L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church
Forum RP de l'Eglise Aristotelicienne du jeu en ligne RR
Forum RP for the Aristotelic Church of the RK online game
 
Lien fonctionnel : Le DogmeLien fonctionnel : Le Droit Canon
 FAQFAQ   RechercherRechercher   Liste des MembresListe des Membres   Groupes d'utilisateursGroupes d'utilisateurs   S'enregistrerS'enregistrer 
 ProfilProfil   Se connecter pour vérifier ses messages privésSe connecter pour vérifier ses messages privés   ConnexionConnexion 

[INQ] Processo contro Ninfea
Aller à la page Précédente  1, 2, 3
 
Poster un nouveau sujet   Répondre au sujet    L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum -> Provincia Ecclesiae Italicarum Gentium -> Tribunale Inquisitoriale Italofono
Voir le sujet précédent :: Voir le sujet suivant  
Auteur Message
heldor
Cardinal
Cardinal


Inscrit le: 18 Nov 2008
Messages: 2090
Localisation: Venezia - Italia

MessagePosté le: Dim Aoû 16, 2020 11:04 am    Sujet du message: Répondre en citant

Il cardinale annuì, quindi si alzò e si schiarì la voce:

Monsignor Presidente, l'imputata qui presente si è dichiarata colpevole del reato a lei imputato, anche se ammette che non è stato un reato commesso con dolo e Noi siamo propensi a crederle.
Per cui chiediamo che il Tribunale della Santa Inquisizione emetta una pena adeguata alla sua colpa, usando la clemenza che l'Altissimo e i suoi Santi Profeti ci hanno insegnato tramite i Sacri Libri delle Virtù!
Quindi chiediamo per l'imputata una sentenza di adempiere un pellegrinaggio di almeno 6 diocesi pregando in ognuna di esse sotto supervisione dei locali chierici, lasciando una donazione che sia decisa da questa corte, in caso non dovesse adempiere a tale penitenza cada su di essa la pena della scomunica!


Detto questo si sedette e attese ordini da Monsignor Svevo.

_________________
+S.Ecc.Ill.ma frà Tebaldo Foscari detto Heldor il randello
Cardinale Vescovo Emerito di San Domenico in Borgos
Primate delle Venezie e Stato da Mar
Legato Apostolico per il Patriarcato di Venezia
Arcivescovo Sine Cura di Gorizia
Padre Generale dell'Ordine di San Domenico



Pardonnez mon français... Je suis italien... Smile
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé MSN Messenger
Svevo



Inscrit le: 03 Avr 2016
Messages: 1927

MessagePosté le: Dim Aoû 16, 2020 5:30 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Ascoltò la requisitoria e disse:

La corte si ritira per deliberare
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Svevo



Inscrit le: 03 Avr 2016
Messages: 1927

MessagePosté le: Dim Aoû 16, 2020 5:54 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Il Presidente rientrò in aula con la sentenza

Citation:



Fiat justicia pereat mundus
Procedimento contro Ninfea


Noi, [b]Sua Eccellenza Monsignor Dante Saverio Montefeltro Casanova De La Roche detto "Svevo", in qualità di Prefetto dell'Inquisizione Italofona, per la Grazia di Dio, davanti all'Altissimo, sotto lo sguardo di Aristotele ed a nome della nostra Santa Madre Chiesa, a nome della Santa Inquisizione,
[/b]

    In relazione

    al fascicolo esaminato, alle prove raccolte, al dibattito avvenuto in aula e alle testimonianze raccolte, al parere Arcivescovile del Tribunale di Pisa e alla sospensione di scioglimento matrimoniale emesso dal Concistoro Italofono

    Con l'insostituibile intervento

    di Sua Eminenza Monsignor Tebaldo Foscari detto "Heldor" quale Missus Inquisitionis

    Sentenziamo

    che l'imputata Ninfea sia riconosciuta COLPEVOLE della Violazione di giuramento sulle Sacre Scritture e che siano applicate le circostante attenuanti vista la dichiarazione resa circa la non volontarietà e la fedina penale pulita, secondo l'orientamento giurisprudenziale di questo tribunale,

    Motivazioni della sentenza:

    La Corte ha appurato il fatto dell'effettiva violazione del giuramento sulle Sacre Scritture in sede d'aula del Tribunale Arcivescovile di Pisa riguardo l'esistenza di precedenti matrimoni. L'imputata affermava di essere al primo matrimonio indirizzando il Tribunale di Pisa ad emettere un parere non appropriato.
    Questa Corte, uditi i testimoni, raccolte le prove, decide di attenuare le pene inflitte secondo il principio di remissione e reintegro dei fedeli nella comunità.

    Pene inflitte:

    Alla rea Ninfea
    - infliggiamo la pena di effettuare un pellegrinaggio presso almeno sei (6) diocesi diverse da quella di residenza e di donare venti (20) ducati a ciascuna di esse
    - stabiliamo che debba seguire un corso di pastorale di base in un Seminario riconosciuto dalla Prefettura per l'Insegnamento dell'Aristotelismo a cui debba seguire un confessione da parte di un prelato,

    L'imputata dovrà trasmettere copia delle avvenute donazioni a queste Corte in modo da attestarne la veridicità.
    Stabiliamo che tali pene dovranno essere adempiute entro quattro (mesi) a partire dall'emissione di codesta sentenza.

    In conclusione

    Invitiamo il Concistoro Cardinalizio Italofono a ritirare la sospensione allo scioglimento matrimoniale permettendo, così, al Tribunale Arcivescovile di Pisa di riformulare un parere adeguato che non tenga conto del giuramento infranto in quanto già punito da questo Tribunale.

    Avvisiamo la rea Ninfea che un'ulteriore infrazione sarà passibile di scomunica.


Firmato e sigillato il giorno XVI del mese di Agosto, nell'anno di grazia MCDLXVIII

Ad Claram et Sanctam Veritatem




La seduta è tolta
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Svevo



Inscrit le: 03 Avr 2016
Messages: 1927

MessagePosté le: Dim Aoû 16, 2020 5:54 pm    Sujet du message: Répondre en citant

Il Presidente rientrò in aula con la sentenza

Citation:



Fiat justicia pereat mundus
Procedimento contro Ninfea


Noi, Sua Eccellenza Monsignor Dante Saverio Montefeltro Casanova De La Roche detto "Svevo", in qualità di Prefetto dell'Inquisizione Italofona, per la Grazia di Dio, davanti all'Altissimo, sotto lo sguardo di Aristotele ed a nome della nostra Santa Madre Chiesa, a nome della Santa Inquisizione,


    In relazione

    al fascicolo esaminato, alle prove raccolte, al dibattito avvenuto in aula e alle testimonianze raccolte, al parere Arcivescovile del Tribunale di Pisa e alla sospensione di scioglimento matrimoniale emesso dal Concistoro Italofono

    Con l'insostituibile intervento

    di Sua Eminenza Monsignor Tebaldo Foscari detto "Heldor" quale Missus Inquisitionis

    Sentenziamo

    che l'imputata Ninfea sia riconosciuta COLPEVOLE della Violazione di giuramento sulle Sacre Scritture e che siano applicate le circostante attenuanti vista la dichiarazione resa circa la non volontarietà e la fedina penale pulita, secondo l'orientamento giurisprudenziale di questo tribunale,

    Motivazioni della sentenza:

    La Corte ha appurato il fatto dell'effettiva violazione del giuramento sulle Sacre Scritture in sede d'aula del Tribunale Arcivescovile di Pisa riguardo l'esistenza di precedenti matrimoni. L'imputata affermava di essere al primo matrimonio indirizzando il Tribunale di Pisa ad emettere un parere non appropriato.
    Questa Corte, uditi i testimoni, raccolte le prove, decide di attenuare le pene inflitte secondo il principio di remissione e reintegro dei fedeli nella comunità.

    Pene inflitte:

    Alla rea Ninfea
    - infliggiamo la pena di effettuare un pellegrinaggio presso almeno sei (6) diocesi diverse da quella di residenza e di donare venti (20) ducati a ciascuna di esse
    - stabiliamo che debba seguire un corso di pastorale di base in un Seminario riconosciuto dalla Prefettura per l'Insegnamento dell'Aristotelismo a cui debba seguire un confessione da parte di un prelato,

    L'imputata dovrà trasmettere copia delle avvenute donazioni a queste Corte in modo da attestarne la veridicità.
    Stabiliamo che tali pene dovranno essere adempiute entro quattro (mesi) a partire dall'emissione di codesta sentenza.

    In conclusione

    Invitiamo il Concistoro Cardinalizio Italofono a ritirare la sospensione allo scioglimento matrimoniale permettendo, così, al Tribunale Arcivescovile di Pisa di riformulare un parere adeguato che non tenga conto del giuramento infranto in quanto già punito da questo Tribunale.

    Avvisiamo la rea Ninfea che un'ulteriore infrazione sarà passibile di scomunica.


Firmato e sigillato il giorno XVI del mese di Agosto, nell'anno di grazia MCDLXVIII

Ad Claram et Sanctam Veritatem




La seduta è tolta
_________________
Revenir en haut de page
Voir le profil de l'utilisateur Envoyer un message privé
Montrer les messages depuis:   
Poster un nouveau sujet   Répondre au sujet    L'Eglise Aristotelicienne Romaine The Roman and Aristotelic Church Index du Forum -> Provincia Ecclesiae Italicarum Gentium -> Tribunale Inquisitoriale Italofono Toutes les heures sont au format GMT + 2 Heures
Aller à la page Précédente  1, 2, 3
Page 3 sur 3

 
Sauter vers:  
Vous ne pouvez pas poster de nouveaux sujets dans ce forum
Vous ne pouvez pas répondre aux sujets dans ce forum
Vous ne pouvez pas éditer vos messages dans ce forum
Vous ne pouvez pas supprimer vos messages dans ce forum
Vous ne pouvez pas voter dans les sondages de ce forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Traduction par : phpBB-fr.com