita
Cardinal
Cardinal


Inscrit le: 15 Oct 2013
Messages: 3283
Localisation: Ducato di Milano

MessagePosté le: Jeu Mai 28, 2020 10:41 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Ascoltata la sposa e sentite le parole del Presidente Il cardinale rispose:

No Eccellenza non ho domande per la sposa, quindi procedo con la requisitoria:


Vostra Eccellenza, Signori della Giuria
In data 25 Aprile 1468 presentava richiesta presso questo Tribunale l’istante Mariele, chiedendo l’annullamento del matrimonio con Dairon contratto il 25- 02- 1468 dal quale non sono nati figli

Ella dichiara:

Citation:
dopo due mesi dal matrimonio, mi trovo qui a richiedere la revisione del mio status matrimoniale, poichè, nonostante i ripetuti avvisi e esternazioni del mio stato d'animo, mio marito è totalmente assente nei miei confronti. Non mi sono sposata per accasarmi, ma per vivere la quotidianità a fianco dell'uomo che avevo scelto per tutta la vita. subito dopo la celebrazione delle nozze, mio marito ha iniziato ad essere sempre meno presente, alle mie ripetute richieste di attenzioni, desiderio di incontrarci per trascorrere un po' di tempo insieme, rispondeva che era stanco, indisposto, o molto impegnato. Di fatto non vedo mio marito dal giorno delle nozze.



E' emerso poi nel corso del dibattimento che data la continua e protratta assenza del marito la Consorte ha deciso di chiedere lo scioglimento dei matrimonio.

ai sensi dell’art. 3 del diritto canonico “ Il matrimonio è la consacrazione dell’accordo profondo tra due persone , creando una condivisione della vita, reputata indissolubile e simboleggiando l’Amicizia Aristotelica in una delle sue forme più strette. “

E' chiaro quindi che lo sforzo di entrambi i coniugi debba essere quello di costruire questa relazione e renderla feconda vicendevolmente, sia pure coscienti delle difficoltà che questa comporta e lottando per conseguire il massimo grado possibile dell'Amicizia Aristotelica. All'atto pratico questo è venuto a mancare e l'assenza dello sposo ha pregiudicato il matrimonio stesso.

Per tutto quanto sopra esposto, poiché a norma dell’art. 6.1 del diritto canonico in materia di annullamento, tra i motivi invocati per lo scioglimento del matrimonio vi è la sparizione dei sentimenti d’amore tra i coniugi, chiediamo a questa Corte di:

- accogliere la richiesta e sciogliere il matrimonio
- Disporre che la sposa non riceva nessuna pena in quanto si è impegnata a mantenere il legame nonostante l'assenza del marito
- Disporre per lo sposo che ha lasciato spesso la moglie sola senza un motivo e senza darne avviso e per avere preso, in questo modo, il matrimonio alla leggera, un'interdizione allo stesso pari a mesi 6 (sei)
- Disporre come condizione necessaria per contrarre un nuovo matrimonio, che essi seguano un corso sul matrimonio ottenendo attestato di partecipazione, oppure compiano un cammino di preparazione con il proprio Vescovo
- Stabilire, per entrambi i coniugi, che rendano confessione ad un prelato presso il Monastero in cui seguirà il corso di preparazione al matrimonio o ad uno appartenente alla propria diocesi.

Ho concluso

_________________

Visitate l'Abbazia Cistercense di Fornovo
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Svevo



Inscrit le: 03 Avr 2016
Messages: 1987

MessagePosté le: Ven Mai 29, 2020 12:15 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Il Presidente emise il parere da sottoporre ai Cardinali

Citation:



              Tribunale dell'Ufficialità Nazionale Italofona




              Richiesta di valutazione per i Cardinali del Concistoro Romano

                Il Tribunale dell'Ufficialità Nazionale Italofona


              Presieduto da S.E. Monsignor Dante Saverio Montefeltro Casanova de la Roche detto "Svevo"

                    ha pronunciato il seguente



              PARERE NAZIONALE SU RICHIESTA DI SCIOGLIMENTO


Nel ricorso presentato da:

•Nome IG: Mariele
•Diocesi/Parrocchia di appartenenza: Orbetello
•Status Giudiziario del richiedente(laico, ordinato, eterodosso, scomunicato, etc): Laico

RICORRENTI:
•Nome IG Sposo: Dairon
•Nome IG Sposa: Mariele
Rappresentati e difesi: in proprio
Con l’intervento ex lege del Procuratore Nazionale, S.Em. Monsignora Alexandra Pamela Cagliostro D'Altavilla, detta "Pamelita"

CONCLUSIONI DELLA RICORRENTE:

• Dichiararsi l'annullamento del matrimonio celebrato il 25 febbraio 1468 da Cactaceae nella Parrocchia di Orbetello, con testimoni Kimikoteutone per lo sposo e Alina_ per la sposa.
Dall'unione non sono nati figli.

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

L'istante Mariele chiedeva al Tribunale dell'Ufficialità Nazionale Italofona, di dichiarare lo scioglimento del matrimonio in quanto il marito già dai primi giorni dopo il matrimonio si mostrava assente e distante.
Nonostante le numerose missive rivolte al marito, egli non cambiava comportamento rimanendo distante e per nulla presente alla vita coniugale.
Trascorso il periodo di rinvio a giudizio e sentito lo sposo per missiva, il quale ci informava di non voler venire in aula ritenendo non necessaria la sua presenza, la Corte dichiarava lo sposo contumace.

              MOTIVI DELLA DECISIONE


La domanda è fondata e va, pertanto, accolta.

Sussistono, infatti, i presupposti di applicazione dell’art. 6.1 del diritto canonico in materia di scioglimento del matrimonio.
Dal dibattimento è emersa la volontà dello scioglimento, da parte della sposa, per la scomparsa dei sentimenti d'amore.

              P.Q.M.


Il Tribunale dell'Ufficialità Nazionale Italofona, definitivamente pronunciando sul ricorso presentato da Mariele, con l’intervento in causa del Procuratore Nazionale, così propone:
1) Dichiara lo scioglimento del matrimonio risultando evidente la scomparsa dei sentimenti d'amore da parte della sposa.
2) Decide di non interdire al matrimonio la sposa ritenuta irresponsabile della sparizione dei sentimenti.
3) Decide di interdire al matrimonio lo sposo per un periodo di sei (6) mesi, dall'approvazione della sentenza da parte del Concistoro Cardinalizio affinché possa meditare sull'importanza del Sacramento del Matrimonio.
4) Stabilisce che per entrambi gli sposi sarà condizione necessaria per un nuovo matrimonio rendere confessione ad un prelato presso la propria Diocesi e seguire un corso di Preparazione Matrimoniale presso l'Abbazia di Fornovo o il Monastero di San Domenico oppure seguire un percorso di preparazione con il proprio Vescovo


Così deciso in Camera di Consiglio il giorno XXIX del mese di Maggio dell'anno 1468









Deposito atti processuali:

_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Astuzia
Cardinal
Cardinal


Inscrit le: 14 Déc 2010
Messages: 1249
Localisation: Italia

MessagePosté le: Lun Juin 15, 2020 7:52 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Citation:

    Sentenza di Scioglimento del sacramento del matrimonio


    Noi, Cardinali del Concistoro Pontificio Italofono, davanti all'Onnipotente e sotto lo sguardo di Aristotele, per grazia di Dio e di Papa Sixtus IV,


    - vista la richiesta di scioglimento del matrimonio tra i fedeli Dairon e Mariele, matrimonio celebrato celebrato 25 febbraio 1468 da Cactaceae nella Parrocchia di Orbetello, con testimoni Kimikoteutone e Alina_;
    - visto il parere emesso in merito dal Tribunale dell'Ufficialità Nazionale Italofona il giorno XXIX del mese di Maggio dell'anno 1468;
    - visto l'art. 6.4 del diritto canonico in materia di scioglimento semplificato del matrimonio;
    - visto il documento concistoriale "Sulla fine del Matrimonio" emanato il 1° Luglio 1461;

    Abbiamo stabilito e ordinato, e con il nostro presente editto perpetuo e definitivo, diciamo, stabiliamo e ordiniamo:
    lo scioglimento del matrimonio trai fedeli Dairon e Mariele, matrimonio celebrato celebrato 25 febbraio 1468 da Cactaceae nella Parrocchia di Orbetello, con testimoni Kimikoteutone e Alina_;

    Inoltre comminiamo le seguenti pene:

    per lo sposo:

    - interdizione di 6 mesi (sei) a partire dalla data di pubblicazione della presente sentenza affinché possa meditare sull'importanza del Sacramento del Matrimonio;
    - imporre come condizione necessaria per un nuovo matrimonio seguire un corso sul matrimonio presso l'Abbazia Cistercense di Fornovo o presso Il Monastero di San Domenico, oppure compia un cammino di preparazione con il proprio Vescovo ed ottenere attestato di partecipazione e rendere confessione ad un prelato presso il Monastero o l'Abbazia in cui seguirà il corso di preparazione al matrimonio o ad un altro della propria Diocesi.
    - versi la somma di 100,00 (cento) ducati alle casse della diocesi di appartenenza, previo accordo con vescovo titolare che dovrà rilasciare attestazione di ricevuta, entro sette giorni dalla pubblicazione della presente sentenza e ne consegni attestazione al presente tribunale.

    per la sposa:

    - interdizione di 1 mese (uno) a partire dalla data di pubblicazione della presente sentenza affinché possa meditare sull'importanza del Sacramento del Matrimonio;
    - imporre come condizione necessaria per un nuovo matrimonio seguire un corso sul matrimonio presso l'Abbazia Cistercense di Fornovo o presso Il Monastero di San Domenico, oppure compia un cammino di preparazione con il proprio Vescovo ed ottenere attestato di partecipazione e rendere confessione ad un prelato presso il Monastero o l'Abbazia in cui seguirà il corso di preparazione al matrimonio o ad un altro della propria Diocesi.
    - versi la somma di 10,00 (dieci) ducati alle casse della diocesi di appartenenza, previo accordo con vescovo titolare che dovrà rilasciare attestazione di ricevuta, entro sette giorni dalla pubblicazione della presente sentenza e ne consegni attestazione al presente tribunale.


    Ancora, avverte:

    Che Avverso la presente sentenza è ammesso ricorso al Tribunale della Sacra Rota entro il termina di 30 giorni dalla pubblicazione, da presentarsi su apposito modulo presso l'apposito ufficio

    Il Cardinale Valentino Borgia, detto "Astuzia" è incaricato della vigilanza sul puntuale adempimento da parte dei coniugi delle penitenze prescritte.

    Fatto a Roma sotto il pontificato del Santo Padre Sixtus IV, il XII giorno del mese di Giugno, dell'anno di grazia MCDLXVIII.

    Per il Concistoro Pontificio Italofono, il Cardinale Diacono Valentino Borgia "Astuzia"

    S. E. R.ma Astuzia Cardinale Valentino Borgia
    +Cardinale-diacono della Parrocchia di Sant'Adonia alle Terme
    +Vescovo della Diocesi In Partibus Infidelium di Augusta
    +Monaco Cistercense




_________________
Valentino Borgia, called "Astuzia", cardinal-presbyter
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Montrer les messages depuis:   
Poster un nouveau sujet   Ce sujet est verrouillé; vous ne pouvez pas éditer les messages ou faire de réponses.    L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum -> Tribunali Ecclesiastici Italofoni -> Officialità Nazionale Italofona Toutes les heures sont au format GMT + 2 Heures
Aller à la page 1, 2  Suivante
Page 1 sur 2

 
Sauter vers:  
Vous ne pouvez pas poster de nouveaux sujets dans ce forum
Vous ne pouvez pas répondre aux sujets dans ce forum
Vous ne pouvez pas éditer vos messages dans ce forum
Vous ne pouvez pas supprimer vos messages dans ce forum
Vous ne pouvez pas voter dans les sondages de ce forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Traduction par : phpBB-fr.com