L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church
Forum RP de l'Eglise Aristotelicienne du jeu en ligne RR
Forum RP for the Aristotelic Church of the RK online game
 
Lien fonctionnel : Le DogmeLien fonctionnel : Le Droit Canon
 FAQFAQ   RechercherRechercher   Liste des MembresListe des Membres   Groupes d'utilisateursGroupes d'utilisateurs   S'enregistrerS'enregistrer 
 ProfilProfil   Se connecter pour vérifier ses messages privésSe connecter pour vérifier ses messages privés   ConnexionConnexion 

[RP] Basilica di Sancta Maria Rotunda

 
Poster un nouveau sujet   Répondre au sujet    L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum -> La place d'Aristote - Aristote's Square - Platz des Aristoteles - La Piazza di Aristotele -> Les faubourgs de Rome - The suburbs of Rome - Die Vororte von Rom - I Sobborghi di Roma
Voir le sujet précédent :: Voir le sujet suivant  
Auteur Message
Cesarino
Cardinal
Cardinal


Inscrit le: 03 Juil 2014
Messages: 1645
Localisation: Sur les rives du Tibre

MessagePosté le: Mer Fév 28, 2018 3:26 pm    Sujet du message: [RP] Basilica di Sancta Maria Rotunda Répondre en citant

    ⊰ Basilica di Santa Maria della Rotonda - Parrocchia Titolare del Cardinale Romano Elettore Alfonso Augusto di Foscari Widmann d'Ibelin ⊱

    ⊰ Basilica of Sancta Maria Rotunda - Titular Parish of the Roman Elector Cardinal Alfonso Augusto di Foscari Widmann d'Ibelin ⊱

    ⊰ Basilique de Sancta Maria Rotunda - Paroisse Titulaire du Cardinal Romain Électeur Alfonso Augusto di Foscari Widmann d'Ibelin ⊱

-------------------------------

-------------------------------
𝔐𝔞𝔯𝔠𝔲𝔰 𝔄𝔤𝔯𝔦𝔭𝔭𝔞 𝔏𝔲𝔠𝔦𝔩𝔦𝔦 𝔉𝔦𝔩𝔦𝔲𝔰 ℭ𝔬𝔫𝔰𝔲𝔩 𝔗𝔢𝔯𝔱𝔦𝔲𝔪 𝔉𝔢𝔠𝔦𝔱

-------------------------------
𝔉𝔬𝔠𝔞𝔰 ℜ𝔬𝔪𝔞𝔫𝔬𝔯𝔲𝔪 ℑ𝔪𝔭𝔢𝔯𝔞𝔱𝔬𝔯 𝔖𝔞𝔫𝔠𝔱𝔬 𝔗𝔦𝔱𝔬 𝔇𝔬𝔫𝔞𝔳𝔦𝔱

-------------------------------
𝔅𝔬𝔫𝔦𝔣𝔞𝔠𝔦𝔲𝔰 ℑ𝔙 𝔓𝔬𝔫𝔱𝔦𝔣𝔢𝔵 𝔐𝔞𝔵𝔦𝔪𝔲𝔰 𝔅𝔞𝔰𝔦𝔩𝔦𝔠𝔞𝔪 𝔈𝔯𝔢𝔵𝔦𝔱

----------------------------------
𝔈𝔲𝔤𝔢𝔫𝔦𝔲𝔰 ℑ𝔙 𝔓𝔬𝔫𝔱𝔦𝔣𝔢𝔵 𝔐𝔞𝔵𝔦𝔪𝔲𝔰 ℜ𝔢𝔰𝔱𝔞𝔲𝔯𝔞𝔳𝔦𝔱

_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Cesarino
Cardinal
Cardinal


Inscrit le: 03 Juil 2014
Messages: 1645
Localisation: Sur les rives du Tibre

MessagePosté le: Jeu Mar 01, 2018 9:47 pm    Sujet du message: Répondre en citant

    { 1 Marzo 1466 - Ordinazione di Latino Orsini }


Dopo lunghi anni dal restauro voluto da Papa Eugenio, l'imponente tempio era stato finalmente riaperto al culto nella sua nuova veste di sede cardinalizia.
L'inconfondibile odore dell'incenso tornava a pervadere ogni angolo di quell'edificio, tanto antico quanto evidente simbolo dell'immortalità della Civitas Dei.

Un postulante quel giorno si presentava di fronte ai propri fratelli e al proprio Creatore per mettersi al sacro servizio dell'Altissimo.
Il cardinale, già pronto per il rito, osservava i servitori e i canonici ultimare i preparativi per la cerimonia, che sarebbe cominciata di lì a poco.

_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Latinus



Inscrit le: 31 Jan 2018
Messages: 29
Localisation: Rome

MessagePosté le: Ven Mar 02, 2018 10:02 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Piazza della Rotonda rigurgitava persone, come al solito.
Vari banchi di legno, coperti da tetti di assi o di stoffa grezza, coprivano l'intera superficie di sterrato, mentre mercanti e contadini facevano un gran vociare nel cercare di vendere ai passanti i loro prodotti.
-Avremmo dovuto fare l'altra strada, quella per San Luigi- si lamentò il Vitelli, uno dei tanti cortigiani che il principe di Galilea aveva messo a disposizione del suo pupillo, quando il piccolo gruppo si dovette fermare davanti all'ennesimo ingorgo. Questa volta si trattava di un carretto ricolmo di cesti di pesce di fiume: rovelle, carpe, anguille e perfino qualche cefalo dalle squame argentate. L'uomo tempo quindi di avanzare comunque sperando che le persone semplicemente gli facessero spazio. Speranze che furono ben presto frustate. Un donna ebbe anche qualche parolina volgare per il cortigiano quando questi le disse di scostarsi.
Intanto la neve aveva ricominciato a cadere.
Nonostante si fosse ormai a marzo il tempo si poteva definire invernale: proprio qualche giorno prima la Città Eterna era stata coperto da un pesante manto bianco che il gelo aveva provveduto a conservare. Una situazione davvero inconsueta. "Che si voglia fare concorrenza a Santa Maria della Neve?" meditò ironico Latino, notando che l'uomo del carretto davanti a loro era riuscito a vendere un poco della sua merce.
-Mi dispiace, ma credo che faremo ritardo.
-Nessun problema. Sua Altezza capirà- liquidò in fretta la questione l'Orsini. Sul dorso del suo sauro e stringendosi nella cappa foderata di pelliccia, volse quindi gli occhi al viavai delle bancarelle giusto in tempo per vedere un mercante vendere alcune braccia di broccato fiorentino ed altrettante di tessuto milanese. Nel banco accanto una vecchia si dava da fare per sbolognare vecchie pentole di rame.
-Eccellentissimo! Un santino? Un rosario? Un pezzo della veste di Santa Feliciana?- gli chiese un ambulante sbucato da chissà dove con un vassoio di legno tra le mani, pieno di immagini dei santi, pezzi di stoffa e piccole ampolle dal contenuto biancastro che spacciava per sacre reliquie ai pellegrini stranieri. -Magari siete interessato al latte della madre di Christos? Oppure preferite uno degli autentici denti di Santa Apollonia, Illustrissimo? Cacciano il male alla bocca e assicurano una pronta guarigione nel caso di ascessi.
-Tra non molto saremo interessati a vedere la tua testa su un palo, se non te ne vai prima che chiamiamo la guardia!
Il venditore non si fece ripetere due volte la minaccia del Vitelli, girò i tacchi più veloce di un tagliaborse con la refurtiva e scomparve così come era apparso.
-Peccato- sospirò. -Avremmo potuto comprare "gli autentici denti di Santa Apollonia".
Non appena la via fu di nuovo libera, il ragazzo diede di speroni e il manipolo proseguì lungo i confini della piazza, fino a quando non giunsero alle colonne del Pantheon, ove gli stallieri con la livrea del cardinale erano in attesa di prendersi cura dei loro destrieri.
-Signor Orsini- lo salutò un canonico dai capelli brizzolati e lo stomaco prominente. Portava una veste bianca, bordata da passamaneria d'oro. -Sua Eminenza vi attende. Vi prego, di seguirmi.
_________________
Latino Alfonso Orsini
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Cesarino
Cardinal
Cardinal


Inscrit le: 03 Juil 2014
Messages: 1645
Localisation: Sur les rives du Tibre

MessagePosté le: Dim Mar 11, 2018 11:19 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Vedendo giungere gli uomini il cardinale gli si fece incontro e, salutatili con un sorriso, disse loro:

Signori, spero che il tragitto sia stato piacevole. - disse lanciando uno sguardo severo al Vitelli - Ma venite, tutto è pronto per la cerimonia mio giovane Orsini.

Si pose dinnanzi all'altare del tempio secolare e, con voce solenne e perentoria, disse: Figlio dell'Altissimo, perché vieni tu oggi al cospetto del suo ministro in terra?
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Latinus



Inscrit le: 31 Jan 2018
Messages: 29
Localisation: Rome

MessagePosté le: Mer Mar 14, 2018 7:13 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Il sole di quel primo giorno di marzo era strano: pallido, chiaro, quasi bianco come una lama di cristallo. Eppure raggi scesero dal loculo per illuminare Santa Maria alla Rotonda. "Un sole bianco mi illumina il cammino" meditò, scrutando la figura avvolta in una pianeta finemente decorata con filo scarlatto ed oro. "Dio che benedice o mi maledice?"
Domanda che baluginò per qualche istante nella sua mente, prima di abbandonarlo quando il pesante odore di incenso e cera bruciata si fece più intenso.
-Maestoso, non credete?- gli chiede il Vitelli all'orecchio. L'uomo era stato più volte a Roma su commissione del suo signore, ma non aveva mai visto il Pantheon, cosa non difficile da credere dato che non la finiva di scrutare con ammirazione le antiche nicchie con le statue dei martiri, circondate da lesene e da marmi colorati, e di fare degli occhi due fessure verso le edicole e le loro icone sacre.
-Non per un romano, signor mio- sentenziò il ragazzo. -Non per un Orsini.
Il gruppo di uomini si piegò quindi in un profondo inchino allorché il cardinale Foscari si portò davanti a loro e il pupillo ebbe l'onore del bacio all'anello.
-La neve, Eminenza...- cercò di scusarsi per il ritardo. -E il mercato- aggiunse senza troppa convinzione. Ma il porporato ormai conosceva il suo protetto e preferì di non indugiare oltre. Li invitò allora a seguirlo lungo i tappeti di Damasco che portavano fino all'altare. Tutto era pronto.
"Ed anch'io sono pronto" decise il giovane inchinandosi di fronte al suo mentore. Il corteo si strinse attorno ai due, mentre i canonici intonavano canti sacri.
-Illustrissimo, sono qui, supplice, a richiedere d'essere ammesso nella Santa Chiesa Aristotelica per servire il Dio con tutto me stesso.
_________________
Latino Alfonso Orsini
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Cesarino
Cardinal
Cardinal


Inscrit le: 03 Juil 2014
Messages: 1645
Localisation: Sur les rives du Tibre

MessagePosté le: Mer Mar 14, 2018 7:48 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Con un gesto impercettibile del cardinale l'intera basilica si raccolse in preghiera, solo le litanie dei canonici spezzavano il silenzio in quel luogo simbolo del genio umano.

Il Foscari osservava quel giovane affidato alle sue cure tempo addietro.
Non era certo il primo rampollo per cui la famiglia aveva scelto il cardinale come tutore, eppure quel ragazzo suscitava in lui aspettative uniche e in un certo qual modo gli ricordava il giovane che era stato.


Gioite, voi che siete qui riuniti in questo momento di gioia che segna l'ingresso del nostro fratello Latino Orsini nella Santa Chiesa Aristotelica Romana e Universale. Da oggi la Chiesa avrà un nuovo ministro per diffondere la sacra parola.

Benedisse l'assemblea e, mentre uno dei canonici spargeva incenso di fronte all'altare, si diresse verso il leggio su cui un altro poneva il Libro delle Virtù.
Attese qualche momento osservando attentamente i convenuti e, con voce chiara e solenne, iniziò a leggere:


"I fedeli del Dio, quelli che hanno appreso l'insegnamento d'Aristotele e che vogliono seguire il cammino che per voi io traccio, dovranno formare una comunità di vita.
Questa comunità troverà il suo senso, e permetterà a ciascuno di vivere nella virtù, solo se sarà unita nell'amicizia reciproca che ciascuno dei suoi membri dovrà dimostrare nei confronti degli altri.
Per guidarvi, io sarò il padre di questa comunità, ne stabilirò i principi e i miei successori faranno lo stesso dopo di me."


Quasi cantando recitò la formula: Verbum secundi prophetae.

Affiancato da due chierici si pose nuovamente di fronte al supplicante, inginocchiato davanti l'altare.

Ora, fratello Latino, se vuoi tu entrare a far parte della Santa Chiesa, unica guida dell'umanità in questo mondo sublunare, come intendi dimostrare il tuo amore verso di lei?
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Latinus



Inscrit le: 31 Jan 2018
Messages: 29
Localisation: Rome

MessagePosté le: Jeu Mar 15, 2018 3:11 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Gesti e parole passarono davanti all'Orsini. Le formule passarono nella mente del giovane veloci. Le aveva ripetute un'infinità di volte, non poteva sbagliare. Il salmodiare dei canonici accompagnavano i voti da lui pronunciati.
-Io faccio voto, con tutto il mio cuore e la mia anima, dinnanzi all'Onnipotente, all'Assemblea dei Santi, alla Comunità dei Fedeli, di non non portare armi da combattimento, allo scopo di offendere con violenza i miei fratelli, per essere testimone di pace e di amicizia nella società umana.
Teneva la testa piegata contro le mani racchiuse in preghiera. Stava diventando un ministro dell'Altissimo per mano di uno dei suoi principi. Era il primo passo, verso un lungo cammino.
-Io faccio voto, con tutto il mio cuore e la mia anima, dinnanzi all'Onnipotente, all'Assemblea dei Santi, alla Comunità dei Fedeli, di aderire con ogni mio atto, parola e pensiero ai precetti del Dogma Aristotelico e del Diritto Canonico, sotto la guida del mio Vescovo, della Curia e del Papa. Di obbedire fedelmente ai padri della Chiesa Aristotelica che mi sono superiori secondo il diritto canonico.
Quante notti aveva passato sui libri dei padri della Chiesa negli anni passati ad Arli? Un piccolo sorriso gli sfuggì.
-Io faccio voto, con tutto il mio cuore e la mia anima, dinnanzi all'Onnipotente, all'Assemblea dei Santi, alla Comunità dei Fedeli, a seguire una condotta di vita esemplare, disprezzando i beni temporali a vantaggio di quelli spirituali, accrescendo, con lo studio e la preghiera, la mia fede in Aristotele e nel Secondo Profeta, per essere un modello e una guida verso coloro che mi verranno affidati.
Io faccio voto, con tutto il mio cuore e la mia anima, dinnanzi all'Onnipotente, all'Assemblea dei Santi, alla Comunità dei Fedeli, di donarmi interamente alla Chiesa Aristotelica. Né famiglia, partito o fazione avranno più peso nella mia vita. Io oggi cesso d'essere uomo e, senza più volto, nome e bene che mi sia proprio, divengo la Chiesa. Faccio voto di rispettare sopra tutto il Celibato che ivi è prescritto. La mia famiglia ora è la Chiesa, i fedeli sono i miei Figli, i miei pari sono i miei Fratelli, i miei superiori i miei Padri.

_________________
Latino Alfonso Orsini
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Cesarino
Cardinal
Cardinal


Inscrit le: 03 Juil 2014
Messages: 1645
Localisation: Sur les rives du Tibre

MessagePosté le: Jeu Mar 15, 2018 5:19 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Siano questi quattro voti scolpiti nel tuo cuore; immagine dei quattro elementi che hanno forgiato le terra, essi ti renderanno un uomo nuovo e più degno. Fino a quando li rispetterai la tua vita apparterrà a Dio. Sciagura colga chi tenti di deviarti dai tuoi propositi.

Il momento era giunto: Io ti giudico degno di essere ammesso nella Santa Chiesa Aristotelica. Disse ponendo le mani sul capo del giovane.
Prese fiato prima di riprendere con voce perentoria:


Che l'Altissimo protegga quest'uomo dagli impuri e ne faccia uno dei suoi fedeli!
Che il Santissimo Aristotele ispiri le virtù nei suoi pensieri.
Che il Nostro Creatore lo benedica, affinché sia scelto al servizio della diffusione della Sua parola!
Che il Santissimo Secondo Profeta ispiri la pace nel suo cuore e lo guidi come ha guidato gli Apostoli.
Che quest'uomo divenga la guida dei credenti verso la pace, l'amore ed il Paradiso Solare.


Attese qualche secondom osservando il giovane negli occhi, per evitare che fosse travolto dall'emozione di quei dettami incalzanti.

Per il Secondo Profeta che consacrò gli Apostoli e per il potere che ci ha tramandato di perpetuare questo gesto, io ti elevo alla dignità Sacerdotale affinché tu sia il portatore della Vera Fede nella Comunità dei Fedeli.
Latino Orsini, sei consacrato presbitero per la gloria del Creatore e della sua Chiesa terrena. D'ora in avanti qualunque atto blasfemo fatto contro di te sarà una ingiuria verso l'Altissimo stesso.


Prese un anelllo d'oro, lo stesso che a suo tempo venne donato a lui, da un cuscinetto che gli veniva porto da un canonico e lo mise al dito del nuovo presbitero:

Ricevi questo anello, segno di fedeltà sponsale che ti unisce alla Chiesa e all'Altissimo. Che tu lo possa indossare nell’integrità della fede e nella purezza della tua vita.
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Montrer les messages depuis:   
Poster un nouveau sujet   Répondre au sujet    L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum -> La place d'Aristote - Aristote's Square - Platz des Aristoteles - La Piazza di Aristotele -> Les faubourgs de Rome - The suburbs of Rome - Die Vororte von Rom - I Sobborghi di Roma Toutes les heures sont au format GMT + 2 Heures
Page 1 sur 1

 
Sauter vers:  
Vous ne pouvez pas poster de nouveaux sujets dans ce forum
Vous ne pouvez pas répondre aux sujets dans ce forum
Vous ne pouvez pas éditer vos messages dans ce forum
Vous ne pouvez pas supprimer vos messages dans ce forum
Vous ne pouvez pas voter dans les sondages de ce forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Traduction par : phpBB-fr.com